Supercross Alex Martin: “Voglio battere Forkner”

Alex Martin pilota Suzuki del campionato costa Est della classe 250 ha un grande obiettivo quello di battere Austin Forkner

6 marzo 2019 - 7:26

Lo “Showdown” di Atlanta della classe 250 ha regalato spettacolo con i piloti, sia della costa Est che della costa Ovest che hanno dimostrato di essere veloci e in prospettiva futura pronti per la classe 450. Alex Martin, classe 1989 pilota del team  JGRMX/Yoshimura/Suzuki Factory Racing è tra i grandi protagonisti del campionato della costa Est. Vice campione del National 2018 in sella alla KTM del team TLD/KTM, l’americano originario del Minnesota ha firmato per il costruttore giapponese negli ultimi mesi della scorsa stagione, con un solo grande obiettivo; vincere.

Alex, quali sono le tue sensazioni in questo inizio di stagione?

” Mi sento competitivo dopo un inverno produttivo con il team JGR Suzuki Factory Team dove abbiamo lavorato tanto. La 250f è una moto su cui mi trovo molto bene”.

Quali sono le differenze maggiori tra la KTM che guidavi nel 2018 e la Suzuki di questa stagione?

” Essendo piuttosto piccolo, la Suzuki la guido meglio. Ha un cockpit più ristretto e pedane più adatte a me. Ha un telaio davvero prevedibile che mi aiuta tantissimo soprattutto nelle “whoops” e questo per un pilota di bassa statura è importante. Come motore credo che la Suzuki abbia più coppia mentre quello della KTM più allungo nella potenza.”

Austin Forkner è partito alla grande, cosa ti serve per batterlo?

” Forkner sta guidando davvero bene. Per batterlo bisogna partire bene e non commettere errori nei primi due giri della gara. Sento di avere la velocità per restare con lui ma devo essere in una buona posizione all’inizio”.

Quali sono i tuoi programmi con la Suzuki per il futuro, anche in ottica 450.

” Ho firmato per 2 anni con il team JGR Suzuki e il mio obiettivo è quello di conquistare delle vittorie e dei podi. La classe 450 è sicuramente dove vorrei andare in futuro senza dubbio”.

Segui la MXGP e cosa pensi di Thomas Covington e Hunter Lawrence arrivati negli Usa dopo l’esperienza nella MX2?

” Seguo attentamente il mondiale e sono un grande appassionato del mondiale. Per me è un grande piacere gareggiare contro i ragazzi che vengono negli USA per correre”.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

MXGP Lombardia: Jeremy Seewer in pista a Mantova

Honda HRC in pista per preparare il National

MotoG: Test privati per Aprilia, Suzuki, Ducati, Yamaha e KTM