Tourist Trophy: Ryan Farquhar domina il Lightweight TT riservato alle SuperTwins

Ultima gara in programma del TT 2012

9 giugno 2012 - 17:22

Con la cancellazione del Senior TT per la prima volta in 105 anni di storia, l’inedita (per l’Isola di Man) classe SuperTwins ha chiuso il programma di attività del Tourist Trophy 2012 riprendendo la storica denominazione “Lightweight TT“, originariamente riservata alle classi a 2 tempi 250 e 125cc. Oltre 40 piloti schierati, ma il favorito annunciato ha conquistato la vittoria: Ryan Farquhar, dominatore dell’Irish Road Racing (ha superato, con 180 affermazione in carriera, una leggenda come Joey Dunlop) e pluri-campione del Duke Road Race Rankings (classifica a punti delle principali corse su strada del pianeta), non ha incontrato rivali nei 3 giri della contesa, portando al trionfo la Kawasaki ER6 schierata dal proprio team KMR Kawasaki supportato dalla filiale britannica di Akashi. “Flying Ryan”, vero “pioniere” della SuperTwins, ha così bissato il trionfo conseguito tre settimane or sono alla North West 200 tornando ad una vittoria (la terza al TT) che gli mancava dal 2005, all’epoca in Gara 2 tra le Junior Supersport 600cc sempre e rigorosamente con una Kawasaki. Scattato con il #2, Ryan Farquhar ha scelto di anticipare al termine del 1° giro l’unica sosta in programma, riuscendo alla seconda tornata a recuperare quasi 20″ rispetto a James Hillier (Pr1mo Bournemouth Kawasaki), rientrato al pit soltanto alla penultima tornata del “Mountain Course” da percorrere. Con il protagonista del British Superbike ai box, il nativo di Dungannon non ha avuto problemi a transitare sul traguardo con ben 28 secondi di margine, festeggiando la terza personale vittoria al TT con la prospettiva di conseguire il “tris” tra le SuperTwins il prossimo mese di agosto all’Ulster Grand Prix, battuto lo scorso anno dal suo attuale compagno di squadra in KMR Kawasaki Jamie Hamilton, 10° e miglior “Newcomer” della categoria. Alla (prevedibile) vittoria di Farquhar, il podio del Lightweight TT non ha riservato sorprese con James Hillier 2° e Michael Rutter 3° in rimonta con la seconda KMR Kawasaki, siglando all’ultimo giro il best time della contesa in 19’35″45 a 115.554 mph (185.97 km/h) di media, non sufficiente per scalzare di 5″05 Hillier dal ruolo di “runner-up”. Conclude un TT senza vittorie, ma con 3 secondi posti all’attivo, Cameron Donald, 4° con la Kawasaki del DP Coldplaning, seguito nell’ordine da Russ Mountford, William Dunlop (ciclistica Yamaha R6, propulsore Kawasaki 650), Ivan Lintin ed il leggendario Ian Lougher a completare una top-8 tutta “Ninja” con 8 bicilindrici Kawasaki 650cc. Nono, con la sperimentale Flitwick, è Olie Linsdell, 11° Dave Moffitt con la Suzuki SV650 del JHS Racing a precedere Michael Dunlop, 15esimo con una SuperTwin mai provata prima.

Con il sesto differente vincitore nelle otto gare disputate, il Tourist Trophy 2012 va in archivio rimandando l’appuntamento all’anno prossimo con la riconferma scontata, per il secondo anno consecutivo, della formula SuperTwins 650cc per il Lightweight TT. Cronaca di Gara Dopo 8 slittamenti rispetto al programma originale, alle 18:30 locali il CoC (Clerk of the Course) dell’IOMTT dà il via libera alla prima edizione del Lightweight TT con la nuova formula SuperTwins, bicilindriche 650cc4 tempi da 90 cavalli, con 3 (e non 4) tornate del “Mountain Course” da percorrere ed una sola sosta in programma. James Hillier, 3° tra le Superstock alla North West 200, è il primo a schierarsi a Douglas con la Kawasaki ER6 #1 del team Pr1mo Bournemouth. Mentre Hillier si dirige verso Bray Hill, scatta con il #2 il favorito annunciato della corsa e “pioniere” della SuperTwins Ryan Farquhar, seguito con il #4 da Cameron Donald, con il #5 Ian Lougher, con il #6 William Dunlop, via via tutti gli altri. Primo rilevamento di “Glen Helen”, transita Hillier a 115.200 mph di media, ma Farquhar passa subito al comando a 116.152 mph con 2″48 di margine rispetto al pilota del British Superbike. Arrivano anche gli altri attesi protagonisti con Michael Rutter che si colloca al 3° posto a 3″23 dalla vetta, segue a 7″78 William Dunlop, a 9″2 Lougher, più staccati Mountford, Archibald, Wylie, Michael Dunlop e Linsdell. Farquhar viaggia spedito verso il primato con 122.184 mph a “Ballaugh”, 7″ su Rutter, 8″55 su Hillier, con proprio “The Blade” che alla speed trap di “Sulby” fa registrare una velocità massima di 149.500 mph, 240 km/h: viaggia forte la ER6 preparata dal team KMR Kawasaki, con il suo titolare Farquhar che resiste al comando a “Ramsey” a 126.793 mph, 10″ netti su Rutter e Hillier quando inizia la salita verso la Montagna. Qui il pilota irlandese estende il proprio vantaggio a 12″ in quel di Bungalow, via verso la discesa con il traguardo di Douglas che propone il dominatore dell’Irish Road Racing al top siglando in 115.088 (185.22 km/h) il nuovo giro record della categoria con 14″ di margine su Hillier, 21″ su Rutter, a 34″ William Dunlop, più staccati Lougher (a 43″) e Donald (a 46″).

A sorpresa Ryan Farquhar decide di fermarsi anzitempo per l’unica sosta ai box in programma, con il risultato di dar strada a James Hillier, nuovo leader al rilevamento di “Glen Helen” con 25″ di margine. Ryan può comprensibilmente amministrare la situazione, ma con la propria Kawasaki ER6 si trova a meraviglia dando vita ad una strepitosa “rimonta”: 22″ di svantaggio a Ballaugh, 19″ a Ramsey, in montagna recupera fino a 16″, chiude il secondo giro a soli 6″ da Hillier obbligato a rientrare ai box per l’unica sosta per il rifornimento. Con il portacolori Pr1mo Bournemouth Kawasaki (e tutti gli altri) ai box, Farquhar si riappropria della prima posizione e legittima con un gran bel giro finale a 115.186 mph il ritorno alla vittoria al Tourist Trophy a 7 anni di distanza dall’ultima vittoria (Supersport Junior TT) del 2005. Vince dunque Farquhar con 28″99 di margine su James Hillier, terzo e autore in 115.554 mph (185.97 km/h) del nuovo primato della SuperTwins proprio all’ultimo giro Michael Rutter, mancando per soli 5″ e spiccioli un potenziale 2° posto alle spalle del proprio “datore di lavoro” Farquhar. A oltre 1′ nell’ordine Cameron Donald, Russ Mountford e William Dunlop, 10° con la terza KMR Kawasaki Jamie Hamilton, prevedibilmente il miglior “Newcomer” della categoria. Con Ryan Farquhar vincitore della rinnovata formula del Lightweight TT, per il Tourist Trophy l’appuntamento è rimandato al 2013. Isle of Man TT Races fuelled by Monster Energy 2012 Classifica BikerPetition.co.uk Lightweight TT Race 01- Ryan Farquhar – KMR Kawasaki – Kawasaki 650 – 59’29.57 (114.155 mph) 02- James Hillier – Pr1mo Bournemouth Kawasaki – Kawasaki 650 – 59’58.57 (113.235 mph) 03- Michael Rutter – KMR Kawasaki – Kawasaki 650 – 1h00’03.61 (113.077 mph) 04- Cameron Donald – DP Coldplaning – Kawasaki 650 – 1h00’34.51 (112.115 mph) 05- Russ Mountford – Mountford Racing – Kawasaki 650 – 1h00’44.04 (111.822 mph) 06- William Dunlop – Wilson Craig Racing – Kawasaki 650 – 1h00’56.25 (111.754 mph) 07- Ivan Lintin – R and D Sheet Metal – Kawasaki 650 – 1h00’57.24 (111.419 mph) 08- Ian Lougher – Stewart Smith Racing – Kawasaki 650 – 1h01’39.18 (110.155 mph) 09- Olie Linsdell – Supertwin Bond/Wheeler Electrical – Flitwick 650 – 1h01’44.78 (109.989 mph) 10- Jamie Hamilton – KMR Kawasaki – Kawasaki 650 – 1h02’04.57 (109.404 mph) 11- Dave Moffitt – JHS Racing – Suzuki 650 – 1h02’06.56 (109.346 mph) 12- Dean Harrison – PRD/Dynobike Kawasaki – Kawasaki 650 – 1h02’29.98 (108.663 mph) 13- Roger Maher – Lee Dabs Derbyshire Racing – Kawasaki 650 – 1h02’30.64 (108.644 mph) 14- John Burrows – B E Racing – Kawasaki 650 – 1h02’32.96 (108.577 mph) 15- Michael Dunlop – McAdoo Racing – Kawasaki 650 – 1h02’40.29 (108.365 mph) 16- Paul Shoesmith – Ice Valley by Motorsave – Kawasaki 650 – 1h02’52.58 (108.012 mph) 17- Steve Mercer – W A Corless/Jackson Racing – Kawasaki 650 – 1h02’59.97 (107.801 mph) 18- Ben Wylie – AFC Motorsport – Suzuki 650 – 1h’03’17.37 (107.307 mph) 19- Rob Barber – Block Solutions – Suzuki 650 – 1h03’21.12 (107.201 mph) 20- John Barton – John Barton Racing – Kawasaki 650 – 1h03’41.32 (106.634 mph) 21- Davy Morgan – CMS Ltd – Kawasaki 650 – 1h03’41.86 (106.619 mph) 22- Ian Pattinson – Ian Pattinson Racing – Kawasaki 650 – 1h03’49.88 (106.396 mph) 23- Adrian Cox MBE – Topgun Racing/RAF – Kawasaki 650 – 104’05.50 (105.964 mph) 24- Dave Madsen Mygdal – Madsen Mygdal – Kawasaki 650 – 1h04’12.42 (105.773 mph) 25- Scott Wilson – Wilson Racing – Kawasaki 650 – 1h04’14.96 (105.704 mph) 26- Chris Petty – Dave Milling Motorcycles – Kawasaki 650 – 1h04’33.51 (105.198 mph) 27- Mark Parrett – Mark Parrett Racing – Kawasaki 650 – 1h04’49.95 (104.753 mph) 28- Maria Costello MBE – HOL TAJ/Pr1mo/Bob Jackson – Kawasaki 650 – 1h05’11.90 (104.165 mph) 29- Eric Wilson – Mike Smith Racing – Suzuki 650 – 1h05’32.16 (103.629 mph) 30- Billy Smith – AFC Motorsport – Suzuki 650 – 1h05’33.57 (103.591 mph) 31- Michal Dokoupil – Indi Racing Team – Suzuki 650 – 1h05’38.50 (103.462 mph) 32- Luis Carreira – Benimoto – Suzuki 650 – 1h05’44.79 (103.297 mph) 33- Lee Vernon – Scott Racing/Jonathan Milner – Kawasaki 650 – 1h06’06.28 (102.737 mph) 34- Wayne Axon – DDR Racing Cornwall – Suzuki 650 – 1h06’10.29 (102.633 mph) 35- Alan Connor – TJC Racing – Suzuki 650 – 1h06’42.47 (101.808 mph) 36- Richie Gelder – Topgun Racing – Kawasaki 650 – 1h07’17.11 (100.935 mph) 37- Nuno Caetano – KS Team of Portugal – Kawasaki 650 – 1h07’25.54 (100.724 mph) 38- Andy McPherson – Blue Water Marine Mozambique – Yamaha 600 – 1h07’35.77 (100.470 mph) 39- George Spence – Ayton Smiddy Ltd – Kawasaki 650 – 1h07’40.13 (100.362 mph) 40- Adam Child – Adam Child Racing – Kawasaki 650 – 1h08’04.38 (99.767 mph) 41- Antonio Maeso – Maeso Escaso Racing – Kawasaki 650 – 1h09’23.14 (97.879 mph) Alessio Piana (Twitter: @AlessioPiana130)

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Macau

Rutter vola con la RC213V-S a Macau, ma la pole è di Hickman

Peter Hickman

Peter Hickman in pole provvisoria al Macau GP

Macau

Prime prove del Macau GP 2019 nel segno di Hickman