Bol d’Or: Yamaha Austria punta alla conquista della prima vittoria

Non ha mai vinto al Bol d'Or

8 settembre 2010 - 6:12

C’è una gara che manca nella bacheca dei trofei di Yamaha Austria Racing Team: il Bol d’Or. La possibilità di colmare questa “lacuna” si presenta questo fine settimana, con la 74° edizione della classica francese a Magny Cours.

YART dopo la sfortunata 8 ore di Suzuka dove ha condotto la gara addirittura al primo giro, restando a lungo in quarta posizione prima di una caduta di Gwen Giabbani, ha preparato al meglio il Bol d’Or presentandosi nei classici “Pre-Test” con la squadra al gran completo.

Il terzetto composto dallo stesso Gwen Giabbani, Igor Jerman e Steve Martin ha lavorato nella messa a punto della moto viaggiando sul passo dell’1’41” alto contro l’1’41” netto di BMW-BMP Elf 99 e Suzuki SERT.

Non ci sono preoccupazioni per Yamaha Austria, anzi, c’è la ferma ambizione di voler puntare alla vittoria anche in prospettiva campionato dopo i punti persi per strada tra Albacete e Suzuka.

Per il Bol d’Or ci sarà inoltre una novità in squadra: si tratta di Sheridan Morais, ingaggiato come “riserva”. Il pilota sud africano ha corso lo scorso anno qualche gara nel World Superbike con la Kawasaki ufficiale, ripetendo l’esperienza quest’anno tra Honda ECHO CRS e, nell’appuntamento di casa a Kyalami, con una Aprilia RSV4 Factory.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Biker

Poker Run sulle moto: un evento di grande successo

24h Spa

La 24h di Spa nel calendario FIM EWC il 4-5 giugno 2022

pawi moto2 moto3

Khairul Idham Pawi, ritorno alle corse? L’ex Moto2-Moto3 prova la MSBK