American Superbike: ancora incerto il futuro della Kawasaki

Nessuna conferma per Eric Bostrom a Sonoma

21 aprile 2011 - 6:50

A Daytona la Kawasaki, attraverso la filiale americana, Attack Performance ed il magazine Cycle World, è tornata a competere nell’American Superbike con la nuovissima Ninja ZX-10R affidata a Eric Bostrom. Un’esperienza iniziata sotto i migliori auspici, ma con un epilogo sfortunato con Eric costretto al ritiro nella prima manche e ottavo in Gara 2.

Meglio è andata a J.D. Beach, affiancato sempre da Eric Bostrom (ritirato per un problema tecnico nei primissimi giri), nella 200 miglia di Daytona riservata alla classe SportBike, con il giovane campione dell’AMA SuperSport East Division in grado di giocarsi la vittoria concludendo al quarto posto ad un soffio dalla vittoria.

Nonostante questi buoni risultati conseguiti, è ancora incerto il futuro del programma Kawasaki Attack nell’American Superbike: Eric Bostrom, nè tantomeno J.D. Beach, risultano iscritti al prossimo evento in calendario in programma all’Infineon Raceway di Sears Point in Sonoma.

La speranza per la squadra è di trovare dei finanziatori per consentire ai due piloti di disputare tutto il campionato tra American Superbike e Daytona SportBike, o quantomeno i principali round in calendario. Si saprà qualcosa di più nei prossimi giorni.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Motoestate

Storie di Motoestate: ragazze veloci, ospiti top e quei pazzi sul ghiaccio (VIDEO)

motoestate 2020

Trofei MP Dynasty Exhaust Motoestate, i risultati del secondo round 2020

ARRC

Clamoroso: cancellata la stagione 2020 dell’ARRC causa COVID-19