Moto2: l’incredibile crash dopo la prima partenza

Otto piloti coinvolti, spiegata la causa dell'incidente

3 maggio 2010 - 4:36

Da tempo non si vedeva un incidente simile nel Motomondiale. Al primo via della Moto2 a Jerez ben otto piloti sono scivolati alla “Dry Sac”, con una dinamica evidenziata dalle riprese TV, spiegata successivamente dai diretti interessati.

Shoya Tomizawa, da poco passato da Simone Corsi, ha tentato di rispondere all’attacco in staccata, perdendo il controllo. Nel contatto tra le due moto il carter motore della Suter MMX (non protetto dalla protezione in carbonio) del giapponese si è letteralmente “bucato” facendo uscire dell’olio, inondando la pista e coinvolgendo sette suoi colleghi: Toni Elias, Fonsi Nieto, Julian Simon, Kenny Noyes, Alex Debon, Joan Olive e Amadeo Llados.

E’ stato un mio errore“, ha ammesso successivamente il vincitore di Losail, secondo poi sul traguardo e lader del mondiale. “Mi dispiace molto per gli altri piloti che sono scivolati sull’olio perso dalla mia moto. Ho fatto un errore quando Corsi mi ha cercato di passare: ho allungato la staccata, chiudendo la curva la mia moto si è mossa e non ho potuto evitare di cadere“.

Tutti sono riusciti a ripartire per il secondo via, con il team Technomag CIP Moto che ha davvero svolto un lavoro ai limiti dell’impossibile nel riparare la Suter di Tomizawa. Per chi si fosse perso l’incidente, YouTube viene in aiuto…

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

smith aprilia motogp

MotoGP, Bradley Smith: “Alla Aprilia RS-GP 2020 manca tempo in pista”

Nagashima Moto2

Moto2: Nagashima all’attacco a Brno per difendersi dagli italiani

MotoGP, Andrea Dovizioso

MotoGP, Andrea Dovizioso senza alibi: “A Brno grandi aspettative”