Troy Bayliss

ASBK: Troy Bayliss correrà a Phillip Island con la 1299 Panigale FE

Posticipato il debutto della nuova Ducati Panigale V4 R: Troy Bayliss nell'ASBK con DesmoSport Ducati correrà a Phillip Island con la 1299 Final Edition.

18 febbraio 2019 - 10:03

Debutto soltanto rinviato. Troy Bayliss correrà questo fine settimana a Phillip Island, teatro dell’inaugurale round dell’ASBK 2019, con la “vecchia” ma ancora iper-competitiva Ducati Panigale 1299 Final Edition, posticipando l’esordio della nuova V4 R. Una scelta presa dal (proprio) team DesmoSport Ducati nelle ultime settimane, motivata da diverse ragioni.

FIDUCIA ALLA PANIGALE FE

Con la Ducati 1299 Panigale Final Edition lo scorso anno il tri-Campione del Mondo è tornato a tempo pieno a correre nell’Australian Superbike, ottenendo risultati di rilievo. Da rimarcare la vittoria a Hidden Valley, per non parlare del successo nella tappa extra-campionato in concomitanza con la MotoGP a Phillip Island. Vittorie e podi che hanno ulteriormente galvanizzato Baylisstic, deciso a riprovarci quest’anno con la missione di aggiudicarsi quel titolo australiano Superbike che gli manca nel proprio, illustrissimo palmares. Bayliss con la Panigale FE gommata Pirelli si è trovato a meraviglia anche nei recenti test privati effettuati tra gennaio e febbraio. A Morgan Park ha siglato un ufficioso primato della pista, mentre nelle prove ufficiali di Phillip Island ha siglato il terzo tempo con un gran passo-gara.

DEBUTTO RINVIATO PER LA V4 R

E la Ducati Panigale V4 R? Il debutto è soltanto posticipato. Bayliss e DesmoSport Ducati hanno ricevuto la moto in configurazione stradale soltanto a fine dicembre: di fatto sono mancati i tempi tecnici per sviluppare e preparare la V4 R secondo le specifiche ASBK. Il tre volte iridato ha provato la moto a Morgan Park, maturando la convinzione di posticipare il suo debutto al momento più opportuno. Che arriverà, probabilmente dal terzo/quarto round previsto dal calendario, offrendo a TB l’opportunità di marcare preziosi punti nelle prime tappe con la 1299 FE ampiamente conosciuta. Per la nuova V4 R inoltre si farà affidamento su partner di lungo corso, prevalentemente italiani: Pirelli per gli pneumatici (nell’ASBK non vi è regime di monogomma), Termignoni per l’impianto di scarico, Sprint Filter per i filtri aria da competizione.

IN GARA CON IL #32

Per gli appassionati rivedere nuovamente Troy Bayliss in azione sarà una ragione d’entusiasmo, sebbene non correrà con il suo abituale numero 21. Quest’anno correrà infatti con il #32, il numero degli esordi (e del titolo BSB vinto nel 1999), in quanto Josh Waters (Campione 2017, con il #1 nel 2018) ha fatto valere da regolamento la prelazione per riappropriarsi del 21.

Foto DesmoSport Ducati

1 commento

amil
10:59, 21 febbraio 2019

bravo TROY, magari te la faranno 1800 cc….

POTRESTI ESSERTI PERSO:

misano classic weekend

Misano Classic Weekend, oltre 10.000 presenze e pura passione

edgar pons campione cev moto2

CEV, Albacete: Edgar Pons Campione Moto2, in Moto3 Alcoba… quasi

misano classic weekend endurance

Misano Classic Weekend 2019, moto intramontabili protagoniste in pista