8h Suzuka: 2° giorno di Test, Kiyonari svetta con Suzuki Kagayama

8h Suzuka: 2° giorno di Test, Kiyonari svetta con Suzuki Kagayama

La Suzuki del Team Kagayama con Ryuichi Kiyonari comanda il Day 2 di Official Test della 8h Suzuka davanti a Kawasaki Team Green e F.C.C. TSR Honda.

Quattro vittorie (2005, 2008, 2010 e 2011) con Honda, adesso vuole riprovarci con Suzuki dopo il podio dello scorso anno. Seppur non al meglio della forma fisica per la recente frattura alla clavicola sinistra rimediata nella tappa del BSB a Brands Hatch Indy, con la Suzuki GSX-R 1000 del Team Kagayama Ryuichi Kiyonari ha comandato la seconda giornata di test ufficiali in vista della Suzuka 8 hours 2016 a precedere la Kawasaki Factory del Team Green (con Kazuki Watanabe e Leon Haslam molto veloci), ma le Honda non stanno a guardare: terzo il team F.C.C. TSR e, sul passo, HARC-PRO presente con il solo Takumi Takahashi prepara la rivincita dopo la figuraccia del 2015 con riferimenti costanti e a dir poco competitivi.

SUPER KING KIYO – Conclusa al termine della stagione 2013 la sua lunga militanza in Honda con 4 vittorie alla 8 ore, 3 titoli nel BSB, 2 tra le 600cc (nell’All Japan e ARRC) vantando parentesi tra MotoGP e World Superbike, Ryuichi Kiyonari ha intrapreso una seconda e terza vita nel motociclismo. Dapprima un biennio con Buildbase BMW nel British Superbike (titolo sfiorato nel 2014), da quest’anno a tutti gli effetti pilota Suzuki sempre tra BSB (con Halsall Bennetts Suzuki) e nuovamente con il Team Kagayama alla 8 ore dopo il terzo posto della passata edizione conseguito con lo stesso Yukio Kagayama e Noriyuki Haga in equipaggio. ‘King Kiyo‘ con la Gixxer sembra trovarsi a meraviglia e lo ha testimoniato con il miglior tempo ottenuto oggi nella seconda giornata di Test in 2’08″642, staccato proprio nella conclusiva sessione di attività in programma. Un gran bel giro per Kiyonari, a maggior ragione se consideriamo che la compagine di Yukio Kagayama (a sua volta competitivo: 2’08″808 il personale best lap) corre con pneumatici Dunlop in una selva di gommati Bridgestone, testimoniando come i tre podi nelle precedenti tre edizioni (3° nel 2013, 2014 e 2015 anche grazie al contributo di Kevin Schwantz e Dominique Aegerter) non siano stati per nulla frutto del caso.

Il leggendario Akira Yanagawa davanti a Leon Haslam: insieme a Kazuki Watanabe difenderanno i colori del Team Green
Il leggendario Akira Yanagawa davanti a Leon Haslam: insieme a Kazuki Watanabe difenderanno i colori del Team Green

SUZUKI NUOVAMENTE AL TOP, MA LA KAWASAKI…Se ieri Yoshimura con uno scatenato Takuya Tsuda aveva primeggiato con un rimarchevole 2’07″470, la casa di Hamamatsu si conferma ai vertici questa volta con il Team Kagayama grazie a Kiyonari, Kagayama ed il giovane Naomichi Uramoto, tra i più promettenti piloti All Japan strappato quest’anno alla Honda. In casa Yoshimura si è invece lavorato su diversi aspetti (strategie in primis) anche con Noriyuki Haga, rimasto lontano dai tempi del suo compagno di squadra, sceso in pista indossando un casco-omaggio al glorioso brand nipponico con un adesivo in ricordo del compianto Fabrizio Pirovano. In graduatoria i primi inseguitori di Kagayama Suzuki rispondono al nome del Team Green, emanazione diretta del Reparto Corse KHI di Akahashi, in 2’08″720 secondi con Kazuki Watanabe affiancato dal capoclassifica del BSB Leon Haslam (a sua volta sul 2’08” alto) e dal leggendario Akira Yanagawa, trio a caccia di una vittoria che per la Verdona manca addirittura dal 1993 (l’unica alla 8 ore con il dream team formato da Scott Russell e Aaron Slight).

Takumi Takahashi unico pilota HARC-PRO Honda presente, Nicky Hayden e Michael van der Mark li rivedremo ai prossimi Test
Takumi Takahashi unico pilota HARC-PRO Honda presente, Nicky Hayden e Michael van der Mark li rivedremo ai prossimi Test

OCCHIO ALLE HONDA – Se manca il confronto diretto con Yamaha, presente con il solo team YART (Broc Parkes in 2’09″994 con specifiche Pirelli, in squadra con i promettenti Kohta Nozane e Takuya Fujita) aspettando il ritorno di Yamaha Factory Racing per i Manufacturer Test del 13-14 luglio prossimi, quasi lontane dalle luci dei riflettori e da proclami ambiziosi i team di riferimento Honda hanno proseguito il loro lavoro di affinamento delle Fireblade in vista del weekend di gara concentrandosi particolarmente sul ritmo per fare la differenza sulla distanza. Questo il caso di HARC-PRO, presente con il solo Takumi Takahashi, ben più competitivo del crono di 2’09″448 (costanti i suoi tempi a serbatoio pieno sotto il 2’10”: con van der Mark e Hayden sarà un equipaggio da tenere d’occhio), preceduto anche dal team Kohara (con un ‘ritrovato’ Kousuke Akiyoshi in gran forma, 2’08″977 insieme a Hikari Okubo e Damian Cudlin) e da F.C.C. TSR, confermatosi ad alti livelli con Kazuma Watanabe, PJ Jacobsen e Dominique Aegerter a caccia di punti preziosi per la classifica del Mondiale Endurance. Da segnalare infine la crescita di Takaaki Nakagami, recente vincitore del GP di Assen Moto2, oggi autore di un apprezzabile 2’10″348 mentre con la seconda Fireblade dell’Honda Team Asia Ratthapong Wilairot (fratello di Ratthapark) è finito a terra. Domani la terza nonchè conclusiva giornata di Official Test a Suzuka, si spera mitigata come oggi da condizioni meteorologiche favorevoli.

Coca-Cola Zero Suzuka 8 hours 2016
Official Test
Classifica 2° giorno (martedì 5 luglio)

01- Team Kagayama (Suzuki) – Kagayama/Kiyonari/Uramoto – 2’08.642
02- Team Green (Kawasaki) – Watanabe/Yanagawa/Haslam – 2’08.720
03- F.C.C. TSR Honda (Honda) – Watanabe/Jacobsen/Aegerter – 2’08.752
04- au & Teluru Kohara RT (Honda) – Akiyoshi/Cudlin/Okubo – 2’08.977
05- Yoshimura Suzuki Shell Advance (Suzuki) – Tsuda/Haga – 2’09.413
06- MuSASHi RT HARC-PRO (Honda) – Takahashi – 2’09.448
07- TOHO Racing (Honda) – Yamaguchi/Rea – 2.09.893
08- YART Yamaha (Yamaha) – Parkes/Nozane/Fujita – 2’09.994
09- Honda Suzuka Racing Team (Honda) – Hiura/Yasuda/Kamei – 2’10.343
10- SatuHATI Honda Team Asia (Honda) – Nakagami/Zaidi/Wilairot – 2’10.348
11- Rosetta Motorrad39 (BMW) – Sakai/Pesek – 2’10.396
12- MotoMap Supply (Suzuki) – Konno/Aoki/Waters – 2’10.516
13- Team JP Dog Fight Racing (Yamaha) – Aitchison/Turner/Kimura – 2’10.521
14- EVA RT Trick Star (Kawasaki) – Izutsu/Serizawa/Nigon – 2’11.137
15- HKC&IMT Racing (Yamaha) – Hamahara/Kita – 2’11.699

8h Suzuka – Il programma dei Test ufficiali

8h Suzuka – Il ritorno di Nicky Hayden, sarà protagonista?

FOTOGALLERY Test Yamaha per la 8h Suzuka 2016

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy