BSB Donington Qualifiche: Brookes in pole per 0″072 su Redding

Doppietta Be Wiser PBM Ducati nelle qualifiche del BSB British Superbike a Donington National: la spunta Josh Brookes di un soffio su Scott Redding.

25 maggio 2019 - 13:55

Doppia pole tra Oulton Park e Donington National con annessa “doppietta” sui saliscendi dell’East Midlands. Josh Brookes con la Panigale V4 R del team Be Wiser PBM Ducati conquista la pole sul tracciato “National“, ma con soli 72 millesimi di vantaggio rispetto al compagno di squadra Scott Redding, secondo e pronto a dar battaglia nel tardo pomeriggio in Gara 1.

1-2 DUCATI

Trovata la quadra già ad Oulton Park, le nuove Ducati Panigale V4 R stanno mietendo risultati a profusione nel contesto del British Superbike. Superato il dominante weekend vissuto ad Oulton Park, anche a Donington le V4 R (da regolamento con limitatore di serie fissato a 16.000 giri) si attestano quale riferimento della serie. Brookes ha messo a segno la seconda pole di fila, incontrando in uno scatenato Scott Redding il suo più diretto avversario. Portacolori del Paul Bird Motorsport, i due si sono giocati la pole con il Campione 2015 in grado di spuntarla grazie ad un rimarchevole crono di 1’05″868, un soffio meglio rispetto a SR45.

O’HALLORAN IN PRIMA FILA

A spezzare l’egemonia Ducati ci pensa Jason O’Halloran, terzo a precedere il team-mate in McAMS Yamaha Tarran Mackenzie, guadagnando un posto in prima fila dopo i migliori crono nel corso del Q1 e Q2. Top-5 per Tommy Bridewell, quinto con la Ducati Moto Rapido, seguito nell’ordine da Luke Mossey (OMG Racing Suzuki) e Luke Stapleford (Buildbase Suzuki). Brillante debutto nel BSB di Hector Barbera, addirittura ottavo da sostituto dell’infortunato Ben Currie in Bournemouth Kawasaki, unica ZX-10RR nel Q3 a precedere il privato Dan Linfoot (TAG Yamaha).

QUALIFICHE COMBATTUTISSIME

Verdetto finale a parte, le qualifiche sono state a dir poco avvincenti con distacchi contenuti in una manciata di millesimi, frutto perlopiù del layout National. Lo testimonia il Q2 con 17 piloti racchiusi in 858 millesimi e Danny Buchan, il primo tagliato fuori (10° in griglia), estromesso per 0″007 a vantaggio di Barbera. Tra gli esclusi anche Xavi Forés (11°), Peter Hickman (12°) e Andrew Irwin, tredicesimo con una scivolata all’Old Hairpin nel corso del Q1. Fuori anche Christian Iddon, autore di un rovinoso highside a gomme fredde in fase di progressiva accelerazione alla traditrice Coppice. Per l’alfiere Tyco BMW by TAS una brutta botta e conseguente bandiera rossa che ha neutralizzato per qualche minuto le ostilità.

FUORI AL Q1 RAY E CORTI

Altri illustri esclusi dalla top-10 rispondono al nome di Bradley Ray e del nostro Claudio Corti, rispettivamente ventesimo e ventiduesimo in griglia per Gara 1. Il portacolori Buildbase Suzuki, memore della doppietta dello scorso anno (sul tracciato Grand Prix), tuttora non riesce a trovare la quadra nonostante i nuovi aggiornamenti Yoshimura improntati sulla sua GSX-R 1000. Fuori nel corso del Q1 anche Keith Farmer, leader delle FP2, tornato in pista a 7 minuti dal termine della sessione dopo lo spaventoso volo di questa mattina nella sequenza delle Craner Curves.

Bennetts British Superbike Championship 2019
Donington Park National
Classifica Qualifiche (Q3)

1- Josh Brookes – Be Wiser Ducati – Ducati Panigale V4 R – 1’05.868

2- Scott Redding – Be Wiser Ducati – Ducati Panigale V4 R – + 0.072

3- Jason O’Halloran – McAMS Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 0.113

4- Tarran Mackenzie – McAMS Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 0.123

5- Tommy Bridewell – Oxford Racing – Ducati Panigale V4 R – + 0.333

6- Luke Mossey – OMG Racing Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 0.368

7- Luke Stapleford – Buildbase Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 0.433

8- Hector Barbera – Quattro Plant JG Speedfit Kawasaki – Kawasaki ZX-10RR – + 0.530

9- Dan Linfoot – Santander Salt TAG Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 0.595

La Griglia di Partenza di Gara 1

1- Josh Brookes – Be Wiser Ducati – Ducati Panigale V4 R

2- Scott Redding – Be Wiser Ducati – Ducati Panigale V4 R

3- Jason O’Halloran – McAMS Yamaha – Yamaha YZF R1

4- Tarran Mackenzie – McAMS Yamaha – Yamaha YZF R1

5- Tommy Bridewell – Oxford Racing – Ducati Panigale V4 R

6- Luke Mossey – OMG Racing Suzuki – Suzuki GSX-R 1000

7- Luke Stapleford – Buildbase Suzuki – Suzuki GSX-R 1000

8- Hector Barbera – Quattro Plant JG Speedfit Kawasaki – Kawasaki ZX-10RR

9- Dan Linfoot – Santander Salt TAG Yamaha – Yamaha YZF R1

10- Danny Buchan – FS-3 Racing Kawasaki – Kawasaki ZX-10RR

11- Xavi Forés – Honda Racing – Honda CBR 1000RR

12- Peter Hickman – Smiths Racing – BMW S1000RR

13- Andrew Irwin – Honda Racing – Honda CBR 1000RR

14- David Allingham – EHA Racing – Yamaha YZF R1

15- Joe Francis – Lloyd & Jones Bowker Motorrad – BMW S1000RR

16- Glenn Irwin – Quattro Plant JG Speedfit Kawasaki – Kawasaki ZX-10RR

17- Josh Elliott – OMG Racing Suzuki – Suzuki GSX-R 1000

18- Christian Iddon – Tyco BMW Motorrad – BMW S1000RR

19- James Ellison – Smiths Racing – BMW S1000RR

20- Bradley Ray – Buildbase Suzuki – Suzuki GSX-R 1000

21- Matt Truelove – Raceways Yamaha – Yamaha YZF R1

22- Claudio Corti – Team WD-40 – Kawasaki ZX-10RR

23- Keith Farmer – Tyco BMW Motorrad – BMW S1000RR

24- Sylvain Barrier – Brixx Ducati – Ducati Panigale V4 R

25- Dean Hipwell – CDH Racing – Kawasaki ZX-10RR

26- Ryan Vickers – RAF Regular and Reserves Kawasaki – Kawasaki ZX-10RR

27- Sam Coventry – Team 64 Motorsports – Kawasaki ZX-10RR

28- Shaun Winfield – Santander Salt TAG Yamaha – Yamaha YZF R1

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Danny Buchan convocato da Kawasaki per la 8 ore di Suzuka

Josh Brookes “King of Brands” ora punta ad un ricco assegno

Tommy Bridewell leader del BSB: no Misano WSBK, sì a Suzuka