IDM Superbike: al Red Bull Ring di Zeltweg per il quarto round 2012

BMW in fuga campionato

25 giugno 2012 - 1:18

A soltanto due settimane dal Nurburgring, l’IDM Superbike si ripresenta in pista per il quarto appuntamento stagionale al “Red Bull Ring” di Zeltweg, conosciuto in precedenza come “A1 Ring” (e ancor prima come “Österreichring”), tornato lo scorso anno del motociclismo che conta grazie all’impegno di Red Bull, dal gennaio 2005 titolare dell’impianto dando vita ad una vigorosa opera di ristrutturazione premiata da un buon successo di pubblico negli eventi organizzati nell’ultimo biennio a 2 (Internationale Deutsche Motorradmeisterschaft) e 4 ruote (DTM su tutti). In quel di Spielberg la stagione 2012 entra definitivamente nel vivo con il classico “giro di boa” con inevitabili ripercussioni per la classifica di campionato, specie a seguito dei responsi del precedente round al Nurburgring che ha sancito un dominio “totale” da parte delle BMW. Michael Ranseder, giovane pilota austriaco runner-up dell’IDM nell’ultimo biennio (2010 in Supersport, 2011 in Superbike), ha siglato una doppietta senza discussioni utile per scalare la classifica ritrovandosi quale leader a quota 106 punti, 8 lunghezze di vantaggio rispetto all’ormai ex-leader ed iridato Supersport 2000 Jorg Teuchert. Ranseder, idolo di casa a Zeltweg, è comprensibilmente il favorito #1 per la vittoria al Red Bull Ring: lo scorso anno dominò la scena con la conquista della pole position, dando vita ad una sensazionale “doppietta” in gara sempre con una BMW S1000RR preparata da Fritze Tuning oggi “Technogym Racing Austria”.

Per “Michi” Spielberg rappresenta un’occasione preziosa per andare in fuga nella classifica di campionato, con la consapevolezza di dover combattere con tutti gli altri piloti BMW, capaci al Nurburgring di condurre ben 5 S1000RR ai primi 5 posti in Gara 1 (!), monopolizzando nella seconda manche la top-4. Con questi valori in campo la sfida interna in BMW Motorrad presenterà l’ambiziosa coppia del Wilbers BMW Racing composta dall’iridato Supersport 2000 e bi-campione IDM Jorg Teuchert (2° nella generale) e l’australiano Gareth Jones (4° in campionato, reduce dal doppio podio al Nurburgring e 3° a Zeltweg lo scorso anno), senza sottovalutare il potenziale del portacolori di alpha Technik/Van Zon Erwan Nigon (vincitore a Oschersleben, poleman al Nurburgring in sella ad una S1000RR gommata Michelin) e dell’australiano ex-campione AMA Supermoto e Australian Supersport Troy Herfoss, tra le note positive di questo primo scorcio di campionato con la BMW del RAC Racing. Il Red Bull Ring sulla carta dovrebbe esaltare le peculiarità delle BMW S1000RR, ma allo stesso tempo rappresenta già un’ultima chiamata per la concorrenza. Karl Muggeridge, altro ex-campione del mondo Supersport (2004) e IDM Superbike (2010), cercherà di risolvere i problemi incontrati nei primi tre round con la nuova Honda CBR 1000RR Fireblade C-ABS 2012 dell’Holzhauer Racing Promotion, velocissima sul giro singolo (doppia pole tra Lausitzring e Oschersleben), in difficoltà sulla distanza di gara stressando eccessivamente gli pneumatici Dunlop.

Tanto lavoro in Honda HRP per trovare un rimedio ad un bilancio nettamente in passivo (soltanto 63 punti raccolti in 6 gare, già 43 lunghezze di svantaggio da Ranseder in classifica), stesso discorso per MGM Racing Performance, formazione ufficiale Yamaha Motor Deutschland, con Matej Smrz l’unico in grado di spezzare l’egemonia BMW nei primi round conquistando due vittorie tra Lausitzring e Oschersleben. Da rivedere a Spielberg anche la Suzuki, con Roland Resch attesissimo sul tracciato di casa con la GSX-R 1000 del Team Reitwagen supportata da Suzuki International Europe, così come l’esordiente Ducati 1199 Panigale preparata in proprio dall’Hertrampf Racing con Dario Giuseppetti in grado di conquistare un apprezzabile 7° posto in Gara 1 al Nurburgring seppur a 30 secondi dal vincitore Ranseder. Per la compagine di riferimento Ducati Corse dell’Internationale Deutsche Motorradmeisterschaft l’obiettivo è di lottare per la vittoria nella seconda parte della stagione, possibilmente già a Schleizer Dreieck dove Giuseppetti dominò la scena nel 2010 con una 1098R. Internationale Deutsche Motorradmeisterschaft 2012 La Classifica di Campionato dopo i primi 3 round 01- Michael Ranseder – Technogym Racing Austria – BMW S1000RR – 106 02- Jorg Teuchert – Wilbers BMW Racing – BMW S1000RR – 98 03- Erwan Nigon – Van Zon alpha Technik – BMW S1000RR – 92 04- Gareth Jones – Wilbers BMW Racing – BMW S1000RR – 91 05- Matej Smrz – Yamaha Motor Deutschland – Yamaha YZF R6 – 81 06- Troy Herfoss – RAC Racing BMW – BMW S1000RR – 67 07- Karl Muggeridge – Holzhauer Racing Promotion – Honda CBR 1000RR – 63 08- Dario Giuseppetti – Hertrampf Racing – Ducati 1199 Panigale – 48 09- Arne Tode – Holzhauer Racing Promotion – Honda CBR 1000RR – 33 10- Roland Resch – Team Reitwagen Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – 31 11- Ghisbert van Ginhoven – RAC Racing BMW – BMW S1000RR – 27 12- Lucy Glockner – Wilbers BMW Racing – BMW S1000RR – 27 13- Sascha Hommel – HPC Power Suzuki Racing – Suzuki GSX-R 1000 – 23 14- Irek Sikora – Wilbers BMW Racing – BMW S1000RR – 16 15- Luca Hansen – Yamaha Motor Deutschland – Yamaha YZF R1 – 15 16- Arie Vos – Van Zon alpha Technik – BMW S1000RR – 14 17- Peter Preussler – AGR Preussler Racing Team – BMW S1000RR – 4 18- Branko Srdanov – B&R Racing – BMW S1000RR – 4 Classifica Costruttori 01- BMW – 245 02- Yamaha – 96 03- Honda – 96 04- Suzuki – 54

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Superbike: L’arrivo di Ten Kate farà saltare il banco in Yamaha?

Eugene Laverty: “Bitubo è il nostro asso nella manica”

MotoGP: Danilo Petrucci lavora sull’ergonomia, ma la sella ‘scotta’