Svolta Superbike: ora sapremo chi vince e chi perde, almeno per un giorno

Svolta Superbike: ora sapremo chi vince e chi perde, almeno per un giorno

Commenta per primo!

Dorna cambia abitudini alla Superbike: restano le due gare ma in due giorni diversi, il sabato e la domenica sempre alle 13. La motivazione della svolta lascia alquanto perplessi, allungare il week end per “rendere l'esperienza ancora più completa”. Infatti la reazione degli appassionati è stata alquanto tiepida, per non dire negativa. La vera rivoluzione però è un'altra, dal 2016 alla fine di ogni giornata avremo un vincitore e tanti sconfitti. A livello mediatico sarà come aver adottato la gara unica. Ecco perchè.

Il paddock show SBK

VERDETTO NETTO – L'esperimento delle gare spalmate in due giorni è già stato fatto nel 2013 a Laguna Seca, ma non funzionò: poco pubblico in circuito e modesto il riscontro dell'audience TV. Le stesse emittenti però devono aver cambiato idea. Aldilà dei risultati, che si potranno valutare solo a stagione conclusa, d'ora in poi avremo un verdetto netto. Ci sarà chi ha vinto e chi ha perso, almeno per 24 ore. Con la doppia manche ravvicinata era difficile eleggere il protagonista di giornata, perchè spesso chi andava male prima si riscattava poi, o viceversa. E' sempre stato un rompicapo trovare una faccia o un titolo che suonassero come sentenza dell'intero GP. Adesso il pubblico  avrà un giorno intero per commentare il primo match e godersi l'attesa per la rivincita. Tutto bene? No.

Al campione del Mondo Rea la novità piace

COMANDA LA TV – Ormai la Superbike è in mano alle TV. Stabiliscono come dev'essere il calendario,  impongono  gli orari di partenza e perfino chi corre: Max Biaggi difficilmente avrebbe avuto l'opportunità di tornare in pista a 44 anni se Italia1 non ci avesse messo mano. E se rivedrete in pista Marco Melandri sarà stato per le pressioni della stessa emittente. Per il pubblico “classico” la doppia giornata di corse è più un problema che un'opportunità, perchè se non altro bisognerà spendere di più per vedere lo stesso show che fin'ora era concentrato in poche ore. Migliorare l'esperienza SBK che significa? Immaginiamo che si alluda a concerti, eventi promozionali dalle Case, per esempio poter provare in anteprima la moto dei sogni. O magari andare a  cena coi campioni. Potrebbe funzionare, o forse no. Perchè la SBK ha un pubblico di intenditori cui i lustruni piacciono poco: vogliono azione, sfide, gomitate, sane rivalità. Solo il tempo ci dirà se la rivoluzione paga.

Seguitemi su Twitter: https://twitter.com/PaoloGozzi1

Pagina ufficiale Facebook:   https://www.facebook.com/insidesuperbike

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy