Supersport Miller Prove Libere 2: nuovo record di Laverty

Insieme a Kenan Sofuoglu sotto il muro dell'1'52"

30 maggio 2010 - 14:35

Il record in gara era già stato battuto nella giornata di ieri, ma oggi Eugene Laverty ha voluto lanciare un segnale agli avversari a poche ore dal decisivo turno di qualifiche ufficiale: nuovo primato assoluto per la Supersport al Miller Motorsports Park in 1’51″566, primo a scendere sotto il muro dell’1’52”, limando l’1’51″749 della pole di Joan Lascorz dello scorso anno. Siamo solo all’ultima sessione di prove libere, ma l’irlandese del team Parkalgar Honda sembra già in condizione per puntare alla quarta pole position stagionale, anche se non sarà facile.

La notizia arriva dal box Ten Kate, dove sembrano risolti i problemi riscontrati dai piloti nella giornata di ieri. Kenan Sofuoglu è secondo, anche lui sotto l’1’52”, a poco più di 2/10 dal tempo del rivale per la corsa al titolo, staccato di 1 punto in campionato. Buone notizie anche per Michele Pirro, che risale la classifica portandosi in terza posizione lasciandosi alle spalle l’ex leader del mondiale Joan Lascorz (Kawasaki ufficiale del team Provec Motocard.com, come detto in pole a Salt Lake City nel 2009) e tutte le quattro Triumph Daytona 675 del BE1 Racing, nell’ordine DiSalvo, Lagrive, Salom e Davies.

Completano la top ten Fabien Foret su Kawasaki Lorenzini by Leoni ed il campione in carica dell’Europeo Stock 600 Gino Rea, Honda Intermoto, che lascia il compagno di squadra Massimo Roccoli in 13° posizione non al meglio dopo la brutta botta di Kyalami.

Resta in ultima posizione Melissa Paris, anche se ha limato quasi mezzo secondo rispetto al riferimento di ieri pur aspettandosi qualcosa di più rispetto all’1’58″430. Migliore wild card Tyler Odom, 16° con la Honda del rinomato team Erion, ex-squadra ufficiale American Honda nei campionati AMA. Per concludere si segnalano le cadute di Robbin Harms, Miguel Praia e Jason Farrell, altra “wild card” dell’evento.

Supersport World Championship 2010
Salt Lake City, Classifica Prove Libere 2

01- Eugene Laverty – Parkalgar Honda – Honda CBR 600RR – 1’51.566
02- Kenan Sofuoglu – HANNspree Ten Kate Honda – Honda CBR 600RR – + 0.256
03- Michele Pirro – HANNspree Ten Kate Honda – Honda CBR 600RR – + 0.711
04- Joan Lascorz – Kawasaki Provec Motocard.com – Kawasaki ZX-6R – + 0.796
05- Jason DiSalvo – ParkinGO BE1 Triumph – Triumph Daytona 675 – + 0.921
06- Matthieu Lagrive – ParkinGO Triumph BE1 – Triumph Daytona 675 – + 1.024
07- David Salom – ParkinGO BE1 Triumph – Triumph Daytona 675 – + 1.227
08- Chaz Davies – ParkinGO Triumph BE1 – Triumph Daytona 675 – + 1.243
09- Fabien Foret – Team Lorenzini by Leoni – Kawasaki ZX-6R – + 1.325
10- Gino Rea – Intermoto Czech – Honda CBR 600RR – + 1.342
11- Katsuaki Fujiwara – Kawasaki Provec Motocard.com – Kawasaki ZX-6R – + 1.427
12- Alexander Lundh – Cresto Guide Racing Team – Honda CBR 600RR – + 1.805
13- Massimo Roccoli – Intermoto Czech – Honda CBR 600RR – + 1.956
14- Robbin Harms – Harms Benjan Racing – Honda CBR 600RR – + 2.056
15- Miguel Praia – Parkalgar Honda – Honda CBR 600RR – + 2.364
16- Tyler Odom – Erion Racing – Honda CBR 600RR – + 2.901
17- Bastien Chesaux – Harms Benjan Racing – Honda CBR 600RR – + 4.829
18- Jason Farrell – Indy Superbikes.com – Kawasaki ZX-6R – + 5.484
19- Melissa Paris – MPH Racing – Yamaha YZF R6 – + 6.864

Alessio Piana

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Coronavirus

Superbike, al rientro dalla Spagna piloti e tecnici obbligati al test Coronavirus

Superbike, Can Oncu

Superbike, ad Aragon il 17enne Can Oncu assaggia la top class (VIDEO)

Superbike, Jonathan Rea

Superbike, Jonathan Rea può fare la differenza anche ad Aragon?