Superbike: Max Biaggi “Darò il massimo senza troppi calcoli”

L'alfiere Aprilia Alitalia è contento del secondo tempo

26 giugno 2010 - 16:03

Il neo-trentanovenne Max Biaggi si dichiara soddisfatto del lavoro svolto assieme al team Aprilia Alitalia, che ha permesso all’attuale leader della classifica piloti di conquistare il secondo posto in griglia per le due gare in programma domani, dopo un’ottima prestazione in Superpole. Il centauro romano è convinto che la lotta per le posizioni di classifica che contano, nelle due gare in programma domani, sarà più difficile del previsto, dato il gran numero di piloti in grado di girare forte.

Inoltre, la sua RSV4 1000 Factory non è a posto come nei precedenti round, che ha manifestato un’instabilità difficile da risolvere appieno. Ora per il quattro volte vincitore del mondiale 250 è arrivato il momento, come ammettte egli stesso, di non fare calcoli e di dare il massimo in pista, per costruire un altro tassello utile per i sogni di titolo.

“Sono molto contento con questo risultato che, per essere onesto, non me lo sarei aspettato” dichiara Max Biaggi. “Questo è un tracciato dove è difficile sorpassare, quindi il partire davanti è importante. Sono abbastanza soddisfatto, nel giro finale ho dato tutto me stesso ed è risultato molto veloce, ma ciò che conta ora è di essere forti per tutta la lunghezza di gara.

Ci sono tanti piloti qui, non sono Troy (Corser), che sono capaci di girare velocemente e lo hanno dimostrato anche oggi, quindi dobbiamo provare a stare attaccati ai leader. Non tutto è stato risolto sulla moto, che soffre un po’ di instabilità, ma per ora è il miglior compromesso possibile. Ora dovremo solo dare il massimo in gara senza fare troppi calcoli, ma semplicmente ottenere il miglior risultato.”

Servizio Fotografico: Diego De Col

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Ducati

Superbike, la Ducati a Portimao si affida all’aerodinamica

Superbike, Scott Redding

Scott Redding tra Superbike e MotoGP: una ‘bomba’ nel box Ducati

Superbike, Yamaha

Superbike: Yamaha corre ai ripari, c’è un problema motori come in MotoGP?