Jonathan Rea

8h Suzuka: Jonathan Rea e F.C.C. TSR Honda sugli scudi

Honda HRC resta davanti alla riepilogativa, ma la giornata di Test della 8 ore di Suzuka si conclude con Jonathan Rea (Kawasaki KRT) e F.C.C. TSR Honda in evidenza.

24 luglio 2019 - 11:33

Con l’impressionante 2’06″670 siglato nella mattinata da Takumi Takahashi lo squadrone Red Bull Honda HRC resta al comando della classifica riepilogativa, ma nel pomeriggio sul mitico tracciato dell’ottovolante gli avversi si sono messi in mostra eccome. La giornata supplementare di prove della 8 ore di Suzuka si chiude con Jonathan Rea (Kawasaki KRT) e Josh Hook (F.C.C. TSR Honda) al comando rispettivamente della penultima e conclusiva sessione, aspettando i responsi di domani con ulteriori due turni di prove libere.

RED BULL HONDA AL TOP

Replicando le performance espresse in tutte le precedenti tornate di test, Honda HRC ha primeggiato la giornata grazie al 2’06″670 siglato da Takumi Takahashi. Un gran tempo considerando temperature (29° già alle 9:00 del mattino!) ed il fatto che sia sceso in pista in assetto-gara. Il Campione All Japan Superbike 2017 si è confermato il più veloce del trio Red Bull Honda #33, lasciando poi spazio nel prosieguo delle attività a Stefan Bradl e Ryuichi Kiyonari, impegnati ad avvicinare (soprattutto King Kiyo) le performance del proprio team-mate ed il target del 2’07” di passo. Un proposito condiviso da Yamaha Factory che non ha cercato il time attack, destinando gran parte del tempo a disposizione a Michael van der Mark. Assente nei precedenti test per l’infortunio al polso destro rimediato a Misano, l’olandese è alla prima uscita con la R1 2019 in configurazione 8 ore e vestita con gli iconici colori TECH21.

ECCO JONATHAN REA

Con HARC-PRO Honda (Dominique Aegerter, Ryo Mizuno, Xavi Forés) e Yoshimura Suzuki (Yukio Kagayama, Sylvain Guintoli, Kazuki Watanabe) in piena top-5, nel pomeriggio si è registrato il primo acuto del weekend di Jonathan Rea. In 2’07″614 è stato il più veloce del secondo turno appartenente alla Test Session 2, con Leon Haslam e Toprak Razgatlioglu concentratisi a loro volta su viaggiare su tempi analoghi ed affinare il set-up della Ninja ZX-10RR #10 ufficiale KRT.

SUPER F.C.C. TSR HONDA

Non succede, ma se succede…“. Banalizzando il tutto con un tipico modo di dire italiano, questa sembra essere la sensazione del momento al box F.C.C. TSR Honda. Campioni del Mondo Endurance in carica, “di casa” a Suzuka (il quartier generale dista a 5 minuti dal tracciato), alla 8 ore sono chiamati ad un’impresa difficile, ma non impossibile. Complice il disastro di Le Mans, devono recuperare 23 punti di svantaggio in classifica rispetto al team Kawasaki SRC, con più soltanto potenziali 50 in palio (45 per la vittoria, 5 per la pole) nel fine settimana. Sarà, sta di fatto che la gloriosa compagine All Japan è partita con propositi ambiziosi: non si correrà sulla difensiva come nel 2018 (5° posto finale), ma si andrà all’attacco per vincere. Un auspicio per il momento suffragato da un rimarchevole 2’07″236 siglato nel terzo turno della Test Session 2 da Josh Hook, sufficiente per condurre la squadra capitanata da Masakazu Fujii in cima al monitor dei tempi.

OK I TOP TEAM EWC, YART VOLA

Un bel viaggiare non soltanto per F.C.C. TSR Honda, ma anche per tutte le principali squadre del FIM EWC. A caccia del sedicesimo mondiale nell’ultima gara di Dominique Meliand, la Suzuki S.E.R.T. a più riprese si è ritrovata in piena top-10. Ha preso le misure invece Kawasaki SRC, team capo-classifica di campionato che sconta la mancata partecipazione ai pregressi test ufficiali. Sul livello di F.C.C. TSR si è invece messa in mostra YART Yamaha con Broc Parkes, Marvin Fritz (il più veloce in assoluto del primo turno pomeridiano) e con soprattutto il nostro Niccolò Canepa. Al contrario di TSR non dispone per l’occasione di una moto “Suzuka Factory Spec.”, ma il passo sembra essere quello giusto per ambire ad un risultato di prestigio. Il terzo tempo complessivo del pomeriggio lo testimonia…

Coca Cola Suzuka 8 hours 2019
Classifica Riepilogativa Test Session 2

1- F.C.C. TSR Honda France – Honda CBR 1000RR SP2 – 2’07.236

2- Kawasaki Racing Team Suzuka 8H – Kawasaki ZX-10RR – + 0.378

3- YART Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 0.792

4- MuSASHi RT HARC-PRO Honda – Honda CBR 1000RR SP2 – + 0.867

5- Yoshimura Suzuki Motul Racing – Suzuki GSX-R 1000 – + 1.143

6- Red Bull Honda – Honda CBR 1000RRW – + 1.330

7- Yamaha Factory Racing Team – Yamaha YZF R1 – + 1.618

8- au & Teluru SAG RT – Honda CBR 1000RR SP2 – + 1.926

9- KYB Moriwaki Racing – Honda CBR 1000RR SP2 – + 2.142

10- S-PULSE Dream Racing IAI – Suzuki GSX-R 1000 – + 2.516

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Sebastien Gimbert

Sebastien Gimbert: una carriera straordinaria

Suzuka

Suzuka lascia strascichi: rivisto il regolamento EWC

8 ore di Suzuka

6 team ammessi di diritto alla 8 ore di Suzuka 2020: ecco come