Stefan Dörflinger e Jorge Martínez diventeranno Leggende della MotoGP

Stefan Dörflinger e Jorge 'Aspar' Martínez entreranno a far parte della Hall of Fame del Motomondiale con due cerimonie che si svolgeranno al Sachsenring ed a Valencia.

28 gennaio 2019 - 12:36

Due nuovi nomi di uniranno alla Hall of Fame del Motomondiale quest’anno: parliamo dello svizzero di Stefan Dörflinger e dello spagnolo Jorge ‘Aspar’ Martínez. Il primo verrà nominato Leggenda della MotoGP nel corso del Gran Premio di Germania (viste le origini tedesche del pilota), mentre il secondo riceverà il suo riconoscimento a Valencia, a 40 anni di distanza dalla sua prima gara nel Campionato del Mondo.

Stefan Dörflinger ha vinto due titoli consecutivi in 50cc nel 1982 e nel 1983. L’anno successivo conquista la corona iridata in 80cc, categoria appena introdotta, difendendo poi il campionato anche l’anno successivo e ottenendo così il quarto ed ultimo titolo in carriera. La sua carriera iridata, iniziata nel 1973, si è conclusa nel 1990, quando ha appeso il casco al chiodo. Queste le sue parole: “Sono stato felicissimo quando mi hanno detto che sarei diventato una Leggenda della MotoGP, unendomi ad una serie di nomi illustri. Sono lieto di aver portato il numero 1 in carena per ben quattro volte ed è un onore ottenere questo riconoscimento.”

Jorge ‘Aspar’ Martinez ha iniziato la sua carriera in 50cc nel 1982, vincendo poi il primo titolo iridato in 80cc nel 1986, dominando poi anche i due anni successivi. Nel 1988 disputa contemporaneamente anche il Mondiale 125cc, conquistando la corona anche in questo caso con 9 vittorie in 11 gare. La sua carriera si è conclusa nel 1997, correndo anche in 250cc, ma Martínez è rimasto comunque nel Motomondiale con una struttura che ha portato inizialmente il nome ‘Aspar’, diventando poi l’attuale Angel Nieto Team. Queste le parole del pilota: “Per me è una grande gioia, una sorpresa quando Ezpeleta mi ha chiamato per comunicarmelo. Un onore unirsi a nomi leggendari come Angel Nieto, Mick Doohan, Giacomo Agostini, Nicky Hayden e molti altri.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

MotoGP: Danilo Petrucci lavora sull’ergonomia, ma la sella ‘scotta’

BSB Silverstone, gara 2: Tarran Mackenzie, la rivincita

British Talent Cup: Cameron Horsman vince Gara 2