FIM EWC: Motors Events con un equipaggio completamente rinnovato

Il Team Motors Events di Hervé Moineau si rinnova: ennesimo assalto alla Stock con James Westmoreland, Johan Nigon e Adrien Ganfornina.

22 gennaio 2019 - 11:03

Il Team Motors Events è una delle squadre di maggior storia, tradizione e successo del FIM EWC. La squadra dell’ex iridato Endurance Hervé Moineau con Marc Mothre direttore operativo si è assicurata nel precedente lustro due Coppe del Mondo di classe Superstock (2011 e 2013), sfiorando addirittura nel 2016 la conquista del titolo mondiale nell’assoluta. Superato un problematico 2017 con Honda riabbracciando la causa Suzuki a partire dallo scorso anno, dal Bol d’Or il team contraddistinto dal #50 è tornato a competere nella Stock con l’obiettivo di assicurarsi il terzo alloro di categoria.

Per farlo la compagine d’oltralpe ha rinnovato il proprio equipaggio per i restanti eventi (Le Mans, Oschersleben, SlovakiaRing) del calendario 2018/2019. In sella alla Suzuki GSX-R 1000 #50 non ci saranno più Baptiste Guittet, Kev Coghlan e Gregory Fastre (passato a MotoTech Yamaha), ma un trio completamente inedito che combina esperienza di gare Endurance e corse sprint.

Di comprovata esperienza nell’EWC, Adrien Ganfornina e Johan Nigon entrano a far parte del Team Motors Events insieme a James Westmoreland, pilota dai trascorsi di rilievo nel circus del BSB dove ha corso con Motorpoint Yamaha, Team WFR Honda (7° assoluto nel 2012 sfiorando l’accesso allo Showdown) e JG Speedfit Kawasaki, conquistando un podio a Thruxton nel 2015.

Più volte contendente al titolo del British Supersport, Westy esordirà nel FIM EWC il 20-21 aprile prossimi alla 24 ore di Le Mans dove, come sempre, Motors Events sarà in pista anche con una seconda Suzuki GSX-R 1000 iscritta sotto le insegne del Team 212 Dunlop Motors Events con Kevin Jaeck, Christopher Beaty, Nicolas Deser e Cédric Boissenin alla guida.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

MotoGP: Prove di ‘penalità’ in Qatar

MotoGP, Test Qatar: A metà giornata Alex Rins 1°

Test MotoGP, Paolo Ciabatti: “Ducati lavora su ciclistica e aerodinamica”