Andrea Iannone

MotoGP, Andrea Iannone lancia SOS: “Aprilia, devi reagire!”

Andrea Iannone e Aleix Espargarò chiedono aiuto ad Aprilia dopo la deludente prestazione di Brno. "Abbiamo bisogno di più supporto", ha detto The Maniac.

5 agosto 2019 - 19:15

Aprilia al lavoro con Andrea Iannone e Aleix Espargarò su nuovi telaio, forcellone, airbox e impostazioni elettroniche. Da qualche settimana è arrivato l’ingegnere Marco De Luca, un passato in Ferrari e McLaren, che si dedicherà alla progettazione della RS-GP 2020. Ma il week-end di Brno ha dimostrato ancora una volta le profonde lacune di un team che ha gettato le fondamenta in top class nel 2015.

Andrea Iannone, miglior pilota Aprilia a Brno, ha concluso con un distacco di 30 secondi dal vincitore, quasi 1,5″ a giro. “Non ci arrendiamo mai e spingiamo per migliorare la moto“, ha detto il pilota di Vasto. “È importante che Aprilia reagisca un po’ e sia un po’ più veloce in modo da poter ridurre il divario. Abbiamo bisogno di un po’ più di supporto“.

ESPARGARO’ CHIEDE PIU’ BUDGET

Il problema evidente è la mancanza di risorse ed entrambi i piloti hanno sbattuto la lingua sul dente che duole. Aleix Espargarò quasi ogni fine settimana si lamenta dei ritardi della casa di Noale, sintomi di un malumore che potrebbe spingere il pilota spagnolo a guardarsi intorno se non ci sarà un ricambio d’aria generale. Come dice un vecchio detto ‘l’argent fait la guerre’: “Non conosco il budget che abbiamo o il budget di Honda o Ducati. L’unica cosa che so è che Piaggio è un gruppo molto, molto grande che può investire più denaro dei nostri rivali. Dobbiamo quindi decidere cosa fare per il prossimo anno“.

Romano Albesiano ha preannunciato una moto rivoluzionaria per il prossimo anno. Parole che non bastano a rassicurare Aleix Espargarò, complice una situazione simile nel passato. “Ovviamente dal 2017 al ’18 abbiamo cambiato tutto sulla moto ed è stato un disastro completo. Ora forse cambiamo e non lo sarà”. Certo che i tecnici Aprilia dovranno mettere mano su ogni area per accorciare il gap dagli altri costruttori.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Marc Marquez e Valentino Rossi

MotoGP, Dovizioso: “Valentino ha più talento di Marquez”

Cal Crutchlow

Crutchlow: “Concordo con Lorenzo, ma voglio continuare con Honda”

motogp michelin

MotoGP, Motegi: Michelin, sfida su un tracciato ‘stop&go’