MotoGP: Aprilia, che succede? La RS-GP naviga sul fondo

MotoGP: Aprilia, che succede? La RS-GP naviga sul fondo

Aleix Espargaro solo 19° in una qualifica condizionata dal freddo.

di Redazione Corsedimoto
Aleix Espargaro Aprilia MotoGP

Aprilia ha portato in Australia parecchie novità, in aggiuta a soluzioni già sperimentate nel 2017 per provare a dare la svolta ad una stagione ben sotto le aspettative. La marca di Noale è tornata in MotoGP da quattro anni, ma questo 2018 andrà in archivio come il più difficile. Passi avanti non si vedono, anzi più passano le gare, peggio è. Andrea Iannone avrà un compito difficilissimo, perchè l’impressione che squadra e reparto corse abbiano smarrito la strada è palpabile. Qui cronaca e classifica della qualifica

Anche in questa giornata di qualifica  è stato difficile mantenere le gomme in temperatura” lamenta Aleix Espargaro. “Con queste basse temperature e, soprattutto, con un vento così freddo, specialmente la gomma davanti soffre. Questo rende la moto difficile da far girare e nervosa. Siamo riusciti a migliorare tra le FP3 e le FP4, stravolgendo il setting della moto. Abbiamo trovato una base su cui lavorare, chiaramente tempo e posizione non sono quelli che ci aspettiamo“.

Ancora peggio (22° posizione) è andato Scott Redding. “Sia io sia Aleix stiamo soffrendo su questa pista. Anche usando la mescola più morbida non sono riuscito a trovare la giusta confidenza, sembra quasi di utilizzare gomme più dure. Per le FP4 abbiamo fatto dei grossi cambiamenti e sono riuscito a recuperare un po’ il feeling, ma in qualifica il divario si è riconfermato perchè evidentemente gli altri piloti riescono a sfruttare un grip migliore”.

Scommetti con Johnnybet

Ricambi moto 4moto.it

Biglietteria per tutti gli eventi motoristici, F1 inclusa

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy