MotoGP, Suzuki da lode. Davide Brivio: “Aspettiamo altre novità”

MotoGP, Suzuki da lode. Davide Brivio: “Aspettiamo altre novità”

Davide Brivio, team manager Suzuki, soddisfatto della prima parte di stagione 2018. Ma nei test di Brno e Aragon altri aggiornamenti in arrivo per la GSX-RR.

di Luigi Ciamburro
Alex Rins

Suzuki promossa a pieni voti nel primo semestre del Mondiale 2018 di MotoGP. Quattro podi conquistati, due ad opera di Andrea Iannone e due di Alex Rins, dimostrano i passi avanti del pacchetto GSX-RR dopo le difficoltà dell’anno scorso. Quattro podi in otto gare che confermano anche la tenacia e la grinta del team manager italiano Davide Brivio: “Siamo stati felici di vedere Alex lottare con i migliori piloti ad Assen, senza paura e combattendo fino alla fine con enorme determinazione per raggiungere un bel podio. È stato molto eccitante per noi e in generale è stata una delle gare più incredibili che abbia mai visto“.

Passi avanti sono stati compiuti in tutte le aree dopo gli errori del 2017 soprattutto in termini di motore. Ma a migliorare è anche il feeling dei piloti con la moto, frutto di un certosino sviluppo e adattamento intrapreso durante la pausa invernale. “Abbiamo fatto davvero un buon lavoro, soprattutto con Alex, che stava crescendo e migliorando le sue prestazioni, quindi è stato molto importante in termini di sviluppo. Ha avuto l’opportunità di selezionare diverse opzioni e questo lo ha reso più maturo e più forte. Allo stesso tempo, Andrea ha anche migliorato il suo feeling con la moto e le sue prestazioni, ora abbiamo due piloti competitivi che si sfidano e si spingono a vicenda“.

Quest’anno la casa di Hamamatsu può contare ancora sulle concessioni del regolamento, come il non congelamento del motore e un numero illimitato di test. Spinte che devono aiutare per chiudere al meglio la seconda parte della stagione e in ottica 2019, ma che Davide Brivio spera di perdere quanto prima. Basterà un solo altro podio per dire addio alle concessioni. “Questo significa che abbiamo continuato a fare le cose giuste e siamo saliti sul podio regolarmente, questa sarà una buona notizia per la Suzuki“. Ma lo sviluppo della GSX-RR potrebbe riservare ulteriori sorprese, dopo le evoluzioni del telaio (con rinforzi in carbonio) e del motore introdotti rispettivamente al Mugello e ad Assen. “Il nostro reparto corse continua a lavorare e vediamo nei prossimi test a Brno o Aragon se siamo in grado di provare alcune nuove parti per rendere il nostro pacchetto ancora più competitivo“, ha assicurato Brivio. L’obiettivo primario è inseguito da tempo: miglioramento della stabilità in frenata e in curva.

MXGP Videopass: prezzi e offerte disponibili

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy