Superstock 1000 Aragon Prove 1: Baroni conclude al vertice

Quarto Barrier, La Marra e Savadori 11° e 12°

29 giugno 2012 - 7:48

Non c’è dubbio che i test di settimana scorsa siano serviti a Lorenzo Baroni. Il pilota BMW Motorrad Italia GoldBet ha infatti ottenuto il miglior crono al termine del primo turno di prove libere Superstock 1000 al MotorLand Aragón grazie ad un crono di 2’02.748, che gli ha permesso di precedere di 740 millesimi il secondo classificato e compagno di marca Markus Reiterberger (alpha Racing Team), in cerca di riscatto dopo una prima parte di stagione non certo semplice.

Terzo classificato è il francese Jeremy Guarnoni, alla sua seconda gara con il Team MRS Kawasaki (con il quale, su Yamaha, si era laureato Campione Europeo Superstock 600) e anch’egli autore settimana scorsa di un test sul tracciato iberico, a precedere un Sylvain Barrier che, a differenza del compagno di squadra Baroni, non è sceso in pista martedì e mercoledì scorso per continuare il percorso di recupero completo dall’infortunio della spalla sinistra.

BMW competitive, ma anche le Kawasaki non scherzano se si guarda al quinto posto di Bryan Staring (Kawasaki Pedercini) ed il settimo di Christoffer Bergman (Kawasaki BWG Racing). In mezzo a questi si è classificato Fabio Massei (EAB Ten Kate Junior Racing), mentre Kev Coghlan (Ducati DMC Racing), ottavo, è il primo pilota Ducati a sorpresa ed il primo di quelli in sella alla 1199 Panigale. Eddi La Marra e Lorenzo Savadori infatti, portacolori del Team Italia FMI hanno chiuso rispettivamente in undicesima e dodicesima posizione preceduti dal duo SK Energy Racing Team Ducati composto da Ondrej Jezek e Marco Bussolotti. Savadori, inoltre, è stato vittima di un problema tecnico nel corso della sessione. Ultimo degli italiani e decisamente lontano dai primi è Massimo Parziani (Aprilia M.V. Racing), ventunesimo e quartultimo.

Problema tecnico, sempre restando in ambito Ducati, per Enrique Ferrer, wild-card in sella alla 1199 con la quale corre nel CEV Stock Extreme assieme al Team CNS Motorsport. Caduta invece per Andrzej Chmielewski (Red Devils Roma Ducati).

Superstock 1000 FIM Cup 2012
MotorLand Aragon, Classifica Prove Libere 1

01- Lorenzo Baroni – BMW Motorrad Italia GoldBet – BMW S1000RR – 2’02.748
02- Markus Reiterberger – Team alpha Racing – BMW S1000RR – + 0.740
03- Jeremy Guarnoni – MRS Racing – Kawasaki ZX-10R – + 0.895
04- Sylvain Barrier – BMW Motorrad Italia GoldBet – BMW S1000RR – + 0.929
05- Bryan Staring – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – + 1.210
06- Fabio Massei – EAB Ten Kate Junior Team – Honda CBR 1000RR – + 1.276
07- Christoffer Bergman – BWG Racing Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 1.674
08- Kev Coghlan – DMC Racing – Ducati 1199 Panigale – + 1.798
09- Ondrej Jezek – SK Energy Racing Team – Ducati 1098R – + 2.401
10- Marco Bussolotti – SK Energy Racing Team – Ducati 1098R – + 2.473
11- Eddi La Marra – Barni Racing Team Italia – Ducati 1199 Panigale – + 2.864
12- Lorenzo Savadori – Barni Racing Team Italia – Ducati 1199 Panigale – + 2.954
13- Enrique Ferrer – CNS Motorsport – Ducati 1199 Panigale – + 2.996
14- Matthieu Lussiana – Team ASPI – Kawasaki ZX-10R – + 3.094
15- Tomas Svitok – SK Energy Racing Team – Ducati 1098R – + 3.889
16- Randy Pagaud – Team OGP – Kawasaki ZX-10R – + 4.678
17- Alen Gyorfi – MetalCom Adrenalin H-Moto – Honda CBR 1000RR – + 4.794
18- Philippe Thiriet – Team Brazil by ASPI – Kawasaki ZX-10R – + 5.680
19- Tiago Dias – Team Dias – Kawasaki ZX-10R – + 6.512
20- David McFadden – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – + 6.717
21- Massimo Parziani – M.V. Racing Team – Aprilia RSV4 APRC – + 6.989
22- Bogdan Vrajitoru – CSM Bucharest – Kawasaki ZX-10R – + 7.160
23- Adrien Protat – FP Racing – Kawasaki ZX-10R – + 7.875
24- Heber Pedrosa – Team Brazil by ASPI – Kawasaki ZX-10R – + 10.033

Valerio Piccini

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Eugene Laverty

Superbike: Ecco Eugene Laverty e Jonas Folger, due assi per la BMW

Raffele De Rosa

Supersport: Raffaele De Rosa punta sulla Kawasaki Orelac

MotoGP, bandiera rossa

Pannelli luminosi obbligatori in MotoGP, Superbike ed Endurance