Superbike Kyalami Qualifiche 2: Smrz, che tempo!

Battuto Michel Fabrizio, Biaggi ancora ottavo

15 maggio 2010 - 7:50

Vedere un pilota di una squadra privata in testa alla classifica delle qualifiche non è un evento frequente di questi tempi in Superbike, visto il forte impegno messo dalle case costruttrici nello sviluppo delle moto e dato l’altissimo potenziale messo in campo dai team ufficiali. Un po’ meno raro è tutto questo se si parla di Jakub Smrz, un pilota che in prova fa davvero la differenza. E’ lui infatti il leader della classifica al termine del secondo turno di qualifiche grazie ad un tempo di 1’38.292, ottenuto grazie ad un giro spettacolare nel finale di turno. Il pilota Pata B&G è stato l’unico a migliorare il tempo di riferimento della prima sessione di qualificazione appartente all’ufficiale Ducati Xerox Michel Fabrizio, abbassandolo di 185 millesimi.

Migliorano i propri riferimenti cronometrici i due britannici Jonathan Rea (Honda Ten Kate) e Leon Haslam (Suzuki Alstare), quarto e quinto rispettivamente, non in grado di girare più forte del tempo ottenuto da Cal Crutchlow nella giornata di ieri che ha permesso al ragazzo di Coventry la terza piazza nella classifica aggregata, nonostante l’ennesimo problema tecnico alla sua YZF-R1, rimediato a metà di questo secondo turno. Tutti i piloti della top 10 sono racchiusi in poco meno di un secondo, da segnalare in maniera importante il recupero degli “scudieri” dei due fino ad ora candidati al titolo mondiale, Leon Haslam e Max Biaggi, con Sylvain Guintoli nono davanti a Leon Camier.

Parlando dell’italiano del team Aprilia Alitalia si tratta ancora di ottavo posto, dietro allo spagnolo Carlos Checa del team Ducati Althea Racing e all’australiano Troy Corser con la BMW Motorrad Motorsport. Il romano 4 volte campione mondiale 250cc non è riuscito fino ad ora a migliorare sensibilmente i propri riferimenti, abbassando il suo best lap rispetto al primo turno di qualifiche di soli 190 millesimi.

Fuori dalla Superpole, ancora una volta, il duo Kawasaki Pedercini composto dal nostro Matteo Baiocco e dal rookie americano Roger Hayden.

HANNspree Superbike World Championship 2010
Kyalami, Classifica complessiva Qualifiche

01- Smrz – Team Pata B&G Racing – Ducati 1198 – 1’38.292
02- Michel Fabrizio – Ducati Xerox Team – Ducati 1198 – + 0.185
03- Cal Crutchlow – Yamaha Sterilgarda Team – Yamaha YZF R1 – + 0.237
04- Jonathan Rea – HANNspree Ten Kate Honda – Honda CBR 1000RR – + 0.373
05- Leon Haslam – Team Suzuki Alstare – Suzuki GSX-R 1000 – + 0.564
06- Carlos Checa – Althea Racing – Ducati 1198 – + 0.586
07- Troy Corser – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR – + 0.604
08- Max Biaggi – Aprilia Alitalia Racing – Aprilia RSV4 Factory – + 0.612
09- Sylvain Guintoli – Team Suzuki Alstare – Suzuki GSX-R 1000 – + 0.864
10- Leon Camier – Aprilia Alitalia Racing – Aprilia RSV4 Factory – + 0.936
11- Luca Scassa – Supersonic Racing Team – Ducati 1198 – + 0.957
12- Shane Byrne – Althea Racing – Ducati 1198 – + 0.989
13- Noriyuki Haga – Ducati Xerox Team – Ducati 1198 – + 1.014
14- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX 10R – + 1.044
15- Sheridan Morais – EmTek Racing – Aprilia RSV4 Factory – + 1.107
16- Ruben Xaus – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR – + 1.202
17- James Toseland – Yamaha Sterilgarda Team – Yamaha YZF R1 – + 1.364
18- Max Neukirchner – HANNspree Ten Kate Honda – Honda CBR 1000RR – + 1.388
19- Chris Vermeulen – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX 10R – + 1.714
20- Broc Parkes – ECHO CRS Honda – Honda CBR 1000RR – + 2.263
21- Roger Hayden – Team Pedercini – Kawasaki ZX 10R – + 2.689
22- Matteo Baiocco – Team Pedercini – Kawasaki ZX 10R – + 3.234

Valerio Piccini

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Ana Carrasco

Ana Carrasco, il ritorno della guerriera: “Se cadi sette volte, rialzati otto”

Superbike, Tom Sykes

Superbike, Tom Sykes impaziente “BMW deve dirmi adesso se andiamo avanti”

locatelli supersport

Supersport: Andrea Locatelli, la cinquina storica da fuga iridata