Andrea Iannone a Jerez

MotoGP, Andrea Iannone: “A Noale per seguire l’evoluzione della RS-GP”

Andrea Iannone frenato da pioggia e febbre nel test di Jerez. Il prototipo 2020 arriverà a Sepang: "Sarò a Noale per seguire l'evoluzione della moto":

28 novembre 2019 - 8:23

Andrea Iannone e Aleix Espargarò sono gli unici piloti a non aver provato il nuovo prototipo per la stagione MotoGP 2020. Un ritardo annunciato con largo anticipo, perché i vertici Aprilia hanno dovuto riflettere a lungo sulla strada da seguire. I due alfieri di Noale hanno lavorato sull’elettronica e altri piccoli aggiornamenti che verranno trasferiti alla nuova moto, ma c’è una certa impazienza per conoscere la RS-GP del prossimo anno. In Malesia a febbraio ogni pilota avrà a disposizione un solo prototipo 2020. Una corsa contro il tempo per arrivare con una buona base di partenza alla prima gara in Qatar.

La moto attuale ha raggiunto il suo limite, si attende quindi un progetto profondamente innovativo. Differenti saranno sicuramente il telaio, l’elettronica, il motore e persino la posizione del conducente. La moto richiederà tempo per l’adattamento e l’evoluzione, una stagione intera sicuramente non basterà. Ma da parte di Iannone ed Espargarò c’è massima apertura e voglia di prolungare il contratto fino al 2022. Nonostante le difficoltà che hanno dovuto affrontare dall’inizio del 2019 fino ai test di Valencia e Jerez.

Il pilota di Vasto ha dovuto fare i conti con l’incendio della sua Aprilia a Valencia e con la febbre a Jerez. Nella seconda giornata di test in Andalusia Andrea Iannone ha compiuto appena 4 giri, non solo per colpa della pioggia, ma anche per le sue condizioni di salute. “Non è stato facile per me, il tempo e la febbre che avevo quando sono arrivato ieri a Jerez mi hanno rallentato“, ha confessato il trentenne. “Abbiamo lavorato in molte aree, perché non abbiamo una principale debolezza. Vogliamo guadagnare in tutte le aree, in particolare sui freni e l’entrata in curva. Penso che Aprilia abbia fatto un buon lavoro per il 2020. Non ho ancora visto nessuna foto della nuova moto, ma sarò nello stabilimento di Noale in inverno per rimanere in contatto con tutti. Voglio seguire l’evoluzione della nuova moto“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Takahiro Sumi

MotoGP, Sumi: “Sulle gomme di Rossi dobbiamo capirci meglio”

razali stigefelt petronas srt

Razlan Razali (Petronas SRT): “Yamaha contenta del nostro lavoro”

MotoGP, Valentino Rossi e Danilo Petrucci

MotoGP, mercato piloti: Ducati-Yamaha destini incrociati