MotoGP: al Tourist Trophy Donald con la Suzuki a 325 km/h!

Ben 202 mph di velocità massima a Sulby per l'australiano

12 giugno 2010 - 4:37

Poco prima del Senior TT, gara principale del Tourist Trophy che ha visto due brutti incidenti con sfortunati protagonisti Guy Martin e Conor Cummins e la vittoria leggendaria di Ian Hutchinson (unico a conquistare 5 vittorie in una sola settimana al TT), per celebrare il 50° anniversario Suzuki come da programmi Cameron Donald, due affermazioni al TT (Superbike e Superstock nel 2008), ha percorso un giro del Mountain con la Suzuki GSV-R MotoGP di Loris Capirossi, la stessa utilizzata dall’imolese al Gran Premio del Qatar dove ha festeggiato i 300 GP nel Motomondiale.

Il pilota australiano, costretto al ritiro al Senior TT (addirittura due volte nelle due partenze dovute alla bandiera rossa per l’incidente di Guy Martin), ha preso questo impegno seriamente: fin troppo. Non è stata una semplice “passeggiata”, ma un giro veloce che l’ha portato a segnare un record tutt’altro che atteso: 202 mph con la Suzuki GSV-R MotoGP nel tratto di Sulby, ovvero 325 km/h!

Per dare una dimensione del potenziale di una MotoGP 800cc al TT viene dal raffronto prettamente velocistico con le potenti Superbike che corrono nel Senior TT: Keith Amor, con la Honda CBR 1000RR del team HM Plant, è arrivato a 192.800 mph, 310 km/h.

E’ stato davvero fantastico“, ha esclamato Cameron Donald terminato il giro del TT con la Suzuki MotoGP. “Pensavo che la moto sarebbe stata difficile e nervosa da guidare, ma è stato bellissimo. Mi ero promesso di andarci piano, ma ho preso subito fiducia con la moto e ci ho preso la mano, ho tenuto un buon ritmo e davvero mi sono stupito di alcuni riferimenti. Penso chiederemo delle modifiche regolamentari per il futuro: con questa moto sembra di volare qui…“.

Cameron Donald ha incontrato difficoltà per tutta la settimana del Tourist Trophy con le GSX-R 1000 e 600 in configurazione Superbike, Superstock e Supersport del team Relentless by TAS, tanto che le uniche soddisfazioni sono arrivate proprio da questo giro con la GSV-R MotoGP. Sicuramente vorrà ripetere questa esperienza.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Andrea Dovizioso

MotoGP, ufficiale: Andrea Dovizioso dice addio a Ducati

lowes moto2

Moto2, Austria: ancora Lowes nelle FP3, in 23 in un secondo!

MotoGP, Alberto Puig

MotoGP, Ducati-Dovizioso verso l’addio. Puig chiude le porte a Yamaha