Test MotoGP, Jorge Lorenzo conferma la presenza in Qatar

Jorge Lorenzo e Marc Marquez pronti per la prima uscita stagionale 2019 in tandem. Dal 23 al 25 febbraio ultimo test MotoGP prestagionale.

21 febbraio 2019 - 13:24

Il team Repsol Honda arriva in Qatar con entrambi i piloti ufficiali a disposizione, seppure non al 100% della forma fisica. A Sepang Marc Marquez ha concentrato l’attenzione solo sulla specifica del motore e pochi altri dettagli, mettendo a segno un numero dimezzato di giri. Jorge Lorenzo, invece, ha preferito restare a Lugano per proseguire la riabilitazione al polso sinistro che dà ancora qualche fastidio. Entrambi hanno dovuto calibrare la preparazione invernale, senza mai concedersi pause, per arrivare a Losail nella miglior condizione possibile.

Prima uscita stagionale per il “dream team”

Dal 23 al 25 febbraio entrambi scenderanno in pista per proseguire lo sviluppo della RC213V. Occhi puntati sul V4 che verrà poi congelato entro il 10 marzo, data del primo Gran Premio, senza possibilità di apportare modifiche durante il campionato. “Già siamo all’ultima prova prima dell’inizio della stagione! Sono ovviamente entusiasta di guidare ancora una volta e continuare il lavoro che abbiamo svolto in Malesia – ha detto Marc Marquez -. Da allora ho continuato a lavorare per migliorare la mia spalla e sono fiducioso che sarò in una condizione fisica migliore rispetto alla Malesia. L’obiettivo è ancora una volta testare le parti più importanti per Honda, così possiamo iniziare bene la stagione”.

Saranno tre giorni di test fondamentali per Jorge Lorenzo, alla sua prima uscita stagionale in sella alla Honda. Ha lavorato senza sosta tutto l’inverno, un allenamento sullo sterrato l’ha costretto ad un intervento che ha rallentato la preparazione. Ma nei tre giorni in Qatar avrà modo di raccogliere tutti i dati utili da fornire ai tecnici HRC. “Ho lavorato molto per migliorare il mio polso e sono soddisfatto dei progressi – ha dichiarato il maiorchino -. Naturalmente mi sarebbe piaciuto essere in condizioni migliori, ma sento che saremo in grado di fare un test produttivo. Prima dobbiamo capire la mia condizione in sella alla moto La Honda è stata in grado di fare molti progressi a Sepang. Non vedo l’ora di tornare sulla RC213V e prepararmi per la prossima stagione”.

Scommetti con Johnnybet

Ricambi moto 4moto.it

Biglietteria per tutti gli eventi motoristici, F1 inclusa

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Valentino Rossi: “Yamaha lenta sul rettilineo, così dal 2004”

MotoGP: Alex Rins regala il suo casco ai commissari di pista

MotoGP, Jorge Lorenzo: “Tutto bene tranne il risultato”