jeremy alcoba campione cev moto3

CEV Valencia: Alcoba Campione Junior, Montella a podio in Moto2

Alcoba vince Gara 1 ed è Campione Junior Moto3, trionfa Tatay in Gara 2. In Moto2 vittoria di Pons, scintille Montella-Marcon, Zetti Campione STK600.

10 novembre 2019 - 14:56

Chiusura di stagione particolarmente frizzante a Valencia, sia per CEV Moto3 che per l’Europeo Moto2. La prima gara della domenica basta a Jeremy Alcoba per assicurarsi il titolo nel Mondiale Junior, grazie alla vittoria del neo campione ed al 7° posto del rivale Carlos Tatay. Quattro vittorie, nove podi e 3 pole position per il futuro pilota di Fausto Gresini nel Mondiale Moto3, che riporta a Laglisse un titolo che mancava da tre stagioni. In Moto2 chiude trionfalmente Edgar Pons davanti a Hector Garzó e Yari Montella, mentre Alessandro Zetti è il nuovo Campione Superstock 600. Gara 2 Moto3 è un trionfo di Carlos Tatay, che vince con ampio margine su Barry Baltus e Adrián Fernández (primo podio). Il resoconto delle ultime tre gare del 2019 disputate sul Circuito Ricardo Tormo.

CEV MOTO3 GARA 1: JEREMY ALCOBA CAMPIONE

Il leader in campionato Jeremy Alcoba ed il rivale Carlos Tatay avevano promesso una bella battaglia per il titolo e così è stato. Certo, non è stato un corpo a corpo esclusivo tra i due: come sempre nella categoria Moto3, non sono mancati i battaglieri rivali in pista. Ben 15 i piloti in lotta per il podio, tra i quali anche il nostro Pizzoli, che purtroppo però ha perso subito parecchie posizioni per una partenza dalla pole tutt’altro che ottimale. Fuori dai giochi ancora una volta Öncü, caduto a sei giri dalla bandiera a scacchi, mentre si vede anche una Long Lap Penalty per Uriarte, troppe volte oltre i limiti della pista. Lo spunto vincente negli ultimi giri è quello di Jeremy Alcoba, che conquista il successo in gara. L’alfiere Laglisse chiude i giochi: è il nuovo Campione del Mondo Moto3 Junior. Completano il podio José Julián García e Aleix Viu, al primo podio stagionale nonostante la retrocessione di una posizione. Solo 12° al traguardo Davide Pizzoli, autore del miglior giro in gara.

CEV MOTO2 GARA: SCINTILLE MONTELLA-MARCON 

Lotta per il podio dell’ultima competizione della stagione che sostanzialmente si risolve in una lotta tra due coppie di piloti. In testa ci sono Garzó e Pons per la vittoria, mentre Montella beffa al via Marcon, che comunque gli rimane costantemente negli scarichi. La battaglia tra il duo Ciatti vale anche per la classifica generale, visto che Zaccone e Marcon si contendono la terza posizione. All’alfiere Speed Up serve un terzo posto in gara per avere la certezza di chiudere davanti al rivale. Alla fine sarà Edgar Pons a trionfare nell’ultima gara stagionale, superando Hector Garzó. Qualche polemica tra la coppia Speed Up: Tommaso Marcon vince il duello con Yari Montella, ma sarà il rookie però a conquistare il podio, il secondo stagionale. Avviene anche un duro contatto tra i due sul rettilineo finale, ma Marcon viene retrocesso di una casella per un’uscita di pista poco prima. Perde così anche il terzo posto in campionato a vantaggio di Alessandro Zaccone, 5° al traguardo. Per il Campionato Superstock 600, vince la gara di categoria Joan Díaz, ma non basta per recuperare sul leader: il titolo quindi va al nostro portacolori Alessandro Zetti, a cui basta un quarto posto nella categoria al traguardo.

CEV MOTO3 GARA 2: ASSOLO DI CARLOS TATAY

Nemmeno questa gara 2 si rivela favorevole a Pizzoli, che non concretizza la bella pole position ottenuta sabato. Altra partenza da dimenticare, che lo fa precipitare fuori dalla zona punti, a cui si aggiunge un incidente con Giral e conseguente ritiro dopo pochi giri. In testa intanto sono in quattro ad avere lo scatto migliore, ma presto si forma nuovamente un gran gruppo in lotta per il podio. Tra loro il campione Alcoba, in azione con una tuta celebrativa. Brividi per un incidente multiplo: Salvador, Viu (ripartito) e García finiscono a terra, fortunatamente evitati dagli altri ragazzi. Arrivano anche Long Lap Penalty per Noguchi e Vostatek, troppo spesso oltre i limiti della pista. Da metà gara in poi nessuno mette in dubbio la superiorità di Carlos Tatay, che prende il largo e va a vincere l’ultima gara del 2019. Più combattute invece le altre due posizioni: Barry Baltus è secondo, terza piazza per Adrián Fernández, al primo podio stagionale. Taglia il traguardo in ottava posizione il campione Jeremy Alcoba, molto lontani gli italiani.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Michael Rutter

Clamoroso: Michael Rutter ufficializzato vincitore del Macau GP 2019

Macau

Cancellato il Macau Motorcycle GP 2019: nessun vincitore

Macau

Doppia bandiera rossa al Macau GP, gara cancellata?