Superbike: Max Biaggi “Questo titolo come un sogno”

Le parole in conferenza stampa del campione 2010

26 settembre 2010 - 14:47

Un visibilmente commosso Max Biaggi si è concesso alla stampa per una breve conferenza stampa a seguito di gara 2 ad Imola, che lo ha consegnato alla storia della competizione grazie al primo titolo conquistato assieme al team Aprilia Alitalia. Il pilota romano ha descritto il successo nel mondiale delle derivate dalla serie come il picco più alto della sua carriera agonistica, alla luce dei titoli sfuggitigli in passato in MotoGP e 500cc. E’ stato un anno, per il “Corsaro”, nel quale si è ritrovato nelle condizioni ideali per poter primeggiare: pacchetto tecnico vincente, grandissima esperienza, motivazioni e talento sempre intatti.

“Questo è un sogno inseguito da tempo tempo. Secondo me, non sono mai stato nelle condizioni, è sempre mancato qualcosa, parte tecnica parte del team, o emotiva. Mi è sfuggito qualcosa, sono stato tre volte vicino ad essere campione in MotoGP e 500cc, e posso dire che questo mi è andato stretto.

Dopo un anno di stop sono entrato in questa avventura Superbike, e quando ho vinto la gara inaugurale in Qatar, ho capito che utilizzando l’intelligenza e talento potevo far bene in questo mondo. Sono entrato subito bene nell’ambiente,era ciò che volevo e mi sono ambientato in questo che è un mondo molto intenso.

Quando vinci tante gare, è chiaro che si spalancano le porte della stagione agonistica. In effetti abbiamo avuto dei rivali che hanno fatto molto bene, e diversi piloti che hanno vinto delle gare. Se questi fossero stati costanti fin dall’inizio ci avrebbero conteso il titolo.

Qui l’esperienza ha fatto la sua parte perché non ho mai fatto uno zero, e questo significa che ho avuto la situazione sotto controllo e ho sempre pensato che per una posizione non vale mai la pena di fare uno zero. Ricordo che quando ho vinto la gara di Monza ho tirato come un assassino, volevo vincere qui in Italia.

“L’esserci riuscito sia a Monza che a Misano in entrambe le gare, vista quanta gente è su quel circuito, quanta gente è entusiasta. Io mi ricordo in Formula 1 quando a Monza avvenivano le doppiette Ferrari con Schumacher e Barrichello, era il massimo. In un certo senso li invidiavo, chissà che emozione. Averlo fatto in Superbike, non credo fosse riuscito prima. Vincere il titolo, anche a trentanove anni suonati, è una grande soddisfazione.”

Servizio Fotografico: Diego De Col

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Max Biaggi e Valentino Rossi

Max Biaggi: “Valentino Rossi ed io eravamo due polli”

MotoGP, Franco Morbidelli Test Misano

MotoGP Test, Franco Morbidelli: “Difficile commentare la Yamaha 2022”

Max Biaggi

Max Biaggi: “Valentino Rossi ed io eravamo dilettanti allo sbaraglio”