CIV: Gara 2 a Misano, successi di Manzi, Baiocco, Roccoli, Vietti Ramus e Ieraci

27 luglio 2014 - 14:26

Spettacolo ed emozioni nel quarto ‘doppio round’ del Campionato Italiano Velocità andato in scena questo fine settimana al ‘Misano World Circuit Marco Simoncelli’. In una giornata di domenica 27 luglio fortunatamente mitigata da condizioni climatiche ottimali, Stefano Manzi (Moto3), Matteo Baiocco (Superbike), Massimo Roccoli (Supersport), Celestino Vietti Ramus (PreMoto3 125cc 2 tempi) e Bruno Ieraci (PreMoto3 250cc 4 tempi) si sono aggiudicati le vittorie, mentre per l’assegnazione dei cinque titoli italiani di categoria bisognerà attendere il 18-19 ottobre prossimi per la ‘finalissima’ in programma all’Autodromo Internazionale del Mugello. Moto3: Manzi da dominatore, 2° Bulega, Pagliani avvicina Bezzecchi Tradito ieri dalle mutevoli condizioni climatiche e da un’errata scelta in materia di pneumatici (le ‘slick’ con la pista ormai completamente bagnata), Stefano Manzi si è rifatto con gli interessi in Gara 2 del CIV Moto3 al ‘Misano World Circuit Marco Simoncelli’. Attualmente impegnato nel CEV (migliore dei nostri ad Albacete, 4° al traguardo) e con ottimi risultati nella Red Bull MotoGP Rookies Cup, il talentuoso pilota riminese al rientro nel CIV in qualità di wild card ha dominato la scena portando in trionfo all’esordio in gara la Mahindra MGP3O in prefigurazione 2015 schierata sempre da TMR Competicion con il pieno supporto di Mahindra Racing. Autore di una sensazionale pole position grazie al riferimento cronometrico di 1’44″444, il 15enne pilota dai trascorsi vittoriosi in Minimoto, MiniGP e PreGP si è confermato su questi livelli nei 16 giri di gara riuscendo, a più riprese, ad infrangere il muro dell’1’45”. Una supremazia tecnica e sportiva testimoniata dai 13″ effettivi (10″ all’esposizione della bandiera a scacchi concedendosi un ultimo giro al ralentì per i meritatissimi festeggiamenti) di vantaggio rifilati ai suoi più diretti inseguitori, aggiudicandosi non soltanto la prima vittoria stagionale, ma anche la seconda affermazione in carriera nel CIV Moto3 dopo l’affermazione conseguita a Vallelunga lo scorso anno con una FTR Honda del Twelve Racing. Con Manzi oggettivamente imprendibile, l’avvincente confronto per il secondo gradino del podio ha premiato il sensazionale vincitore di Gara 1 Nicolò Bulega, nonostante una brutta caduta nel Warm Up alla curva del ‘Rio’ secondo con la prima KTM RC 250 R del Team Calvo/LaGlisse contraddistinta da una livrea inedita per il weekend, concretizzando all’ultimo giro un proverbiale sorpasso in pieno ‘Curvone’ a scapito di Gabriel Rodrigo (pupillo di Aleix Espargaro, nuovamente 3° su KTM del RBA Racing Team/Boe41 Motorsport) distanziando oltretutto l’altro pilota del Team Calvo, Wayne Ryan. Per Bulega, alfiere della VR46 Riders Academy di Valentino Rossi, ancora una bella prestazione in una corsa che ha visto nell’ambito del CIV una brillante prova di Manuel Pagliani, quinto assoluto e con un considerevole vantaggio al traguardo sui rivali nella corsa al titolo tricolore. Penalizzato ieri (così come il compagno di squadra Simone Mazzola e Lorenzo Dalla Porta, rispettivamente 13° e 7° oggi) dall’esser partito con gomme ‘slick’, il portacolori del MT Racing Honda ha recuperato terreno nella generale ritrovandosi ora con più soltanto 3 punticini di svantaggio nei confronti del capoclassifica Marco Bezzecchi, nono e preceduto anche dall’ottimo Stefano Valtulini (6° alla seconda gara con la FTR Honda M313 del Five Racing AX52 dopo l’incredibile rimonta di Gara 1) e dal compagno di squadra Michael Coletti (8°). Il 18-19 ottobre prossimi al Mugello si assisterà pertanto un finale da cardiopalma con 4 piloti racchiusi in soli 14 punti e 50 ancora in palio per l’assegnazione del titolo di categoria: Bezzecchi leader a quota 102, ma soltanto con 3 lunghezze di margine su Pagliani, 8 su Dalla Porta, 14 a scapito di Mazzola. Tornando alla più stretta attualità, completa la top-10 in Gara 2 Walter Sulis (FTR Honda M312 – Bike Center) a precedere il primo alfiere della Sic 58 Squadra Corse Mattia Casadei, il già menzionato Simone Mazzola, a punti anche Anthony Groppi (FTR Honda M312 – Pos Corse) e Fabio Di Giannantonio, quindicesimo con l’unica Kymco Oral al via di questo appuntamento. Per quanto concerne l’Honda NSF250R Trophy by E&E Organisation, ennesima vittoria di Armando Pontone (Flash Motor Racing Team) distanziando Flavio Ferroni (Delta Racing Team) e Matteo Ciprietti (DFC Racing Team). Campionato Italiano Velocità 2014 CIV Moto3 Misano World Circuit Marco Simoncelli, Classifica Gara 2 01- Stefano Manzi – TMR Mahindra – Mahindra MGP3O – 16 giri in 28’16.559 02- Nicolò Bulega – Calvo Team – KTM RC 250 R – + 10.006 03- Gabriel Rodrigo – RBA Racing Team – KTM RC 250 R – + 10.381 04- Wayne Ryan – Calvo Team – KTM RC 250 R – + 10.692 05- Manuel Pagliani – MT Racing Honda – FTR Honda M313 – + 22.762 06- Stefano Valtulini – Five Racing AX52 – FTR Honda M313 – + 27.979 07- Lorenzo Dalla Porta – Peugeot Oral FTR Team – Peugeot 250 GP – + 28.058 08- Michael Coletti – Team Minimoto Portomaggiore – Honda NSF250R – + 28.114 09- Marco Bezzecchi – Team Minimoto Portomaggiore – Honda NSF250R – + 28.192 10- Walter Sulis – Bike Center – FTR Honda M312 – + 29.357 11- Mattia Casadei – Sic 58 Squadra Corse – FTR Honda M313 – + 29.426 12- Albert Arenas – TMR Mahindra – Mahindra MGP3O – + 31.503 13- Simone Mazzola – MT Racing Honda – FTR Honda M313 – + 40.050 14- Anthony Groppi – Pos Corse – FTR Honda M312 – + 40.132 15- Fabio Di Giannantonio – Kymco Oral Cruciani Team – Kymco Oral CR014A1 – + 40.176 16- Lorenzo Petrarca – Elle2 Ciatti Racing – FTR Honda M312 – + 40.316 17- Nicodemo Matturro – Sic 58 Squadra Corse – FTR Honda M313 – + 49.378 18- Alessandro Torlaschi – Pro Racing PRT – Honda NSF250R – + 49.479 19- Lorenzo Gabellini – Delta Racing Team – Honda NSF250R – + 49.803 20- Enzo Boulom – MG Compétition – Honda NSF250R – + 51.667 21- Andrea Caravella – Five Racing AX52 – Honda NSF250R – + 1’11.871 22- Armando Pontone – Flash Motor Racing Team – Honda NSF250R – + 1’13.826 (NSF250R Trophy) 23- Alessio Castelli – Twelve Racing – FTR Honda M312 – + 1’14.930 24- Gianluca Fedi – Pos Corse – TVR 250 01 – + 1’14.957 25- Flavio Ferroni – Delta Racing Team – Honda NS250R – + 1’42.082 (NSF250R Trophy) 26- Luca Fabrizio – Libax3 Factory Racing – Libax3 – + 2’01.953 27- Matteo Ciprietti – DFC Racing Team – Honda NSF250R – a 1 giro (NSF250R Trophy) 28- Cecilia Masoni – RMU Racing – RMU M3 – a 1 giro 29- Riccardo Rossi – Delta Racing Team – Honda NSF250R – a 1 giro

Superbike: trionfo di Matteo Baiocco, a -14 da Ivan Goi (3°) Da assoluto ed indiscusso dominatore Matteo Baiocco, ai comandi della Ducati 1199 Panigale R #15 Pirelli preparata dal Team Grandi Corse, si è aggiudicato la vittoria in Gara 2 del CIV Superbike al ‘Misano World Circuit Marco Simoncelli’ portandosi ora a -14 dal capoclassifica di campionato Ivan Goi, terzo e preceduto sul traguardo da un sempre più convincente Kevin Calia. Determinato alla vigilia del weekend a riscattare lo sfortunatissimo ‘doppio zero’ subito ad Imola, il due volte Campione CIV Superbike non ha incontrato rivali nella seconda gara in programma centrando la personale quarta affermazione stagionale, la dodicesima in carriera nella ‘top class’ del Campionato Italiano Velocità. In virtù di questa perentoria affermazione si prospetta una ‘super finale’ per l’assegnazione del titolo il 18-19 ottobre prossimi al Mugello con Ivan Goi, terzo con la Ducati 1199 Panigale R #12 Michelin del Barni Racing Team, con più soltanto 14 punti da amministrare (e con 50 in palio nelle due gare) rispetto al pilota di Osimo, ma con altri due piloti tuttora in corso per la ‘tabella tricolore’: uno splendido Kevin Calia, secondo con la Aprilia RSV4 aPRC di Nuova M2 Racing centrando il terzo podio nelle ultime quattro gare, e Alex Polita, finito a terra nel tentativo di sopravanzare proprio l’imolese a tre giri dal termine. Fuori dai giochi il ‘Pirata’ (ora a -48 dalla leadership), scala di una posizione da wild card Simone Saltarelli, quarto dopo il podio di Gara 1 su Ducati 1199 Panigale R del Team L.R. Corse, seguito nell’ordine da un poker di BMW formato dal vincitore della prima manche Gianluca Vizziello (Moto X Racing), Luca Conforti (DMR Racing), Alessio Corradi (Black Flag Team) e Marco Muzio (DMR Racing). Fuori dai giochi invece Fabrizio Perotti mentre Manuel Poggiali è incappato in una scivolata a tre giri dal termine alla ‘Variante del Parco’. Campionato Italiano Velocità 2014 CIV Superbike Misano World Circuit Marco Simoncelli, Classifica Gara 2 01- Matteo Baiocco – Grandi Corse by A.P. Racing – Ducati 1199 Panigale R – 18 giri in 29’46.476 02- Kevin Calia – Nuova M2 Racing – Aprilia RSV4 – + 3.773 03- Ivan Goi – Barni Racing Team – Ducati 1199 Panigale R – + 3.906 04- Simone Saltarelli – Team L.R. Corse – Ducati 1199 Panigale R – + 8.708 05- Gianluca Vizziello – Moto X Racing – BMW S1000RR – + 17.981 06- Luca Conforti – DMR Racing – BMW S1000RR – + 18.601 07- Alessio Corradi – Black Flag Team – BMW S1000RR – + 18.881 08- Marco Muzio – DMR Racing – BMW S1000RR – + 21.717 09- Lorenzo Mauri – Motocorsa Racing – Ducati 1199 Panigale R – + 21.823 10- Francesco Ciacci – Team NB Racing Technology – BMW S1000RR – + 37.003 11- Fabio Marchionni – Speed Action Team – BMW S1000RR – + 37.045 12- Matteo Gabrielli – Team Gabrielli – Aprilia RSV4 – + 37.381 13- Ilario Dionisi – Scuderia Improve – Honda CBR 1000RR – + 37.756 14- Denni Schiavoni – 2R Racing by Antonellini – BMW S1000RR – + 38.840 15- Raffaele Vargas – T.R. Corse – Kawasaki ZX-10R – + 45.972 16- Ivan Clementi – Nuova M2 Racing – Aprilia RSV4 – + 1’07.332 17- Antonio Marzocchi – Nuova M2 Racing – Aprilia RSV4 – a 1 giro

Supersport: Roccoli in volata su Caricasulo che torna leader ‘Giovani leoni’ a confronto con ‘vecchie volpi’ del motociclismo tricolore. Una formula di successo che rende, di gara in gara, sempre più avvincente la rinnovata classe Supersport del Campionato Italiano Velocità, evidenzata ed esaltata da una spettacolare Gara 2 al ‘Misano World Circuit Marco Simoncelli’. Al culmine di un acceso (ed altrettanto correttissimo) duello, Massimo Roccoli si aggiudica la terza vittoria stagionale in sella alla MV Agusta F3 675 del Laguna Moto Racing seppur soltanto in volata a scapito di Federico Caricasulo (Honda CBR 600RR del Team Evan Bros), secondo riconquistando la leadership in campionato. Distintisi in positivo nell’accesissima bagarre con più protagonisti in corsa per il primato nelle fasi iniziali della contesa, i due piloti romagnoli si sono staccati dal gruppo degli inseguitori nel finale, passandosi a più riprese il comando delle operazione. Un deciso sorpasso al ‘Curvone’ nel corso del 15° giro ha permesso al pluri-Campione italiano di gestire la situazione e conquistare la personale 17esima vittoria nella categoria, restando pienamente in corsa per il titolo nazionale. In virtù di questo risultato, infatti, l’attuale portacolori MV Agusta Reparto Corse del Mondiale Supersport ha ridotto a 16 i punti di svantaggio da un sempre convincente Federico Caricasulo, riappropriatosi della ‘tabella tricolore’ ora a +6 rispetto al Campione in carica Stefano Cruciani (Puccetti Racing Kawasaki), quarto e preceduto sul traguardo per una manciata di millesimi da Davide Stirpe (Scuderia Maran.ga Racing), terzo così come accaduto nell’Europeo Superstock 600 lo scorso mese di giugno. Nonostante lo ‘zero’ rimediato oggi resta in corsa per il titolo Diego Giugovaz (32 punti da recuperare con più soltanto 50 in palio), mentre potrebbero recitare il ruolo di ‘arbitri’ nella ‘finalissima’ del Mugello del 18-19 ottobre prossimi alcuni tra i piloti in evidenza oggi a Misano: da Alex Baldolini (ennesima strepitosa rimonta, 5° con la Suzuki GSX-R 600 del Phoenix Racing Team) a Gennaro Sabatino (6° con la Yamaha R6 del Team Sonic Pro Race), così come piloti oggi particolarmente sfortunati, da Agostino Santoro (scivolato alla ‘Variante del Parco’) a Luca Oppedisano, finito a terra al termine del ‘Curvone’ a 3 giri dal termine in piena bagarre con Stirpe e Cruciani per il terzo posto. Campionato Italiano Velocità 2014 CIV Supersport Misano World Circuit Marco Simoncelli, Classifica Gara 2 01- Massimo Roccoli – Laguna Moto Racing – MV Agusta F3 675 – 18 giri in 30’48.559 02- Federico Caricasulo – Evan Bros S.M.A. Racing – Honda CBR 600RR – + 0.375 03- Davide Stirpe – Scuderia Maran.ga Racing – Kawasaki ZX-6R – + 7.710 04- Stefano Cruciani – Puccetti Racing Kawasaki – Kawasaki ZX-6R – + 7.907 05- Alex Baldolini – Phoenix Racing Team – Suzuki GSX-R 600 – + 10.560 06- Gennaro Sabatino – Team Sonic Pro Race – Yamaha YZF R6 – + 10.627 07- Roberto Mercandelli – Team Rosso e Nero – Yamaha YZF R6 – + 10.688 08- Andrea Boscoscuro – The Black Sheep Team – Yamaha YZF R6 – + 15.468 09- Ferruccio Lamborghini – BYRT Racing by Extreme – MV Agusta F3 675 – + 16.117 10- Nicola Morrentino – Mottini Corse – Yamaha YZF R6 – + 16.693 11- Mattia Cassani – Terra e Moto – Yamaha YZF R6 – + 21.547 12- Tommaso Lorenzetti – Team Rosso e Nero – Yamaha YZF R6 – + 21.982 13- Matias Perez – Mottini Corse – Yamaha YZF R6 – + 22.310 14- Gabriele Cottini – Scuderia Improve – Honda CBR 600RR – + 23.505 15- Alex Sassaro – FCC Corse – Yamaha YZF R6 – + 27.673 16- Massimiliano Spedale – Gradara Corse PZ Racing – Yamaha YZF R6 – + 29.234 17- Simone Fornasari – Ellan Vannin Motorsport – MV Agusta 3 675 – + 29.458 18- Andrea Bolognesi – Pit Lane Racing – Kawasaki ZX-6R – + 32.786 19- Federico Fuligni – Elle2 Ciatti – Honda CBR 600RR – + 33.649 20- Andrea Mantovani – CDM-RS – Yamaha YZF R6 – + 46.709 21- Matteo Aimeri – Finon Club Racing Team – Suzuki GSX-R 600 – + 58.307 22- Lorenzo Cintio – Terra e Moto – Yamaha YZF R6 – + 1’00.326 23- Vincenzo Ostuni – Sport Puglia – Yamaha YZF R6 – + 1’09.228 24- Vincenzo Lombardo – Phoenix Racing Team – Suzuki GSX-R 600 – + 1’09.945 25- Alessandro Calgaro – Alex Team Italia – Honda CBR 600RR – + 1’20.509 26- Federico Sanchioni – S2B Racing – Yamaha YZF R6 – + 1’32.901 27- Alex Radman – Rs Moto – Kawasaki ZX-6R – + 1’38.183 28- Monika Jaworska – Terra e Moto – Yamaha YZF R6 – + 1’38.252 PreMoto3: Celestino Vietti Ramus al photofinish su Arbolini, Ieraci nella 4T La categoria dei giovanissimi riserva sempre gare combattute, confermandosi quale ‘vetrina’ ideale per metter in mostra il potenziale di numerosi talenti di sicuro avvenire nel motociclismo. Al culmine di un avvincente duello durato per tutti e 14 i giri della contesa, il coassolese Celestino Vietti Ramus si assicura la prima vittoria in carriera nel CIV PreMoto3 riuscendo a spuntarla soltanto al photofinish per l’inezia di 1 millesimo (!) di secondo su Tony Arbolino, sempre più ad un passo dalla conquista del titolo riservato alle 125cc 2 tempi. Sul podio (3°) in Gara 1, ‘Celin’ ai comandi della RMU PGP 125 ufficialmente schierata da RMU Racing con i colori del progetto ‘San Carlo Talenti Azzurri FMI’ ha trovato lo spunto giusto per battere l’alfiere della Sic 58 Squadra Corse di Paolo Simoncelli, confermando il talento messo in mostra lo scorso anno con la conquista del titolo italiano MiniGP 50cc. Per Vietti Ramus vittoria e conferma al terzo posto nella generale, tuttora potenzialmente in corsa per il titolo seppur con 48 punti di svantaggio rispetto allo stesso Tony Arbolino, con il secondo posto ora a +34 su Nicholas Spinelli, quinto assoluto e quarto di classe 2T preceduto dall’altro alfiere RMU Racing, Kevin Zannoni. Passando al CIV PreMoto3 250cc 4 tempi, con il quarto posto assoluto e la quarta affermazione stagionale Bruno Ieraci (RMU Racing) ha parzialmente rimediato alla squalifica per irregolarità tecnica di Gara 1, scontando tuttavia 42 punti di gap rispetto a Stefano Nepa (RMU PM3 250 – DFC Racing Team) con 50 ancora in palio nell’ultimo round in programma al Mugello. Resta aritmeticamente in corsa anche Dennis Foggia, terzo in gara e campionato con la RMU del VL Team, ma con 44 punti da recuperare. Costretto invece alla resa ancor prima dello spegnimento del semaforo Kevin Sabatucci (Sic 58 Squadra Corse), atteso protagonista della 125 2 tempi. Campionato Italiano Velocità 2014 CIV Supersport Misano World Circuit Marco Simoncelli, Classifica Gara 2 01- Celestino Vietti Ramus – RMU Racing – RMU PGP 125 – 14 giri in 26’18.287 (PreMoto3 125) 02- Tony Arbolino – Sic 58 Squadra Corse – Honda RS125GP – + 0.001 (PreMoto3 125) 03- Kevin Zannoni – RMU Racing – RMU PGP 125 – + 4.386 (PreMoto3 125) 04- Bruno Ieraci – RMU Racing – RMU PM3 250 – + 4.589 (PreMoto3 250) 05- Nicholas Spinelli – VL Team – RMU PGP 125 – + 4.644 (PreMoto3 125) 06- Stefano Nepa – DFC Racing Team – RMU PM3 250 – + 5.385 (PreMoto3 250) 07- Dennis Foggia – VL Team – RMU PM3 250 – + 6.114 (PreMoto3 250) 08- Edoardo Sintoni – Moto Club Ravenna – RMU PGP 125 – + 24.604 (PreMoto3 125) 09- Tommaso Marcon – Bike Center – Ioda TR001 – + 25.324 (PreMoto3 250) 10- Luca Pasqualotto – Team Minimoto Portomaggiore – Honda RS125GP – + 39.711 (PreMoto3 125) 11- Giorgio Benfante – Rossocromo Racing – Rossocromo PreGP 125 – + 39.919 (PreMoto3 125) 12- Jacopo Cretaro – Moto X Racing – MR 250 – + 40.031 (PreMoto3 250) 13- Emanuele Tonassi – VTR Squadra Corse – RMU PM3 250 – + 40.048 (PreMoto3 250) 14- Manuel Bastianelli – Bastianelli Motors – RMU PGP 125 – + 1’00.099 (PreMoto3 125) 15- Edoardo Negroni – Twelve Racing – Moriwaki MD250 – + 1’00.226 (PreMoto3 250) 16- Stefano Ferrante – RMU Racing – RMU PM3 250 – + 1’00.258 (PreMoto3 250) 17- Marco Carusi – GRG Engineering – Metrakit PreGP 125 R – + 1’12.625 (PreMoto3 125) 18- Alex Triglia – RMU Racing – RMU PGP 125 – + 1’40.348 (PreMoto3 125) 19- Daniele Porretta – Rossocromo Racing – Metrakit PreGP 125 R – + 1’40.578 (PreMoto3 125) 20- Omar Spencer – Team Spencer – Metrakit PreGP 125 R – a 1 giro (PreMoto3 125) Servizio Fotografico: Mauro Mazzero

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

MotoGP, Jorge Lorenzo all’assalto di Jerez… con gli scongiuri

MotoGP: Test KTM a Le Mans, in pista Zarco ed Espargaró

Roczen e Stewart: confronto tra campione e marziano