BSB Silverstone Gara 2: James Ellison torna alla vittoria

Sul podio Kiyonari e Brookes, classifica corta

26 settembre 2010 - 15:30

Al termine di una tormentata e piovosa giornata a Silverstone il British Superbike ha offerto un solo verdetto: la tappa conclusiva della stagione a Oulton Park, con tre gare in agenda, prospetta i fuochi d’artificio. Tutto ancora in gioco per l’assoluta nello “Showdown”, per la settima posizione di classifica valida per la “Rider’s Cup”, ma anche nella “Evo” dove si sono incredibilmente riaperti i giochi. Andando con ordine non si può che partire dal meteo che ha causato slittamenti nel programma (la Superstock 1000 deve ancora correre, nella Supersport San Lowes ha vinto gara e titolo), tanto che lo start della seconda manche del BSB è slittato alle 17:05 locali.

Sotto il diluvio sono stati gli specialisti di queste condizioni climatiche a fare il vuoto: tutti tranne Michael Laverty, volato a terra per un contatto al via con Loris Baz ed il vincitore della “Evo” Chris Burns. Il pilota irlandese ha provato a ripartire salvo vedersi costretto al ritiro poco più tardi, impossibilitato a difendere la seconda posizione e attaccare il comando della classifica. A contrapporsi alla disperazione del box Relentless Suzuki by TAS c’è la gioia in casa Swan Honda (ex-Hydrex), con Shaun Muir ed il suo staff in festa per il ritrovato successo nella peggior stagione da un paio d’anni a questa parte.

James Ellison, quarto in Gara 1 dopo un’eccezionale rimonta, vince con ampio margine su Ryuichi Kiyonari e Joshua Brookes per un podio tutto Honda dove è escluso Tommy Hill, soltanto quinto. Il vice-campione in carica ha ritrovato smalto e velocità nelle ultime gare, lasciandosi alle spalle un problematico rientro in pista a seguito della frattura al femore rimediata nelle prove di Thruxton (era il più veloce in quel momento e reduce dalla vittoria di Gara 2 a Brands Hatch Indy). Sfortunato a Snetterton e Croft, sotto la pioggia non ha sbagliato a Silverstone regalandosi successo e 7° posto in campionato che vale la leadership nella “Rider’s Cup” con 4 punti su John Laverty (9° dopo il KO di Gara 1), 5 sul compagno di squadra Stuart Easton soltanto tredicesimo nella prima manche.

Lotta a tre per la coppa di consolazione, a 4 per il titolo assoluto complici i problemi di Tommy Hill, rimasto leader, ma ora con soli 11 punti su Brookes, 15 su Kiyonari, 19 su Laverty. Michael Rutter, out in Gara 2 dopo la splendida vittoria nella prima manche, sembra fuori dai giochi pagando 43 punti dalla vetta con ancora 75 a disposizione per quello che, a Oulton Park, si prospetta un finale che resterà negli annali della categoria confermando la validità del format “Showdown” tanto criticato ad inizio stagione.

Come detto si è riaperto anche il discorso nella “Evo“, dove Steve Brogan è uscito di scena e ora vanta solo 8 punticini di margine su Hudson Kennaugh, terzo alle spalle del vincitore Gary Johnson (specialista delle Road Races dove ha superato le 132 mph all’Ulster GP) e del finlandese ex-KTM nella Superstock 1000 Pauli Pekkanen. Tre titoli su tre ancora in gioco, sempre più probabile il finale al fotofinish a Oulton Park per il titolo, con la piega a sinistra in salita della “Old Hall” palcoscenico ideale per questo Showdown dal nome più che mai appropriato: resa dei conti, appunto..

MCE British Superbike Championship 2010
Silverstone, Classifica Gara 2

01- James Ellison – Swan Honda – Honda CBR 1000RR – 10 giri in 23’58.750
02- Ryuichi Kiyonari – HM Plant Honda – Honda CBR 1000RR – + 5.850
03- Joshua Brookes – HM Plant Honda – Honda CBR 1000RR – + 7.015
04- Alastair Seeley – Relentless Suzuki by TAS – Suzuki GSX-R 1000 – + 2.428
05- Tommy Hill – Worx Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 4.971
06- Dan Linfoot – Motorpoint Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 22.503
07- Gary Mason – MSS Colchester Kawasaki – Kawasaki ZX 10R – + 22.541
08- Chris Walker – Sorrymate.com SMT Honda – Honda CCR 1000RR – + 27.694
09- John Laverty – Buildbase Kawasaki – Kawasaki ZX 10R – + 28.793
10- Peter Hickman – Ultimate Racing – Yamaha YZF R1 – + 39.165
11- Gary Johnson – AIM Racing – Suzuki GSX-R 1000 – + 39.847
12- Tommy Bridewell – Quay Garage Tyco Racing – Honda CBR 1000RR – + 40.248
13- Pauli Pekkanen – 777 RR Motorsport – Suzuki GSX-R 1000 – + 41.747
14- Yukio Kagayama – Worx Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 47.928
15- Hudson Kennaugh – Splitlath Motorsport – Aprilia RSV4 – + 49.791
16- Craig Fitzpatrick – Close Print Finance – Honda CBR 1000RR – + 51.936
17- Tom Tunstall – Doodson Motorsport – Honda CBR 1000RR – + 1’12.349
18- Aaron Zanotti – Red Viper Spike – Suzuki GSX-R 1000 – + 1’21.254

Alessio Piana

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Superbike: Tom Sykes avrà una BMW con otto cavalli in più

Superbike: Alvaro Bautista scopre Imola “La pioggia? Non ho paura”

MotoGP: Aprilia con lo spoiler già a Jerez?