Superstock 1000: BMW, Ducati e Kawasaki per la vittoria ad Assen

Secondo round con Barrier leader, attesa per le 1199

17 aprile 2012 - 22:30

Dalla rocambolesca prova inaugurale della stagione 2012 all’Autodromo “Enzo e Dino Ferrari” di Imola ad un altro “tempio” del motociclismo. Al TT Circuit Van Drenthe di Asssen la Superstock 1000 FIM Cup affronta il secondo appuntamento stagionale con 24 piloti iscritti e, stando ai responsi del Santerno, tre case costruttrici in corsa per la vittoria: in rigoroso ordine alfabetico BMW, Ducati e Kawasaki. Nella gara “sprint” di Imola, soltanto 5 giri complice la precedente interruzione con bandiera rossa, un poker di talenti under-26 si è dato battaglia senza esclusione di colpi decretando la seconda vittoria in carriera di Sylvain Barrier, riconfermatissimo in BMW Motorrad Italia dopo un buon 2011 con la S1000RR preparata da Feel Racing. Alla quarta stagione nella FIM Cup, il giovane pilota francese risulta il grande favorito per la conquista del campionato, dando prova al Santerno di uscire fuori a testa alta da un week-end iniziato nel peggior modo possibile con una rovinosa caduta nelle prove del venerdì. Per Sylvain Barrier l’imperativo è di riconfermarsi il prossimo fine settimana in Olanda, con la consapevolezza di dover dare il massimo per contrastare una folta schiera di potenziali avversari. Riportando l’ordine d’arrivo di Imola, Loris Baz è il primo avversario sulla carta, forte di una competitiva Kawasaki Ninja ZX-10R del MRS Racing di Adrien Morillas, moto con la quale sembra trovarsi a meraviglia come evidenziato dal 2° posto nella prova unica dell’Europeo Superstock 1000 dello scorso anno ad Albacete (schierato dal Kawasaki Palmeto Racing) e dall’exploit dello scorso week-end al Bol d’Or di Magny Cours, poleman e dominatore della prima parte di gara nella classe Stock (a tratti addirittura 3° assoluto) con una Ninja del team Louit Moto 33 insieme al connazionale Jeremy Guarnoni, pilota del Team Pedercini.

Se la Kawasaki può contare anche sull’ex campione australiano Superbike Bryan Staring (5° ad Imola con la ZX-10R del Team Pedercini), la BMW oltre a Barrier farà affidamento su uno dei protagonisti mancati del Santerno, Lorenzo Baroni, soltanto 15esimo dopo una prima parte di gara condotta in testa, salvo dover successivamente scontare un ride through per un taglio di variante. Sempre con una BMW S1000RR, ma preparata direttamente da alpha Racing, correrà il giovane talentuoso tedesco Markus Reiterberger, in evidenza ad Imola e da quest’anno seguito ai box da un volto noto del motociclismo come Ralf Waldmann. “Reiti” è uno dei talenti emergenti della FIM Cup, ma per fortuna i nostri portabandiera sono all’altezza per rientrare nella corsa alla vittoria finale. Il primo della lista risponde al nome di Eddi La Marra, alla terza stagione nella categoria, da quest’anno sotto le insegne del Team Italia FMI portando l’esordiente Ducati 1199 Panigale preparata dal Barni Racing Team ad una storica pole position e al primo podio (3°) nel week-end di Imola. Il talento di Ferentino punta alla riconferma per Assen insieme al compagno di squadra ed ex-campione europeo/italiano 125 GP Lorenzo Savadori, dai propositi ambiziosi condivisi anche da Fabio Massei (Honda Ten Kate Junior Team), Marco Bussolotti (Ducati 1098R del SK Energy Racing Team) e Federico Sandi alla seconda gara con la Ducati 1199 dell’Althea Racing.

Con l’unica Aprilia RSV4 APRC schierata dal M.V. Racing Team correrà invece Massimo Parziani, travolto ad Imola dal brasiliano Heber Pedrosa, quest’ultimo costretto al forfait per Assen e sostituito al Team Brazil dal giovane Danilo Lewis, protagonista della Superbike brasiliana vantando trascorsi nel CIV Superstock 600. Per il secondo round della Superstock 1000 FIM Cup 2012 l’appuntamento è fissato per domenica 22 aprile con la partenza alle 10:30 locali con 13 tornate del TT Circuit Van Drenthe da percorrere per aggiudicarsi vittoria e 25 preziosi punti per la classifica di campionato. Superstock 1000 FIM Cup 2012 L’entry list di Assen 5- Marco Bussolotti – SK Energy Racing Team – Ducati 1098R 11- Jeremy Guarnoni – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R 14- Lorenzo Baroni – BMW Motorrad Italia GoldBet – BMW S1000RR 15- Fabio Massei – EAB Ten Kate Junior Team – Honda CBR 1000RR 17- Danilo Lewis – Team Brazil by ASPI – Kawasaki ZX-10R 20- Sylvain Barrier – BMW Motorrad Italia GoldBet – BMW S1000RR 21- Markus Reiterberger – Team alpha Racing – BMW S1000RR 23- Federico Sandi – Althea Racing – Ducati 1199 Panigale 24- Kev Coghlan – DMC Racing – Ducati 1199 Panigale 30- Bogdan Vrajitoru – CSM Bucharest – Kawasaki ZX-10R 32- Lorenzo Savadori – Barni Racing Team Italia – Ducati 1199 Panigale 36- Philippe Braga Thiriet – Team Brazil by ASPI – Kawasaki ZX-10R 37- Andrzej Chmielewski – Red Devils Roma – Ducati 1098R 39- Randy Pagaud – Team OGP – Kawasaki ZX-10R 40- Alen Gyorfi – MetalCom Adrenalin H-Moto Team – Honda CBR 1000RR 47- Eddi La Marra – Barni Racing Team Italia – Ducati 1199 Panigale 55- Tomas Svitok – SK Energy Racing Team – Ducati 1098R 61- Alexey Ivanov – DMC Racing – Ducati 1199 Panigale 65- Loris Baz – MRS Racing – Kawasaki ZX-10R 67- Bryan Staring – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R 71- Christoffer Bergman – BWG Racing Kawasaki – Kawasaki ZX-10R 88- Massimo Parziani – M.V. Racing Team – Aprilia RSV4 APRC 93- Matthieu Lussiana – Team ASPI – Kawasaki ZX-10R 155- Tiago Dias – Team Dias – Kawasaki ZX-10R La Classifica di Campionato dopo il 1° round 01- Sylvain Barrier – BMW Motorrad Italia GoldBet – BMW S1000RR – 25 02- Loris Baz – MRS Racing – Kawasaki ZX-10R – 20 03- Eddi La Marra – Barni Racing Team Italia – Ducati 1199 Panigale – 16 04- Markus Reiterberger – Team alpha Racing – BMW S1000RR – 13 05- Bryan Staring – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – 11 06- Fabio Massei – EAB Ten Kate Junior Team – Honda CBR 1000RR – 10 07- Kev Coghlan – DMC Racing – Ducati 1199 Panigale – 9 08- Lorenzo Savadori – Barni Racing Team Italia – Ducati 1199 Panigale – 8 09- Tomas Svitok – SK Energy Racing Team – Ducati 1098R – 7 10- Andrzej Chmielewski – Red Devils Roma – Ducati 1098R – 6 11- Federico Dittadi – Team Riviera – Aprilia RSV4 APRC – 5 12- Alen Gyorfi – MetalCom Adrenalin H-Moto Team – Honda CBR 1000RR – 4 13- Tiago Dias – Team Dias – Kawasaki ZX-10R – 3 14- Philippe Thiriet – Team Brazil by ASPI – Kawasaki ZX-10R – 2 15- Lorenzo Baroni – BMW Motorrad Italia GoldBet – BMW S1000RR – 1

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Scott Redding

Scott Redding: “Non ho mai avuto una MotoGP vincente”

ana carrasco

Ana Carrasco, tolte le placche alla schiena. “Tra un mese di nuovo in moto”

Circuito di Jerez

Superbike, Test Jerez: allerta meteo per l’evento del 20-21 gennaio