MotoGP: Aprilia buona la prima, ma Andrea Iannone chi l’ha visto?

Aprilia battezza la RS-GP con il settimo tempo finale di Aleix Espargaro. Mancato all'appello il pilota abruzzese, per problemi fisici

8 febbraio 2019 - 12:29

Aprilia battezza il debutto della RS-GP 2019 con l’ottimo settimo tempo finale di Aleix Espargaro. Al suo debutto in pista la quattro cilindri veneta ha mostrato una crescita incoraggiante, raccogliendo commenti positivi da tutti i piloti impegnati in pista.
I piloti titolari hanno avuto modo di valutare le evoluzioni del prototipo Aprilia 2019 nelle impegnative condizioni della pista malese. Se Aleix ha girato tanto  e bene, non si può dire la stessa cosa di Andrea Iannone che si è presentato in Malesia debilitato dagli antibiotici e in cattive condizioni fisiche, sembra per un precedente intervento di chirurgia estetica.

Nei primi due giorni il nostro lavoro si era concentrato sul conoscere la nuova moto e girare con gomme usate, con buoni risultati come conferma il passo nella simulazione gara” ha commentato Aleix Espargaro. “L’ultimo giorno abbiamo configurato la moto per provare un time-attack e sono piuttosto soddisfatto del nostro tempo. Siamo cresciuti durante i tre giorni e devo dire che ho trovato un buon feeling con la nuova moto, riesco ad essere aggressivo e sono a mio agio anche a livello di ergonomia. Sicuramente un primo test positivo, abbiamo margini di miglioramento ma so che i ragazzi di Aprilia continueranno a lavorare sodo”.

Commenta per primo