pedrosa sepang shakedown motogp

MotoGP, Sepang shakedown: Pedrosa-Espargaró sotto i due minuti

Secondo giorno di shakedown a Sepang. Al momento le KTM dettano il passo, 3° Alex Márquez. Jorge Lorenzo si fa attendere.

3 febbraio 2020 - 8:58

Secondo giorno di attività a Sepang, con qualche pilota in più che monta il transponder sulla propria moto. Abbiamo così una classifica dei tempi più ampia. Al comando finora rimane sempre Dani Pedrosa, il primo a scendere sotto i due minuti, con Pol Espargaró a 31 millesimi, terzo è il rookie Alex Márquez. Ricordiamo che il record in gara su questo tracciato è 1:59.661. Si finisce sempre alle 18:00 locali, le 11:00 in Italia. (foto: ShooterBikes) 

Temperature non troppo facili da gestire in questo periodo a Sepang: parliamo infatti di 47° C per quanto riguarda l’asfalto. Questo però non rallenta la truppa KTM, anche oggi al completo tra esordienti, piloti ufficiali ed il tester di riferimento. Ultimo giorno di prove poi per Alex Márquez, che domani sarà a Jakarta per la presentazione del Repsol Honda Team. Continuerà invece Stefan Bradl, in pista tra l’altro con una nuova carenatura.

Michele Pirro, come visto già nella prima giornata, ha sempre due Ducati Desmosedici nel suo box, mentre Sylvain Guintoli procede con i test sulla nuova GSX-RR 2020. Il tester Aprilia Bradley Smith è regolarmente in pista dopo l’incidente di domenica, così come Lorenzo Savadori, ingaggiato dalla casa di Noale per questo shakedown, visto che Iannone è attualmente fuori causa per un caso di doping.

Tanto atteso in pista, ma ancora non s’è visto Jorge Lorenzo. Il nuovo tester europeo per Yamaha è arrivato a Sepang nella mattinata di ieri, ma si fanno attendere i primi giri con la M1. Probabile ormai che il suo esordio come tester avvenga nella terza ed ultima giornata di shakedown. Il collaudatore Katsuyuki Nakasuga (senza transponder) intanto è stato il primo a portare in pista la Yamaha M1 2020.

La classifica finora
1. Dani Pedrosa – KTM – 1:59.841
2. Pol Espargaró – KTM – 1:59.972
3. Alex Márquez – Honda – 2:00.270
4. Miguel Oliveira – KTM – 2:00.695
5. Michele Pirro – Ducati – 2:00.695
6. Stefan Bradl – Honda – 2:00.749
7. Brad Binder – KTM – 2:00.899
8. Sylvain Guintoli – Suzuki – 2:01.125
9. Bradley Smith – Aprilia – 2:01.460
10. Iker Lecuona – KTM – 2:01.946
11. Lorenzo Savadori – Aprilia – 2:03.606

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Andrea Iannone

Andrea Iannone: “L’Aprilia RS-GP meglio di una notte d’amore”

tony arbolino moto3

Tony Arbolino: “Sensazione particolare quando corro, mi sento forte”

MotoGP, Fabio Quartararo: “19 Gran Premi di fila perfetti per me”