BSB: Andrew Pitt deluso per la scelta di Motorpoint Yamaha

Gli ha preferito Loris Baz per le ultime due gare

20 settembre 2010 - 5:11

Rob McElnea, titolare del team Motorpoint Yamaha, ha deciso: al fianco di Dan Linfoot per le ultime due gare del British Superbike 2010 ci sarà Loris Baz, protagonista di un eccezionale debutto a Croft dove ha concluso al settimo posto in Gara 1. A farne le spese è così Andrew Pitt, che con il Rob Mac Racing ha sostituito in precedenza Neil Hodgson e Ian Lowry prima di infortunarsi in Gara 2 a Brands Hatch dove ha rimediato la frattura della clavicola.

Pronto al rientro in pista per Silverstone, al due volte Campione del Mondo Supersport è stata comunicata la decisione del team Motorpoint Yamaha di confermare Loris Baz: comprensibile il suo disappunto.

Sono ovviamente deluso dalla decisione del team“, ha spiegato Andrew Pitt in un comunicato. “Non tanto dal modo, ma per come è stata gestita questa situazione. Ho dato il massimo per migliorare il bilanciamento della moto e mi sono anche infortunato per far bene, prima di Brands Hatch stavamo facendo progressi. Mi dispiace non poter più correre per loro, auguro comunque tutto il meglio al team per il resto di questa stagione“.

Andrew Pitt è ora un “free agent”, disponibile per ogni squadra e categoria internazionale. Va detto che prima dell’infortunio l’australiano era stato contattato dalla Kawasaki per sostituire l’infortunato Chris Vermeulen nel WSBK dal Nurburgring: per ironia della sorte il suo posto è stato preso da Ian Lowry, sostituito dallo stesso Pitt al team Motorpoint Yamaha nel BSB.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Tre jolly per Marc Marquez: telaio, motore e aerodinamica

Superbike Misano: Toprak, non c’è due senza tre?

Completata una giornata di test per Moto2 e Moto3 al Montmeló