Supersport Losail Gara: van der Mark chiude in bellezza

Sesta vittoria stagionale da Campione del Mondo

2 novembre 2014 - 16:52

Tra due settimane proverà la Honda Fireblade SP sempre del team Pata Honda Ten Kate a Jerez de la Frontera, ma nel frattempo Michael van der Mark ha onorato al meglio il suo ultimo impegno da pilota del Mondiale Supersport. In sella alla Honda CBR 600RR #60, il talentuoso pilota olandese ha chiuso in bellezza una biennale (e trionfale) militanza nel WSS assicurandosi al Losail International Circuit la sesta affermazione stagionale e della carriera nella serie iridata dopo Assen, Donington Park, Sepang, Portimao e Jerez, ennesima perla di un 2014 che lo ha visto laurearsi Campione del Mondo con due prove d’anticipio. Ancora un prodigio del prodigioso ‘Magic Michael’, stella di sicuro avvenire nella top class delle derivate di serie dove si presenterà non soltanto da iridato Supersport in carica, ma con HARC-PRO Honda vincitore delle ultime due edizioni (in due presenze!) alla 8 ore di Suzuka.

Con il Campione Europeo Superstock 600 2012 in trionfo, la contesa disputatasi sotto le luci dei riflettori in Qatar ha proposto ai vertici un sorprendente Ratthapark Wilairot, tailandese dal 2007 (a tuttora: disputa le ultime gare stagionali con Caterham in Moto2) presenza fissa del Motomondiale, trasferitosi quest’anno nel WSS con una Honda CBR 600RR preparata dal Performance Technical Racing e patrocinata da Core, secondo e, a tratti, l’unico in grado di impensierire l’imprendibile van der Mark. Definite le prime due posizioni, un avvincente confronto-a-tre per il terzo gradino del podio ha premiato Jules Cluzel, con la F3 675 di MV Agusta Reparto Corse laureatosi vice-Campione del Mondo, sul traguardo di poco davanti alle R6 di DMC-Panavto Yamaha condotte dal Campione FSBK Supersport in carica Lucas Mahias (4° da wild card confermando quanto di buono mostrato a Magny-Cours) e Kev Coghlan, quinto.

La lotta tutta tricolore per la sesta piazza ha invece visto Roberto Rolfo (Kawasaki Go Eleven) in rimonta avere la meglio su Lorenzo Zanetti (Pata Honda), più staccato il tri-Campione del Mondo Kenan Sofuoglu è ottavo a precedere il compagno di squadra al San Carlo Puccetti Racing Roberto Tamburini, nono dopo prove da protagonista. Sempre per quanto concerne i nostri portabandiera, davanti ad un irriconoscibile Florian Marino (11°) seppur non al meglio della forma fisica un positivo Massimo Roccoli chiude nei 10 con la seconda MV Agusta F3 675 ufficiale, a punti anche Raffaele De Rosa (13° alla ‘prima’ con il Team Lorini) e Christian Gamarino (14° su Kawasaki Go Eleven), traguardo sfumato a Fabio Menghi (18°, Yamaha VFT) con Luca Marconi ed il Campione Europeo Superstock 600 2014 Marco Faccani usciti di scena proprio nel finale.

Supersport World Championship 2014
Losail International Circuit, Classifica Gara

01- Michael van der Mark – Pata Honda World Supersport Team – Honda CBR 600RR – 15 giri in 30’42.722
02- Ratthapark Wilairot – Core PTR Honda – Honda CBR 600RR – + 3.570
03- Jules Cluzel – MV Agusta Reparto Corse – MV Agusta F3 675 – + 5.124
04- Lucas Mahias – DMC Panavto Yamaha – Yamaha YZF R6 – + 5.476
05- Kev Coghlan – DMC Panavto Yamaha – Yamaha YZF R6 – + 5.578
06- Roberto Rolfo – Team Go Eleven – Kawasaki ZX-6R – + 8.275
07- Lorenzo Zanetti – Pata Honda World Supersport Team – Honda CBR 600RR – + 8.965
08- Kenan Sofuoglu – San Carlo Puccetti Racing – Kawasaki ZX-6R – + 12.367
09- Roberto Tamburini – San Carlo Puccetti Racing – Kawasaki ZX-6R – + 22.923
10- Massimo Roccoli – MV Agusta Reparto Corse – MV Agusta F3 675 – + 23.081
11- Florian Marino – Kawasaki Intermoto Ponyexpres – Kawasaki ZX-6R – + 25.585
12- PJ Jacobsen – Kawasaki Intermoto Ponyexpres – Kawasaki ZX-6R – + 25.668
13- Raffaele De Rosa – Team Lorini – Honda CBR 600RR – + 26.094
14- Christian Gamarino – Team Go Eleven – Kawasaki ZX-6R – + 28.026
15- Mason Law – Kawasaki Intermoto Ponyexpres – Kawasaki ZX-6R – + 29.868
16- Nasser Al Malki – CIA Insurance Honda – Honda CBR 600RR – + 48.357
17- Alexey Ivanov – DMC Panavto Yamaha – Yamaha YZF R6 – + 1’00.928
18- Fabio Menghi – VFT Racing – Yamaha YZF R6 – + 1’00.968
19- Nacho Calero Perez – CIA Insurance Honda – Honda CBR 600RR – + 1’14.126

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

MotoGP, Maverick Vinales: “Serve una Yamaha più aggressiva”

MotoGP, Cal Crutchlow: “Non posso guidare come Marc Marquez”

Superbike: Buon giorno Imola, Alvaro Bautista oggi in pista