jorge martinez angel nieto

Motomondiale: Angel Nieto Team cambia nome, ritorna Aspar Team

Si chiude il periodo del Angel Nieto Team, ritorna la denominazione Aspar Team. Sfide rinnovate tra Moto2 e Moto3, sempre ricordando il 13 volte iridato.

29 novembre 2019 - 14:47

Tante novità nella struttura di Jorge ‘Aspar’ Martínez in vista della stagione 2020. Quella che fa più notizia è il ritorno del nome del Aspar Team: riprende così la sua denominazione originale, dopo due stagioni intitolate a Angel Nieto. Un omaggio che comunque continuerà, visto che Martínez è legato alla fondazione intitolata al 13 volte iridato: il logo comparirà su tutte le moto in azione nel Mondiale.

Vari cambiamenti poi anche per quanto riguarda le line-up: confermato Albert Arenas in Moto3, arriva al suo fianco l’italiano Stefano Nepa. In Moto2 novità assoluta con l’esordiente Aron Canet e l’ex pilota MotoGP Hafizh Syahrin, entrambi sulle nuove Speed Up. Continua l’impegno nella Coppa del Mondo MotoE e nel FIM CEV Repsol, sia European Talent Cup che Mondiale Junior. Oltre a ciò, la ‘cantera’ della squadra potrà contare su ben cinque piloti al via in Red Bull Rookies Cup.

“Un piacere portare il nome di Angel Nieto in tutti i circuiti del mondo” ha dichiarato Jorge Martínez. “In questo periodo siamo saliti per tre volte sul gradino più alto del podio. Sarò sempre grato a Nieto ed alla sua famiglia, ma questa non è una fine. Anzi, è un punto e a capo, perché continuiamo a collaborare con la Fondazione a suo nome: ne sono patrono e tutti i Nieto, con Gelete e Pablo in testa, sono la mia famiglia. Siamo felici di continuare ad aiutare a crescere giovani piloti per portarli nel Mondiale, come avrebbe fatto Angel Nieto.”

“Il legame tra i Nieto e Martínez ha radici antiche, da quando cioè lui e mio padre correvano insieme” ha aggiunto Angel Nieto jr, o meglio Gelete. “La relazione è solida e bellissima. Sono felice di quello che ha fatto. Quando mi ha raccontato che voleva omaggiare mio padre mettendo il suo nome alla squadra, è stata una grande emozione. Sono stati due anni importanti, con buoni risultati. Anche Pablo, che pure è un rivale [in Sky Racing TeamVR46, ndr], se n’è rallegrato. Ora inizia una nuova tappa: sarà emozionante vedere che la Fondazione di nostro padre che avrà grande visibilità nel Campionato del Mondo.” 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

moto2 diggia bastianini

Moto2: Ben 11 rookies nel 2019, vediamo la loro stagione

Casey Stoner ex rivale di Valentino Rossi

Casey Stoner: “Rossi non è troppo vecchio, può puntare alla vittoria”

MotoGP, Johann Zarco

MotoGP, Johann Zarco: “Ho firmato con Ducati, non con Avintia”