Moto3, Thailandia: Jorge Martín e l’infiammazione al braccio che ha condizionato le qualifiche

Nel corso della QP Jorge Martín ha avuto un nemico in più, vale a dire un'infiammazione al braccio sinistro che quasi non gli permette di muovere la mano. Sarà in gara domani?

6 ottobre 2018 - 9:49

Ha lasciato abbastanza perplessi il fatto che Jorge Martín, il “Re delle pole position”, non sia mai riuscito a mettersi in lotta per la prima casella in griglia nella giornata odierna. Ma c’è un motivo molto serio: il pilota spagnolo ed attuale leader iridato Moto3 sta guidando quasi con una mano sola ed in queste condizioni è stato già importante conquistare la 13° posizione in griglia di partenza.

La spiegazione c’è: nel corso di un trattamento post prove libere, effettuato in Clinica Mobile, è stato toccato un nervo nel braccio sinistro. Il risultato è stato un improvviso gonfiore, tale da provocare seri problemi al pilota per quanto riguarda il movimento della mano, arrivando a richiedere assistenza ai suoi uomini per infilarsi e togliersi il casco. Difficile immaginare quindi come Martín abbia potuto guidare in queste condizioni, ed è lo stesso alfiere Del Conca Gresini a mostrarsi preoccupato in vista della gara.

“Ieri in Clinica Mobile mi hanno toccato un nervo che non bisognava toccare” ha dichiarato Jorge Martín a qualifiche concluse. “Non riesco ad aprire la mano e di conseguenza non posso guidare come vorrei. C’è il rischio di non correre se l’infiammazione non si riduce, quindi stiamo a vedere come si evolve la situazione. La moto è a posto, ma in queste condizioni non posso pilotare come vorrei.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Maverick Vinales

MotoGP, Lin Jarvis sui motori: “Abbiamo ridotto le prestazioni”

MotoGP Aprilia

MotoGP, Massimo Rivola: “Dovizioso la migliore opzione possibile”

crutchlow motogp

MotoGP, Crutchlow che guaio: il braccio sta meglio, ma si fa male alla caviglia!