Supersport: gli sviluppi della Kawasaki per il 2011

Tanto lavoro sull'elettronica per le Ninja ufficiali

14 febbraio 2011 - 6:58

Da 10 anni la Kawasaki non vince il mondiale Supersport. Un lungo digiuno per le “verdone” nella 600cc, anche se questo sembra esser l’anno buono: nonostante la promozione di Joan Lascorz che ha degnamente difeso i colori nelle ultime due stagioni lottando per il mondiale nel 2010 prima del brutto infortunio di Silverstone, il team Provec Motocard.com si è attrezzato bene per puntare al titolo iridato.

L’esperienza di Broc Parkes (nella foto) ed il talento di David Salom a comporre una coppia di piloti di alta caratura in sella a due rinnovate Kawasaki Ninja ZX-6R. Stesso modello, ma tanti accorgimenti tecnici studiati per colmare il gap con la concorrenza di Honda e Yamaha.

Nelle quattro sessioni di test invernali (Aragon, 2 ad Almeria e le prove ufficiali di Portimao), la squadra capeggiata da Guim Roda ha lavorato con una nuova forcella e su una messa a punto di base valida per tutti i circuiti del calendario iridato.

In campo elettronico sono stati concentrati i maggiori sforzi della compagine iberica, con una centralina che ha consentito una migliore gestione del propulsore con inevitabili benefici a tutto campo.

L’obiettivo pe rla Kawasaki è di partire all’attacco già a Phillip Island dove Broc Parkes correrà in casa e David Salom, incappato in una brutta caduta a Portimao, esordirà con la Ninja dopo un buon 2010 con la Triumph BE1.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

SBK Jonathan Rea

Superbike, Jonathan Rea: “Lotteremo ancora per il Mondiale”

Superbike, Alvaro Bautista

Superbike, Alvaro Bautista: “Non voglio sbagliare come nel 2019”

Iker Lecuona Superbike

Superbike, Iker Lecuona: “Devo dimenticare la MotoGP”