Moto3: primo bilancio per i progetti di KTM e KALEX

Due giorni di test, soddisfatti i responsabili

6 febbraio 2012 - 4:21

Un ritorno nel Motomondiale in grande stile. La KTM, a due stagioni dal disimpegno annunciato nel 2009, si ripresenta nel circus dei Gran Premi con un ambizioso progetto nella nuova classe Moto3. Una KTM M32 sviluppata in proprio, cinque piloti ufficiali schierati direttamente dall’Ajo Motorsport, senza scordarsi della collaborazione con KALEX-engineering, con 4 motori consegnati alla factory di Bobingen per i team Aspar e RW Racing GP. Archiviati diversi problemi di gioventù del progetto, la Moto3 “Orange” sviluppata dal Reparto Corse/Ricerca e Sviluppo di KTM Racing sembra aver raggiunto un buon compromesso tra performance ed affidabilità, come dimostrato dai recenti test privati (30-31 gennaio) all’Autodromo Ricardo Tormo di Valencia con ben 10 piloti presenti.

Per conto di KTM hanno girato con regolarità il tester Joan Olive ed il “pokerissimo” Ajo Motorsport composto dal tris Red Bull Sandro Cortese (pilota di punta del progetto, alternatosi tra la sua KTM M32 e la versione “laboratorio” affidata a Olive), gli ultimi due vice-campioni della Rookies Cup Danny Kent e Arthur Sissis più il malese Zulfahmi Khairuddin (iscritto sotto le insegne “AirAsia SIC Ajo”) e Niklas Ajo (“TT Motion Events Racing”). Con le KALEX-KTM spazio invece alla coppia Bankia Aspar (Hector Faubel e Alberto Moncayo) e RW Racing GP (Luis Salom e Brad Binder). Nonostante le temperature polari (10° l’asfalto!), i 10 piloti seguiti da KTM sono riusciti a girare con regolarità preparandosi alla prossima sessione di test in agenda sempre a Valencia, affidando ai tecnici KTM Racing e KALEX-engineering riferimenti indispensabili per lo sviluppo dei progetti KTM M32 e KALEX-KTM.

I test a Valencia sono stati probabilmente i più importanti fin qui per il nostro progetto Moto3“, afferma Pit Beirer, KTM Motorsport Manager. “Abbiamo lavorato duramente negli ultimi due mesi per trasformare il nostro prototipo in una moto da corsa a tutti gli effetti, preparando ben 9 moto per tutti i nostri piloti. Adesso a Valencia siamo riusciti a spiccare dei buoni tempi sul giro e, allo stesso tempo, acquisire riferimenti importanti per lo sviluppo: per noi senza dubbio una buona base di partenza per i successivi step del progetto.” Aki Ajo, titolare dell’omonimo team bi-campione del mondo (2008 con Mike Di Meglio, 2010 con Marc Marquez), si è detto soddisfatto per gli ultimi sviluppi di KTM Racing. “In questo momento non bisogna aspettarsi molto, ma posso ritermi abbastanza fiducioso per il prosieguo del lavoro. Alcuni dei nostri piloti hanno provato il prototipo M32 per la prima volta, siamo rimasti sorpresi che non abbiamo riscontrato alcun problema. Con i prossimi test sapremo molto di più sul nostro potenziale, visto e considerato che ci sarà il primo confronto diretto con tutti gli altri costruttori.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Phillip Island Circuit

MotoGP Phillip Island: orari TV SKY, TV8 e streaming

Marc Marquez e Mick Doohan

MotoGP, Marc Marquez a Phillip Island per un altro storico record

Johann Zarco

MotoGP, il ritorno di Johann Zarco: tanti dubbi sul futuro