Bol d’Or Qualifiche 1: la nuova Kawasaki precede BMW, Honda TT Legends 8°

Inizia la 75° edizione del Bol d'Or

15 aprile 2011 - 3:46

La 75° edizione del Bol d’Or prende ufficialmente il via. Il primo turno di qualifiche ufficiali, tradizionalmente suddiviso in quattro sessioni per ciascun pilota di equipaggio (differenziato secondo i gruppi di “colore” blu, bianco, rosso e verde) ha visto la nuova Ninja ZX-10R del Team SRC Kawasaki (ex-Gilles Stafler Racing, compagine ufficiale Kawasaki France con il classico #11) comandare la classifica provvisoria dei tempi. Julien Da Costa, vincitore due settimane or sono della prima prova del campionato francese Superbike con la stessa moto, ha fermato i cronometri sull’1’40″048 abbassando la media dell’equipaggio in 1’40″938 (Gregory Leblanc e Olivier Four sono rimasti sopra l’1’41”). Un inizio senza dubbio promettente per la Kawasaki, con la moto 2011 e le nuove coperture Pirelli già messe alla “frusta” nei recenti test privati della squadra di Gilles Stafler proprio a Magny Cours. La classifica in questa prima sessione di qualifiche è decisamente compatta, con le altre tre squadre di punta rimasti a pochi decimi dalla Kawasaki #11. In seconda posizione c’è la BMW S1000RR #99 gommata Michelin di BMW Motorrad France, rinnovata compagine di Michael Bartholemy (ex-BMP Elf 99) che ha rivisto il proprio organigramma all’interno del box in queste ultime settimane. Nonostante le numerose vicissitudini in casa BMW, Sebastien Gimbert ha spiccato un ottimo 1’40″436: la media con l’australiano campione IDM Supersport in carica Damian Cudlin (1’41″071) ed il campione francese Superbike 2010 Erwan Nigon (1’41″347) consente alla squadra ufficiale BMW di spiccare un significativo 1’40″951 dopo il miglior tempo nella prima sessione di prove libere.

Sarà indispensabile trovar conferma nelle seconde qualifiche, complice la cancellazione (decisa dalla FIM su indicazione delle squadre) della Superpole che quest’anno non si disputerà più nel programma del Mondiale Endurance. Omogeneo l’equipaggio di BMW, lo stesso si può dire della squadra campione del mondo in carica, la S.E.R.T. (Suzuki Endurance Racing Team), con la GSX-R 1000 #1 sull’1’40″971 con il team manager Dominique Meliand che ha deciso di promuovere Anthony Delhalle (1’41″091) accanto a Vincent Philippe (1’40″098) e Freddy Foray (1’41″726) nell’equipaggio titolare a scapito di Daisaku Sakai, ex-vincitore della 8 ore di Suzuka che non è andato oltre l’1’42″241. Una bel traguardo per Delhalle, ex-Suzuki del Qatar Endurance Racing Team pluri-campione tra le Superstock, all’esordio con SERT. Segue in classifica in quarta posizione Yamaha Austria (oggi “Monster Yamaha YART” grazie all’apporto del nuovo main sponsor) con la media-tempi di Marko Jerman, Steve Martin e Gwen Giabbani sull’1’41″191, seguiti da Yamaha GMT94 con David Checa, Matthieu Lagrive e Kenny Foray in 1’41″722. Le due Yamaha R1 di riferimento, va ricordato, sono gommate Michelin. Tra le “sorprese” delle qualifiche del venerdì la Honda di National Motos in 6° posizione (Jonchiere, De Carolis, Masson) davanti alla Yamaha Maco Racing con il ritorno di Jason Pridmore e Gregory Junod e Gregg Black chiamati dopo la chiusura del team RAC 41 a seguito della tragica scomparsa del team manager Arnaud Larose per un incidente in elicottero del febbraio scorso.

Tra i team più attesi c’è senza dubbio Honda TT Legends, attualmente in ottava posizione con la CBR 1000RR preparata dalla squadra pluri-campione del mondo Superbike e BSB di Neil Tuxworth, affidata alle leggende del Tourist Trophy Steve Plater (suo il miglior tempo in 1’42″451), John McGuinness (1’43″447) e Keith Amor (1’43″510) con Cameron Donald “riserva”. L’obiettivo della formazione ufficiale Honda Europe, che ha presentato una splendida grafica ispirata alla RC50 pluri-vittoriosa al Bol d’Or consecutivamente dal 1985 al 1990, è di piazzarsi nella top-15 delle qualifiche per poi “attaccare” in gara con l’obiettivo di vedere la bandiera a scacchi per guadagnare punti preziosi in ottica campionato. Passando alle Stocksport (Superstock) il Junior Team Suzuki Lycee Le Mans Sud è al comando ed in 9° posizione assoluta con Julien Enjolras, Loic Napoleone e Baptiste Guittet che hanno staccato la Suzuki AM Moto e la BMW del team Van Zon Boenig che presenta il protagonista dell’IDM Superbike Werner Daemen (pilota ufficiale BMW ed ex-team manager BMP Elf 99). Per i team italiani il R.T. Motovirus è 13° assoluto (con Brivent e Jond affiancati da Emiliano Bellucci, ex-Yamaha X-One), 6° di classe Superstock il No Limits con la Suzuki #44 affidata al riconfermato trio composto da Simone Saltarelli, Alessio Aldrovandi e Victor Casas. Undicesimo il MCS Racing Ipone con un velocissimo Michael Savary che ha consentito alla Suzuki #411 di precedere il QERT, campione del mondo in carica, in difficoltà per la partenza di Delhalle in direzione SERT.

Interessante la “Open” dove la rinnovata-sperimentale Metiss continua a mostrare tempi da EWC, anche se non ha sfigurato la MV Agusta del Team Raffin Motos 30° assoluta; più indietro la Aprilia RSV4 del Le Mans 2 Roues, 39°. A Nevers Magny Cours restano ora la decisiva seconda sessione di qualifiche ufficiali che determinerà lo schieramento di partenza della 75° edizione del Bol d’Or, prima prova del FIM Endurance World Championship 2011. 75ème Bol d’Or Classifica Qualifiche 1 01- Team SRC Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – Da Costa/Leblanc/Four – 1’40.938 (EWC) 02- BMW Motorrad France 99 – BMW S1000RR – Gimbert/Cudlin/Nigon – 1’40.951 (EWC) 03- Suzuki Endurance Racing Team – Suzuki GSX-R 1000 – Philippe/Foray/Delhalle – 1’40.971 (EWC) 04- Monster Yamaha YART – Yamaha YZF R1 – Jerman/Martin/Giabbani – 1’41.191 (EWC) 05- Yamaha France GMT94 – Yamaha YZF R1 – Checa/Foray/Lagrive – 1’41.722 (EWC) 06- National Motos – Honda CBR 1000RR – Jonchiere/De Carolis/Masson – 1’42.906 (EWC) 07- Maco Racing Team – Yamaha YZF R1 – Pridmore/Junod/Black – 1’42.957 (EWC) 08- Honda TT Legends – Honda CBR 1000RR – Plater/McGuinness/Amor – 1’43.136 (EWC) 09- Junior Team Suzuki LMS – Suzuki GSX-R 1000 – Guittet/Enjolras/Napoleone – 1’43.299 (Stock) 10- Bolliger Team Switzerland – Kawasaki ZX-10R – Saiger/Stamm/Tangre – 1’43.387 (EWC) 11- YMES Folch Endurance – Yamaha YZF R1 – Ribalta/Vallcaneras/Rita – 1’43.694 (EWC) 12- AM Moto Racing Competition – Suzuki GSX-R 1000 – Auger/Loiseau/Denis – 1’43.752 (Stock) 13- R.T. Motovirus Racing – Suzuki GSX-R 1000 – Brivet/Jond/Bellucci – 1’44.152 (EWC) 14- Van Zon Boenig Motorsport – BMW S1000RR – Filla/Daemen/Seidel – 1’44.204 (Stock) 15- Team Motors Events – Suzuki GSX-R 1000 – Gines/Bocquet/Humeau – 1’44.307 (Stock) 16- Team 18 Sapeurs Pompiers – BMW S1000RR – Metro/Molinier/Briere – 1’44.521 (EWC) 17- Maccio Racing – Kawasaki ZX-10R – Dumain/Maurin/Moreira – 1’44.664 (Stock) 18- No Limits Motor Team – Suzuki GSX-R 1000 – Saltarelli/Casas/Aldrovandi – 1’45.154 (Stock) 19- Endurance Moto 45 – Suzuki GSX-R 1000 – Diguet/Ganfornina/Lagrive – 1’45.185 (Stock) 20- MCP Starteam 67 – Suzuki GSX-R 1000 – Lucas/Prulhiere/Keller – 1’45.229 (Stock) 21- Metiss JLC Moto – Metiss – Michel/Fissette/Huvier – 1’45.340 (Open) 22- Atomic Motosport – Suzuki GSX-R 1000 – Muteau/Lalevee/Lussiana – 1’45.373 (Stock) 23- SH Technologie Scrubs – BMW S1000RR – Royer/Pouhair/Chevaux – 1’45.453 (EWC) 24- MCS Racing Ipone – Suzuki GSX-R 1000 – Prosenik/Savary/Kispataki – 1’45.489 (Stock) 25- QERT – Suzuki GSX-R 1000 – Cudlin/Al Malki/Al Mannai – 1’45.489 (Stock) 26- Infini Team Power Bike – Kawasaki ZX-10R – Cuzin/Holub/Perrault – 1’45.830 (EWC) 27- Team AZ Moto Expert – Suzuki GSX-R 1000 – Mezard/Mau/Devoyon – 1’45.849 (Stock) 28- DG Sport – Yamaha YZF R1 – Depoorter/Dos Santos/Molina – 1’45.894 (Stock) 29- Motobox Kremer – Suzuki GSX-R 1000 – Gaziello/Monge/Paavilaien – 1’45.993 (EWC) 30- Team Raffin Motos – MV Agusta F4 – Salchaud/Buffard/Polesso – 1’45.999 (Open) 31- Moto 39 Competition – Kawasaki ZX-10R – Maitre/Thuillier/Piccolo – 1’46.147 (Stock) 32- TRT 27 City Bike – Suzuki GSX-R 1000 – Hardt/Hedelin/Houssin – 1’46.214 (EWC) 33- 3D Endurance Moto – Kawasaki ZX-10R – Geers/Braun/Labussiere – 1’46.289 (Stock) 34- Viltais Racing Division – Yamaha YZF R1 – Bardet/Besnard/Rochet – 1’46.474 (Stock) 35- Team V Racing – BMW S1000RR – Calleri/Desmero/Bouffier – 1’46.458 (Stock) 36- Moto Ain Racing – Yamaha YZF R1 – Buisson/Bibollet/Gerard – 1’46.591 (Stock) 37- Racing Team Sarazin – Kawasaki ZX-10R – Guerouah/Kokes/Genetay – 1’46.733 (Stock) 38- Dunlop Motors Events – Suzuki GSX-R 1000 – Gucciardi/Deneque/Mace – 1’46.733 (EWC) 39- Le Mans 2 Roues – Aprilia RSV4 – Lerat/Parisse/Le Bail – 1’47.593 (Open) 40- Sport Passion Endurance – Suzuki GSX-R 1000 – Guyot/Teramoto/Nishijima – 1’47.948 (EWC) 41- Motoplanete Racing – Yamaha YZF R1 – Goetschy/Ferre/Mecene – 1’48.231 (EWC) 42- Team R2CL – Suzuki GSX-R 1000 – Lucas/Capela/De Laville – 1’48.302 (EWC) 43- Conflans Motos – Yamaha YZF R1 – Enault/Hubert/Grilli – 1’48.465 (Stock) 44- MAS 14 – Suzuki GSX-R 1000 – Pigeon/Pigeon/Roche – 1’48.973 (Stock) 45- Boenig Penz13 – BMW S1000RR – Matsushita/Bachler/Dokoupil – 1’49.423 (Stock) 46- TMS Racing – Suzuki GSX-R 1000 – Farlat/Henriques/Karthcen – 1’49.766 (EWC) 47- Serbian Racing Team – Suzuki GSX-R 1000 – Perisic/Stojanovic/Mistode – 1’49.871 (Stock) 48- Suzuki P&RF Anortec – Suzuki GSX-R 1000 – Pocorull/Suchet/Cholvy – 1’50.051 (Stock) 49- Team R2CL Plus – Suzuki GSX-R 1000 – Tachon/Cohen/Flura – 1’50.166 (Stock) 50- Team FMA Assurances – Honda CBR 1000RR – Boulange/Morin/Kipp – 1’50.618 (EWC) 51- YD Motos Racing – Kawasaki ZX-10R – Masson/Deneque/Bouvier – 1’50.890 (Stock) 52- Adrenatem Esprit Moto – Suzuki GSX-R 1000 – Joulin/Nouvellon/Boucle – 1’52.989 (EWC)

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Superbike: Alvaro Bautista scopre Imola “La pioggia? Non ho paura”

MotoGP: Aprilia con lo spoiler già a Jerez?

CIV Superbike: Michele Pirro-Ducati V4R, chi li batte al Mugello?