Fabio Quartararo

MotoGP, Fabio Quartararo: “La vittoria non è il primo obiettivo”

Fabio Quartararo segna il record del circuito di Silverstone nelle FP2. Il rookie francese stupisce ancora, ma non vuole nominare la parola 'vittoria'.

23 agosto 2019 - 23:32

Non smette mai di stupire Fabio Quartararo. Anche a Silverstone balza subito all’attenzione segnando il nuovo record del Circuito di Silverstone in 1’59″225. Inizialmente il suo super crono era stato annullato alla pari di Valentino Rossi e Takaaki Nakagami, reo secondo i commissari di aver superato il limite alla curva 6. Poi la Race Direction ha riguardato meglio le immagini e convalidato il best lap del pilota Petronas SRT. “È molto frustrante quando dai tutto, fai un ottimo tempo sul giro e poi vedi che sei all’11esimo posto“.

La curva 6 è finita al centro della riunione in Commissione di Sicurezza, stabilendo un nuovo limite per la linea bianca per evitare ulteriori episodi dubbi nel week-end. “Il giro di Valentino [Rossi] è stato inizialmente annullato, anche Dovizioso ha perso molti giri“. Alla fine il rookie francese beffa ancora una volta Marc Marquez anticipandolo di 251 millesimi, oltre che i piloti ufficiali. Secondo indiscrezioni avrebbe a disposizione un aggiornamento di telaio, oltre a delle forcelle in carbonio che lo aiutano nei cambi di direzione.

UNA VITTORIA PER QUARTARARO

Per coronare una stagione oltre ogni previsione manca la vittoria. “Questo non è il nostro primo obiettivo – ha precisato Fabio Quartararo -. È un tracciato che funziona molto meglio sulla carta rispetto a Spielberg, ma stiamo lavorando passo dopo passo. Sappiamo che possiamo essere molto veloci su questa pista, stiamo lavorando sulle gomme e sul passo gara“. Un po’ per scaramanzia, un po’ per consapevolezza il pilota satellite sa di dover fare i conti con due mostri sacri del calibro di Marquez e Dovizioso. Quindi meglio non citare la parola vittoria. Ma tanto va la gatta al lardo che, prima o poi, ci mette lo zampino. I lunghi curvoni, l’ottimo grip garantito dal nuovo asfalto, il minor numero e spessore dei dossi possono rappresentare carte a favore della Yamaha M1. “L’obiettivo principale è quello di imparare e ottenere un buon risultato“.

 

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

maverick vinales aragon

MotoGP Aragón, Prove 2: Yamaha davanti, cade Márquez

kaito toba

Moto3: GP di Aragón concluso per Kaito Toba

Andrea Dovizioso ad Aragon

Andrea Dovizioso: “Marquez fa un’altra gara, non capiamo perché”