MotoGP, Jorge Lorenzo: “Tensioni con Marquez? Può succedere”

Jorge Lorenzo e Marc Marquez mettono in conto eventuali dissidi all'interno del box Repsol Honda. Test in Qatar in dubbio per il pilota maiorchino.

23 gennaio 2019 - 14:40

Cala il sipario sulla presentazione del team Repsol Honda nella sede Repsol a Madrid, adesso gli occhi saranno tutti puntati sul ritorno di Jorge Lorenzo in pista, all’indomani dell’ultimo intervento al polso sinistro, e sul connubio con Marc Marquez che nasconde un potenziale “bellico” pronto ad esplodere alla prima occasione.

L’INFORTUNIO DI JORGE – Il maiorchino si è presentato con il braccio fasciato davanti alle telecamere di mezzo mondo, conferma che salterà il turno di test a Sepang e resta in dubbio per il momento la partecipazione al test ufficiale in Qatar. “Ho un po’ di dolore al polso ma questo è normale dopo tre giorni dall’intervento – ha detto in conferenza stampa il maiorchino -. Un’operazione abbastanza semplice ma l’osso non lo è, è delicato, con l’intervento il recupero è più veloce se non mi fossi operato. Così diventa più simile al recupero delle altre ossa, fra pochi giorni  potrò muovere il polso e tra un mese o un mese e mezzo spero di stare abbastanza bene. Per Sepang abbiamo deciso di non partecipare ai test, mi piacerebbe essere in Qatar per provare le novità della moto, per non arrivare al primo Gran Premio a dover provare tutto. In Qatar non sarò al 100% – ha sottolineato Jorge Lorenzo – ma spero di esserci vicino“.

IL RAPPORTO MARQUEZ-LORENZO – Saranno i risultati a costruire il rapporto tra i due campioni che insieme sommano 12 titoli mondiali. Un’ipotesi molto plausibile ma che si cerca di scongiurare per non fare un favore agli avversari. “Come succede sempre l’importante è che rimanga all’interno del box, nessuno lo sa, siamo gente che parliamo spagnolo, anche il team lavora abbastanza bene – commenta Marc Marquez -. Nel 2013 e 2014 è già successo con Dani, se succederà parlando si chiarisce tutto. Dopo quello che è successo ad Aragon ci siamo sentiti per telefono, abbiamo fatto due chiacchiere, ma niente di importante“.

Si cerca di minimizzare in casa Honda, il rapporto ufficiale comincia molto diplomaticamente, ma ricordiamo bene per quanto tempo sia stata prolungata la polemica post Aragon. L’anno scorso Jorge e Marc erano in due team differenti, questo potrebbe aver inciso sulla diatriba a distanza, ma il maiorchino aveva già firmato il nuovo contratto con la Honda. “Nelle corse di moto possono succedere queste cose, con Dani, Hayden e Doohan è già successo nella squadra – ha specificato Jorge Lorenzo -. Da parte mia, e penso anche da parte di Marquez, quando si tratta del compagno di squadra fai sempre più attenzione affinché non avvengano certe cose, fai più attenzione in fase di sorpasso. L’interesse del team deve essere maggiore rispetto all’interesse personale, ma è anche uno sport individuale, entrambi vogliamo fare il miglior risultato possibile e a volte questo è inevitabile quando stai lottando per la vittoria. Le tensioni sono una possibilità che stanno aspettando i rivali, noi speriamo che non succeda, ma se succede – ha concluso Lorenzo – speriamo che sia perché stiamo lottando per qualcosa di importante“.

Scommetti con Johnnybet

Ricambi moto 4moto.it

Biglietteria per tutti gli eventi motoristici, F1 inclusa

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

MotoGP: Prove di ‘penalità’ in Qatar

MotoGP, Test Qatar: A metà giornata Alex Rins 1°

Test MotoGP, Paolo Ciabatti: “Ducati lavora su ciclistica e aerodinamica”