Tourist Trophy: William Dunlop con Swan Yamaha per l’edizione 2013

Previsto l'impegno anche nel British Supersport

1 dicembre 2012 - 5:21

La notizia, anticipata dai soliti “ben informati” nelle ultime settimane, ha trovato conferma in occasione del Motorcycle Live Show di Birmingham, principale settore dedicato alle due ruote del Regno Unito. William Dunlop, 27enne figlio di Robert nonchè nipote del leggendario Joey, dopo un positivo biennio con Wilson Craig Racing lascia Honda per accasarsi al team SMR Performance di Shaun Muir, attualmente riconosciuto sotto le insegne di Swan Yamaha. Specialista delle classi Lightweight, vincitore di più gare dell’Ulster Grand Prix ed in grado quest’anno di conquistare un apprezzabile terzo posto in Gara 1 al TT Supersport (il primo podio al Tourist Trophy tralasciando il risultato tra le Ultra Lightweight 125cc del 2009), ha trovato l’intesa con il team ufficiale Yamaha del BSB e Road Racing per sostituire Ian Hutchinson, costretto al forfait per tutta la stagione 2013. Oltre al Tourist Trophy, per il pilota di Ballymoney è doverosamente previsto l’impegno alla North West 200, Ulster Grand Prix e a selezionati eventi dell’Irish Road Racing. Per questo programma William disporrà della R6 Supersport, R1 Superstock e la R1 ex-ufficiale Superbike, la stessa moto con la quale hanno corso e vinto nel mondiale di categoria Marco Melandri ed Eugene Laverty.

Dunlop, che aveva lasciato il Wilson Craig Racing a fine ottobre, è stato convinto da Shaun Muir non soltanto per gli ambiziosi programmi nelle corse su strada, ma anche per la possibilità di confrontarsi a tempo pieno nel British Supersport con una competitiva Yamaha YZF R6: una soluzione impraticabile nell’eventualità, come per il fratello Michael, di correre con un proprio team, una delle opzioni al vaglio di William nelle ultime settimane. L’annuncio del passaggio di William Dunlop al team Swan Yamaha è atteso a giorni (se non addirittura nelle prossime ore), ma la conferma “ufficiosa” è arrivata da Newsletter Sport, ribadita anche in presa diretta dai diretti interessati al NEC di Birmingham.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Superbike: L’arrivo di Ten Kate farà saltare il banco in Yamaha?

Eugene Laverty: “Bitubo è il nostro asso nella manica”

MotoGP: Danilo Petrucci lavora sull’ergonomia, ma la sella ‘scotta’