Graziano Rossi: “Da quando c’è Valentino Yamaha più lenta”

Graziano Rossi assicura che la stretta di mano tra Valentino Rossi e Marc Marquez a Rio Hondo non è sinonimo di pace. E bacchetta la Yamaha...

5 aprile 2019 - 13:59

La stretta di mano tra Valentino Rossi e Marc Marquez continua a far discutere. Sono molti gli appassionati che vorrebbero rivedere una riconciliazione tra i due campioni dopo i fatti di Sepang e Rio Hondo 2018. Ancora una volta l’Argentina è teatro di un confronto tra fuoriclasse, ma a sentire le parole di Graziano Rossi una vera pace non è stata firmata.

Valentino Rossi aveva promesso una rivalità eterna al Cabroncito dopo la gara di Termas dello scorso anno. A Misano ha rifiutato pubblicamente di stringere la mano allo spagnolo durante la conferenza stampa del giovedì. Una presa di posizione molto severa da parte di chi non vuole dimenticare, compresa una frangia di tifosi ‘irriducibili’ che non ha mai perdonato l’affronto di Sepang 2015. Per questo ha destato molta meraviglia quel gesto prima di salire sul podio da parte del Dottore nei confronti di Marquez. “Servirebbero altri podi insieme per ricostruire un rapporto che non è positivo“, ha commentato papà Graziano.

In un’intervista a Radio Sportiva il papà del Dottore non ha mancato di lanciare qualche frecciata alla Yamaha, rea di essere ancora in ritardo nello sviluppo tecnico. “Ha tanta voglia di giocarsela. Per quella che era la sua preparazione e il suo stato di forma eccellente, adesso credo che manchi solo la crescita della moto. In questa seconda gara lo step fatto è stato molto importante… Speriamo che la Yamaha riesca a colmare l’ultimo gap per avvicinarsi a Ducati e Honda… Da quando c’è Rossi, ha come sua caratteristica quella di andare più piano rispetto alla concorrenza“. Quando deciderà di dire addio alla MotoGP? “Luca Marini ha fatto una buona previsione – ha concluso Graziano Rossi –: 46 anni“.

Scommetti con Johnnybet

Ricambi moto 4moto.it

Biglietteria per tutti gli eventi motoristici, F1 inclusa

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

MotoGP: Danilo Petrucci lavora sull’ergonomia, ma la sella ‘scotta’

Valentino Rossi e il segreto del ‘Risorgimento Yamaha’

MotoGP, Fabio Quartararo festeggia 20 anni come miglior rookie