American Superbike: Suzuki Vs Yamaha all’Infineon Raceway

American Superbike: Suzuki Vs Yamaha all’Infineon Raceway

Blake Young nuovo leader con Josh Hayes all’attaccco

Commenta per primo!

Dalle volate al fotofinish del triovale di Daytona, l’American Superbike passa dopo una lunga sosta ai saliscendi dell’Infineon Raceway di Sears Point in Sonoma. Gli estremi opposti per trovare conferme dopo il primo appuntamento stagionale che ha eletto in Blake Young in nuovo leader, autore della prima personale doppietta in carriera con la GSX-R 1000 preparata da Yoshimura del Rockstar Makita Suzuki. Pupillo di Kevin Schwantz, Young ha iniziato la stagione nel miglior modo possibile, confermando di esser ormai pronto alla conquista del titolo al terzo anno da pilota ufficiale American Suzuki. Sessanta punti all’attivo, ma con i sfavori del pronostico per Sonoma, tracciato che esalta le caratteristiche della Yamaha R1 e le qualità del campione in carica Josh Hayes che, proprio in California, lo scorso anno diede inizio alla rimonta che gli consentì di celebrare la conquista del primo personale titolo AMA a 17 anni dall’ultimo trionfo Yamaha nella categoria. Beffato a Daytona in volata (26 millesimi in Gara 1, 71 nella seconda manche!), Hayes è il legittimo favorito per il week-end, unica R1 nelle posizioni di testa in una selva di Suzuki. Oltre a Blake Young, è atteso al riscatto Tommy Hayden (Rockstar Makita Suzuki) che non è andato oltre due terzi posti in Florida. In più saranno da seguire i due piloti del Michael Jordan Motorsport, Ben Bostrom e Roger Hayden, che disporranno delle nuove GSX-R 1000 arrivate nel workshop di Jordan Suzuki proprio nelle ultime settimane. Proseguirà l’apprendistato invece Martin Cardenas, campione Daytona SportBike in carica che si è subito ben adattato alle 1000cc, come dimostra il 4° posto di Gara 2 con M4 Suzuki. Ambizioso anche Larry Pegram: il decano dell’AMA Superbike ha sfruttato questi due mesi di sosta per lavorare sulla BMW S1000RR, in ritardo di preparazione a Daytona, ma velocissima nei recenti test collettivi al Miller Motorsports Park. Sempre con la 4 cilindri di Monaco correranno Chris Peris (Iron Horse BMW ESP) e Jeremy Toye (San Diego BMW Racing Powered by Lees Cycle), mentre prossimamente potrebbe presentarsi al via anche Steve Rapp che ha provato la S1000RR di San Josè BMW a Miller. Di sicuro rivedremo al via a Sonoma la nuova Kawasaki Ninja ZX-10R “ufficiale” del team Attack Performance: non con Eric Bostrom, bensì con il 19enne JD Beach, campione AMA SuperSport East Division in carica (ed in passato nella Red Bull Rookies Cup e AMA Flat Track), rivelazione della 200 miglia di Daytona dove con una ZX-6R dello stesso team ha sfiorato la vittoria. Per quanto riguarda Eric Bostrom sembra aver definitivamente preso la decisione di appendere il casco al chiodo: è atteso all’Infineon Raceway, ma soltanto per seguire questa avventura dopo un più che promettente esordio di Daytona.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy