AMA: nuova operazione per John Hopkins, salta tre gare

Operazione resasi necessaria al polso per Hopper

6 maggio 2010 - 8:05

Non sembra finire il calvario per John Hopkins. In questi giorni l’ex pilota di Suzuki e Kawasaki in MotoGP è stato operato al polso destro che lo ha infastidito in questo suo ritorno in azione nell’American Superbike, dove ha corso le prime tre gare con la Suzuki GSX-R 1000 del team M4, squadra che lo ha lanciato nei primi anni Duemila. “Hopper” sarà costretto a saltare tre gare (Sonoma, Elkhart Lake, Mid Ohio) al fine di recuperare pienamente da tutti gli infortuni che gli hanno condizionato l’ultimo biennio tra Superbike mondiale ed americana.

L’intervento è andato bene“, ha spiegato il pilota californiano. “E’ stata una completa ricostruzione, il radio veniva a contatto con l’osso del polso e questo mi poteva non solo pregiudicare la carriera, ma anche la mobilità del polso stesso. Ho conosciuto uno specialista a San Diego che ha operato di recente un altro paziente, il quale è riuscito a riacquistare la mobilità per il 90 % in poco tempo.

L’intervento oltre che al radio è interessato ai tendini e legamenti. Adesso sono fiducioso, non vedo di iniziare la riabilitazione. Il dottore mi ha detto “Con questa operazione la tua carriera non è finita”, ed era proprio quello che volevo sentirmi dire“.

Nelle prossime tre gare il team M4 Suzuki ha ingaggiato come sostituto Jake Holden, ex-protagonista dell’AMA Superbike e Superstock.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoAmerica

MotoAmerica Road Atlanta: sempre Beaubier, brutto crash di Lewis

MotoAmerica

MotoAmerica Road Atlanta: Beaubier domina Gara 1

biesiekirski moto2

Moto2, ‘esordio’ alternativo per Biesiekirski: test a Barcellona con SAG Team