MotoGP, Marc Marquez

MotoGP, il duro inverno di Marc Marquez: fino a 4 mesi di stop

Honda preoccupata per l'infortunio di Marc Marquez, che potrebbe saltare anche il test MotoGP di Sepang. L'evoluzione della RC-V rischia una brusca frenata.

12 novembre 2021 - 8:07

C’è una certa preoccupazione in casa Honda per Marc Marquez. I vertici HRC hanno dovuto modificare i piani per questo week-end di MotoGP e in ottica test di Jerez. Pol Espargarò sarà solo ai box nell’ultimo Gran Premio, Stefan Bradl volerà a Jerez dove inizierà a girare già da lunedì. In attesa che Pol, Alex e Taka si aggiungano il 18-19 novembre. Senza il Cabroncito l’evoluzione della RC213V rischia di subire una frenata molto pericolosa per il 2022. La sua presenza era di fondamentale importanza, per dare le giuste coordinate agli ingegneri giapponesi su cui lavorare durante l’inverno.

Il commento di Alberto Puig

Gli imprevisti fanno parte del gioco, non resta che correre ai ripari. Serve pazienza per conoscere gli sviluppi della diplopia di Marc Marquez. Alberto Puig fa il punto della situazione ai microfoni di DAZN: “Sta riposando. Ha preso un colpo dopo l’incidente. All’inizio era molto stordito. Questa settimana abbiamo avuto la conferma, il chirurgo gli ha detto che dovrebbe riposarsi e vedere come evolve perché, ovviamente, il tema della vista è un problema lento“. Questo ennesimo infortunio rimediato in allenamento ha lasciato il segno sul morale del Cabroncito. “Mantiene un atteggiamento positivo, ma logicamente è infastidito per non essere a Valencia e ai test. Il suo problema va trattato con delicatezza“.

Un inverno difficile per il Cabroncito

Nei giorni scorsi Alex Marquez gli è stato vicino, provando a dargli conforto in questo momento difficile. Poco tempo a disposizione, per prepararsi in vista dell’ultimo round MotoGP del 2021. “Sta a casa, a volte di buon umore. Ha trovato sulla sua strada due grossi ostacoli. Prima il braccio e ora questo. È anche un complicato infortunio, ma noi saremo lì a sostenerlo per un altro inverno“. Infatti i tempi di guarigione completa si prospettano abbastanza lunghi e con esito incerto. Né potrà allenarsi fino a quando la diplopia non sarà risolta.

Claudio Lucchini, chirurgo specializzato in lesioni oculari a Misano, conferma che Marc Marquez non ha alternative fuor che aspettare e capire l’evoluzione. “A meno che non si rendano conto a breve termine che si tratta di un problema legato alla l’intervento del 2011 e decidono di rioperare il muscolo”. Il che, aggiunge, “è un’opzione praticabile“, ma prima bisogna escludere una lesione neuronale. In tal caso bisognerà attendere. Ce la farà a ritornare per il test di Sepang del 5-6 febbraio? “Potrebbero essere necessari fino a quattro mesi per tornare“. Giusto “in tempo per l’inizio del Mondiale“. Ma a quel punto il motore sarà congelato e si potrà fare ben poco per l’evoluzione della RC-V.

Che favola Marco Simoncelli! “58” racconto illustrato in vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Alberto Puig

“MotoGP senza Valentino Rossi? La vita va avanti”: la freddura di Puig

MotoGP, Aleix Espargaro

MotoGP, trattativa Aprilia-Espargarò: rinnovo o ipotesi collaudatore

100 Km dei Campioni

Valentino Rossi e Luca Marini: la voce del padrone alla 100 Km dei Campioni