Max Biaggi, troppi vantaggi tecnici? Ecco come stanno le cose…

Max Biaggi, troppi vantaggi tecnici? Ecco come stanno le cose…

3 commenti

Il vecchio Re Leone torna nella foresta e le antilopi si preparano a correre forte. Il doppio sesto posto di Misano, dopo tre anni di stop, è stato l'antipasto. E domenica in Malesia, su un tracciato più veloce e adatto all'Aprilia, il sei volte campione del Mondo vuole mangiarseli tutti. A 44 anni la stessa fame di sempre. Fiutato il pericolo gli avversari mugugnano: “Ha troppi vantaggi tecnici”. Biaggi è iscritto come wild card e il regolamento spiana la strada: 1. due motori per GP, contro sette dei piloti permanenti per l'intera stagione (13 GP); 2. Possibilità di utilizzare rapporti interni del cambio ad hoc, mentre gli altri hanno un solo set per l'intero campionato; 3. Nessuna restrizione di test, infatti qui Biaggi ha girato quattro giorni (tre di pioggia…) settimana scorsa. In realtà aver potuto girare sarà l'unico vantaggio. E Paolo Biasio, padovano di 37 anni, responsabile tecnico di Max, ci spiega perchè.

Ingegnere Biasio, ci racconti del cambio.

“Il cambio Aprilia quest'anno è stato progettato per coprire almeno 1500 chilometri, per cui non sono stati realizzati pezzi speciali diversi da consentire variazioni dalla rapportatura standard, la stessa adottata dal team ufficiale (Haslam e Torres, ndr). Di fatto Max non può sfruttare questo teorico vantaggio regolamentare.”

Quindi Biaggi userà gli stessi rapporti interni di Misano?

“Sì, esattamente gli stessi. Non esistono rapporti diversi a nostra disposizione da poter utilizzare anche se potenzialmente si poteva fare un'ottimizzazione, sfruttando il regolamento al 100%”

Perchè la RSV4 RF stradale ha il cambio estraibile, cioè la possibilità di cambiare gli ingranaggi di ogni singola marcia, e la versione SBK no?

“Il regolamento SBK è stato appositamente cambiato per togliere il vantaggio a chi ha portato sulla moto stradale questo tipo di opzione. Volevano ridurre i costi, ma dalle nostre analisi risulta che non è affatto così. E' stata una variazione  regolamentare che ha penalizzato la RSV4 RF per aiutare chi l'anno scorso era meno competitivo e non aveva questa opzione”.

Quanto influisce sull'assetto della moto l'impossibilità di cambiare i rapporti interni del cambio?

“Molto! Il fatto di aver bloccato il cambio comporta accettare grossi compromessi sulla definizione della lunghezza del forcellone data dalla scelta del pignone e della corona. Paradossalmente i clienti che usano la RSV4 RF stradale in pista possono fare molte più ottimizzazioni dei piloti ufficiali Aprilia nel Mondiale Superbike. Max Biaggi incluso.”

Pignone e corona sono molto diversi da quelli montati a Misano?

“No, la scelta è molto simile. Per ottenere la geometria ideale dobbiamo sacrificare il rapporto finale. Un assetto migliore è più importante che guadagnare 2-3 km/h di velocità massima  in fondo al rettilineo.”

Per Biaggi avete punzonato tre motori per Misano e Sepang. Quindi userete unità speciali, diversi da quelli di Haslam e Torres?

“Max è prima di tutto il nostro tester, Aprilia non ha sviluppato componenti “special” per sfruttare i vantaggi concessi alla wild card, non aveva senso farlo. Al contrario come test team con lui abbiamo continuato il lavoro di affinamento della RSV4. Abbiamo punzonato i tre motori previsti da regolamento, ma sono motori identici a quelli a disposizione del team ufficiale per cui devono rispettare i limiti imposti dal regolamento”.

Quindi perchè gli avversari si lamentano?

A Misano ho sentito parecchi piloti imputare le prestazioni di Max ad un mezzo superiore. Ma vi assicuro che la moto a sua disposizione rispetta in tutto e per tutto il regolamento come le moto di Haslam e Torres. Anzi rispetto agli anni precedenti la quattro cilindri di Noale adesso è fortemente penalizzata”

Seguitemi su Twitter: https://twitter.com/PaoloGozzi1

Pagina ufficiale Facebook:   https://www.facebook.com/insidesuperbike

3 commenti

3 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. akiraryo - 2 anni fa

    Molto interessante l’intervista al capo tecnico
    sulle qualita’ del pilota non si discute
    tutti i cinni che corrono adesso non sono neanche la brutta copia di MAX

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. AlfonsoGaluba - 2 anni fa

    Purtroppo Sig Gozzi, farsi battere da un pilota di 44 anni che non correva da tre anni ha fatto male (oserei dire malissimo) ha molti. Ricordo a Misano un intervista di Badovini, che diceva che prima lui stava dietro a Biaggi, invece a Misano sarebbe stato il contrario. Dove era Badovini a Misano? ancora dietro a Biaggi. Io dico che Biaggi, se non si ritirava, ad oggi poteva vincere almeno altri due titoli. Però con i se e con i ma, non si fà la storia. Per vederlo sesto a Misano, velocissimo e bloccato solo dal fatto che non ha più la mano nel fare duelli con gli avversari, lascia pensare che il Biaggi di tre anni fà (quello che si ritiro) era ancora il top.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. canemoltosciolto - 2 anni fa

    articolo molto utile, grazie!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy