MotoGP: Jorge Lorenzo “Niente panico, ho girato meno arrivando in Ducati”

Il maiorchino fa notare che pur saltando Sepang arriverà al debutto con più giorni di collaudo di quando è passato da Yamaha a Ducati

28 gennaio 2019 - 6:00

Jorge Lorenzo dovrà saltare i test di Sepang (6-8 febbraio) per la frattura dello scafoide sinistro in allenamento. Ma non si abbatte e tenterà di recuperare in tempo per la sessione successiva in Qatar. Ce la facesse, il cinque volte iridato arriverebbe al debutto con la Honda HRC con più giorni di collaudo all’attivo di quando, due anni orsono, è passato da Yamaha a Ducati.

A Sepang la  squadra avrà nuove parti che io purtroppo non potrò sperimentare subito” si dispiace Jorge Lorenzo sull’on line Speedweek. “Ma conto di rimettermi a posto in tempo per girare in Qatar (23-25 febbraio, ndr). In questo modo arriverà alla prima gara con più giorni di test alle spalle di quando sono passato dalla Yamaha alla Ducati. E come ha detto il team manager Alberto Puig, poteva andare peggio.Se un infortunio simile si fosse verificato nel bel mezzo della stagione mi sarei trovato in una situazione molto delicata.”

Jorge confida anche sulla nuova moto, che secondo lui non è così faticosa da guidare come la Ducati. “E’ il motivo per cui non mi preoccupo affatto. Neanche durante i test di Jerez, a fine novembre, ero al top della forma, e non potevo guidare come avrei potuto. Ma in ogni caso in quei due giorni ho avuto un ottimo feeling con la RC213V…” 

 

 

2 commenti

MotoGP: Jorge Lorenzo "Niente panico, ho girato meno arrivando in Ducati" - Corse di Moto - Arcobaleno Sport
12:42, 6 febbraio 2019

[…] MotoGP: Jorge Lorenzo “Niente panico, ho girato meno arrivando in Ducati”  Corse di Moto […]

MotoGP: Jorge Lorenzo "Niente panico, ho girato meno arrivando in Ducati" - Corse di Moto - Arcobaleno Sport
12:42, 6 febbraio 2019

[…] MotoGP: Jorge Lorenzo “Niente panico, ho girato meno arrivando in Ducati”  Corse di Moto […]

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoE, Aki Ajo: “L’intensità della competizione è stata una rivelazione”

Carlo Pernat: “La MotoGP ha bisogno di Valentino Rossi”

Dani Pedrosa prova le moto storiche che guiderà al Goodwood Revival