MotoGP: Lorenzo e l’omaggio a Rossi, i problemi al Mugello

Jorge Lorenzo racconta la giornata di domenica

8 giugno 2010 - 4:29

La giornata di domenica al Mugello per Jorge Lorenzo non è stata come tutte le altre. Ha incontrato qualche problema imprevisto, ma tutto sommato con il secondo posto si è confermato saldamente quale leader della MotoGP, adesso con 25 punti di vantaggio su Dani Pedrosa. Proprio della situazione in classifica ha parlato “porfuera” nelle dichiarazioni post-gara al quotidiano iberico sportivo “AS“: meglio di così era, quasi, impossibile.

Abbiamo quasi preso bottino pieno nelle prime quattro gare. A inizio stagione avrei sicuramente messo la firma per ritrovarmi con 90 punti dei 100 a disposizione dopo il Mugello“.

Doverosamente Jorge Lorenzo ha spiegato “l’omaggio” a Valentino Rossi, quando ha indossato la maglietta gialla VR 46 sul podio.

Era un gesto che mi sono sentito di fare davanti al suo pubblico. Ho avuto infortuni nel passato, ma mai così importanti come quello di Valentino“.

Per concludere non poteva che parlare dei problemi riscontrati in gara, dove non è riuscito a replicare il passo mostrato nelle prove girando sempre sopra l’1’50” al contrario di Dani Pedrosa, che ha messo insieme nei primi giri ben 6 giri consecutivi sull’1’49”.

Ero un pò deluso, ma credo guarderò questa gara e risultato da un’altra prospettiva. Nel Warm Up ho visto che la posteriore non aveva lo stesso grip delle prove, non so se sia dovuto alla gomma in sè o alle temperature. Dani è stato velocissimo, io non ci sono riusciti, non avevo lo stesso feeling: forse con i risultati delle prove sarei stato vicino a lui, ma non si può mai sapere“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Lorenzo Savadori

Superbike: CIV Michele Pirro che caduta, Lorenzo Savadori che vittoria

Valentino Rossi al Ranch di Tavullia

Ranch di Tavullia: il tempio di Valentino Rossi in tre configurazioni

Superbike, Michele Pirro

Superbike: CIV Michele Pirro firma la 14° pole position