Sky Racing Team VR46 pronto per la sfida mondiale del 2019

Sky Racing Team VR46 si presenta per un 2019 da protagonista, puntando su Luca Marini e Nicolò Bulega in Moto2, su Dennis Foggia e Celestino Vietti in Moto3.

1 febbraio 2019 - 15:03

A Milano lo Sky Racing Team VR46 si presenta con rinnovate ambizioni e ambizioni intatte, con l’obiettivo di essere ancora protagonisti nel Campionato del Mondo. Dopo aver vinto il primo titolo iridato con Francesco Bagnaia a cinque anni dalla nascita, la squadra nata dal sodalizio tra Sky e la VR46 di Valentino Rossi ha presentato ufficialmente la line-up di piloti con cui affronterà il 2019. In Moto2 si punta su Luca Marini e sul rookie Nicolò Bulega, in Moto3 si spera in risultati importanti con Dennis Foggia e con il debuttante Celestino Vietti Ramus.

Squadre rinnovate (per metà) ma non solo: anche la livrea delle KTM dei giovanissimi e le KALEX dei piloti della categoria intermedia si presenta rivisitata nei colori e nelle linee. Spicca soprattutto l’aggiunta dell’argento, particolarmente evidente sul serbatoio delle moto ma anche sulle tute dei quattro alfieri dello Sky Racing Team VR46, oltre ad un piccolo cambio nella parte laterale delle carene, con il cerchio (logo del team) che richiama più direttamente la Q di Sky Q. Confermato nuovamente Pablo Nieto nel suo ruolo di Team Manager, con Luca Brivio come Team Coordinator, mentre Roberto Locatelli sarà il nuovo coach della VR46 Academy (ne abbiamo parlato qui).

“Abbiamo alle nostre spalle un team di professionisti, che vivono come in una famiglia” ha dichiarato Pablo Nieto. “In Moto2, Luca sarà di nuovo al top dopo l’intervento alla spalla. Ha dimostrato il suo valore e ha le carte in regola per realizzare una stagione da protagonista, mentre noi cercheremo di non fargli sentire troppo la pressione. Accanto a lui esordirà Nicolò, con una moto che si adatta meglio alle sue caratteristiche fisiche. Ha talento e sono sicuro che lo dimostrerà.” Parla poi dei piloti Moto3: “Abbiamo due giovanissimi pronti a farci divertire. Dennis ha completato un anno di esperienza avvicinandosi ai più forti, mentre Celestino ha già mosso i primi passi nel Mondiale. Ci sarà tanto da lavorare, ma ci auguriamo che siano presto coi più veloci.”

Sarà un’annata importante per Luca Marini (operatosi ad una spalla nel corso della pausa invernale) e Nicolò Bulega, chiamati ad una sfida soprattutto dal punto di vista tecnico con l’introduzione del motore Triumph e della centralina Magneti Marelli, senza dimenticare le qualifiche in stile MotoGP. “Sono pronto a tornare in sella dopo l’intervento” ha dichiarato il primo, “la riabilitazione procede al meglio. A novembre il nuovo motore ci ha dato riscontri positivi, ma ne sapremo di più solo nelle prossime settimane. Il finale di 2018 è stato buono, ma ora dobbiamo lavorare bene per arrivare preparati in Qatar.” Bulega è ben più emozionato, trattandosi dell’esordio in Moto2: “Ho debuttato con Sky Racing Team VR46 in Moto3 nel 2016 e sono orgoglioso di affrontare questo cambio con loro. Il primo test mi ha confermato che sono più adatto a questa categoria, una bella iniezione di fiducia. Non vedo l’ora di cominciare.”

Dennis Foggia si prepara alla sua seconda stagione nel Motomondiale, affiancato da Celestino Vietti Ramus, già suo compagno di squadra nelle ultime gare del 2018 in seguito all’infortunio di Bulega. Tante novità anche in Moto3, a partire dal sistema di qualifiche, oltre alla nuova KTM. “Il 2018 è stato un anno impegnativo” ha detto ‘The Rocket’, “chiuso in crescendo con il primo podio, e ho accumulato tanta esperienza. La KTM è apparsa veloce fin da subito, punto ad essere competitivo fin dalle prime gare.” ‘Celin’ si prepara al debutto, forte però delle gare disputate l’anno scorso (con anche un podio in Australia): “Si tratta di un sogno per qualsiasi pilota della mia età. Durante il trittico ho conosciuto la squadra e la moto, ma devo fare parecchia esperienza. L’obiettivo principale è di essere competitivo in Europa e di rientrare tra i migliori rookie.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

moto3 aron canet

Moto3, Aragón: Aron Canet, dalla Q1 alla pole position

MotoGP: Limiti della pista, le novità dopo Misano

fernandez aragon

Moto2, Aragón: Prove 3, Fernández in Q2 col miglior tempo