Akira Yanagawa

Akira Yanagawa e Kawasaki: divorzio dopo 25 stagioni

Akira Yanagawa, 49 anni il prossimo 15 luglio, ha annunciato la conclusione del suo matrimonio con Kawasaki dopo 1/4 di secolo di storia vissuti insieme.

12 gennaio 2020 - 13:09

Nel motociclismo degli anni Duemila non c’è più spazio per le “bandiere“. Akira Yanagawa, icona All Japan tuttora in attività, ha annunciato il suo proposito di correre anche per la stagione 2020. Dopo 25 stagioni, tuttavia, apparentemente non più in sella ad una Kawasaki.

IL PRESENTE

Prossimo a compiere 49 anni il prossimo 15 luglio, Akira Yanagawa di appendere il casco al chiodo non ne vuole proprio sapere. Posticipati di anno in anno i propositi di ritiro, dal 2018 a questa parte di fatto non è più pilota Factory di Akashi. Estromesso dal Team Green nel 2017 per la 8 ore di Suzuka con previste solo qualche gara spot nell’All Japan Superbike, Akira ha successivamente difeso i colori del glorioso Team Hanshin Riding School e, nel 2019, del pluri-decorato team RS-ITOH nella JSB1000, ma anche alle 8 ore di Suzuka e Sepang.

IL FUTURO

L’estromissione dal Kawasaki Team Green dopo 15 stagioni e diversi titoli All Japan sfiorati insieme non l’aveva mandata giù l’originario di Kagoshima, tanto da lasciarsi andare ad un commento piuttosto piccato nel 2017. Nonostante questo sgarbo, Akira è rimasto sempre legato alla casa di Akashi, almeno fino a questo inizio dell’anno nuovo. Con un annuncio a sorpresa, Yanagawa ha comunicato che dopo 25 stagioni non sarà più pilota Kawasaki: continuerà a correre sì, ma evidentemente non più in sella ad una Ninja.

L’ANNUNCIO

Un ringraziamento a Kawasaki per questi 25 anni vissuti insieme“, ha detto Akira Yanagawa. “Ho iniziato con la ZXR750R nel 1995, passando alla ZX-7RR dal 1996 al 2001, poi la ZX-RR nel 2001/2003 e, dal 2004, con le ZX-10R e ZX-10RR. Ho trascorso un periodo fantastico della mia vita. Nel 2020, continuerò a correre con il team will raise Racing RS-ITOH: i dettagli saranno rivelati dalla squadra il prossimo mese di febbraio. Il mio viaggio nel motociclismo continua…“, aggiungendo “Let The Good Times Roll“, rinomato e storico claim Kawasaki.

2020

Ai primi di febbraio il team will raise RS-ITOH, squadra che annovera come direttore sportivo l’amico Hitoyasu Izutsu (il quale alla 8 ore di Sepang ha disputato ufficialmente la sua ultima gara in carriera proprio in equipaggio con Yanagawa), comunicherà i piani per la stagione 2020. Quel che è certo l’icona del motociclismo nipponico sarà nuovamente al via dell’All Japan Superbike e della 8 ore di Suzuka, considerando che la squadra ha il posto garantito in virtù della recente partecipazione (non particolarmente fortunata…) alla 8 ore di Sepang.

LA CARRIERA DI AKIRA YANAGAWA

Dopo aver corso con Lucky Strike Suzuki e F.C.C. TSR Honda, nel 1995 Akira era stato ingaggiato da Kawasaki, dando vita ad uno dei matrimoni più longevi delle due ruote. Con la casa di Akashi l’originario della prefettura di Kyushu (da qui il suo #87) ha corso in tutti i principali campionati motociclistici internazionali: dalla MotoGP al Mondiale Superbike, passando per l’AMA (200 miglia di Daytona compresa) e l’All Japan Superbike. Venticinque stagioni insieme, diventando una “bandiera” Kawasaki nelle corse: almeno fino a questo (improvviso) annuncio…

La carriera di Akira Yanagawa

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

All Japan

Test All Japan a Suzuka nonostante il Coronavirus

northern talent cup

Northern Talent Cup, rivisto il calendario per la stagione 2020

british talent cup

British Talent Cup: Rinviati i primi 3 round della stagione 2020