AMA Superbike NOLA Gara 1: Josh Hayes non si batte

Quindicesima affermazione 2012 per Hayes

6 ottobre 2012 - 21:55

Quest’anno proprio no, Josh Hayes non si batte. Laureatosi Campione per il terzo anno consecutivo con un round d’anticipo ad Homestead-Miami, al NOLA Motorsports Park di New Orleans il “Mississippi Madman” si è aggiudicato la vittoria (con vantaggio) in Gara 1, la quindicesima affermazione stagionale, record in assoluto nella storia dell’AMA/American Superbike pareggiando i conti con Miguel Duhamel, secondo nella graduatoria “All Time” in materia di successi conseguiti nella serie di riferimento del panorama AMA Pro Road Racing.

Scattato per l’undicesima volta in questa stagione dalla pole position, il portacolori Graves Yamaha ha viaggiato indisturbato verso l’ennesima vittoria transitando all’esposizione della bandiera a scatto con 10″ di vantaggio rispetto a Blake Young, secondo con la Yoshimura Suzuki, a digiuno di vittorie dallo scorso mese di maggio quando salì sul gradino più alto del podio in Gara 2 all’Infineon Raceway di Sonoma.

Per il pupillo di Kevin Schwantz non è stato facile concludere in seconda posizione ritrovandosi per 15 dei 18 giri previsti a confronto con Ben Bostrom, a lungo in seconda posizione, ma suo malgrado costretto al ritiro nel finale per un problema tecnico alla propria Suzuki GSX-R 1000. Amaro epilogo per “BB” che ha lasciato il terzo gradino del podio al proprio compagno di squadra in Michael Jordan Motorsports Roger Hayden, reduce dal primo centro in carriera nell’AMA Superbike ad Homestead-Miami, bravo a regolare soltanto in volata Chris Fillmore, quarto e vicino ad uno storico primo podio del progetto KTM/HMC Racing nell’AMA Superbike.

L’ex protagonista della Supermoto, riconfermato dalla formazione ufficiale KTM anche per la stagione 2013, è stato inoltre penalizzato di 5″ per aver superato la linea bianca nei pressi della curva 16, medesima sanzione inflitta anche al venezuelano Roberto Pietri, quinto sul traguardo ed al miglior risultato in carriera nella Superbike d’Oltreoceano. Niente da fare invece per tre veterani come Larry Pegram (6° su BMW), Steve Rapp (8° con Attack Kawasaki) ed il rientrante Aaron Yates (10° con la BMW ESP), altrettanto per le EBR ufficiali con Geoff May e Danny Eslick a braccetto rispettivamente in undicesima e dodicesima posizione nella speranza di rifarsi domani per l’atto conclusivo della stagione 2012.

AMA Pro National Guard SuperBike 2012
NOLA Motorsports Park, Classifica Gara 1

01- Josh Hayes – Monster Energy Graves Yamaha – Yamaha YZF R1 – 18 giri in 30’18.774
02- Blake Young – Yoshimura Suzuki Racing – Suzuki GSX-R 1000 – + 10.212
03- Roger Hayden – National Guard Jordan Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 23.408
04- Chris Fillmore – KTM/HMC Racing – KTM RC8R – + 24.036
05- Robertino Pietri – Team Venezuela – Suzuki GSX-R 1000 – + 29.478
06- Larry Pegram – Foremost Insurance Pegram Racing – BMW S1000RR – + 33.094
07- Taylor Knapp – Riders Discount K&L Supply – Suzuki GSX-R 1000 – + 33.454
08- Steve Rapp – Attack Performance – Kawasaki ZX-10R – + 38.212
09- David Anthony – Kneedraggers.com Motul FLY Racing – Suzuki GSX-R 1000 – + 38.456
10- Aaron Yates – Evan Steel Performance – BMW S1000RR – + 40.016
11- Geoff May – Team AMSOIL/Hero – EBR 1190RS – + 49.439
12- Danny Eslick – Team Hero – EBR 1190RS – + 55.134
13- Chris Ulrich – M4 Roadracingworld.com Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 55.376

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Ducati-Yamaha, test a Misano. Con Pirro e Folger anche Bautista e Davies

MotoGP, Assen: Alex Rins “Sarà battaglia anche quest’anno”

Pit Beirer: “Pedrosa non è marketing, vuole fare la differenza con KTM”